Il cuore Dueesse batte il Bisceglie

Martina-Bisceglie non ha tradito le attese. Ci è voluto un tempo supplementare per decretare il vincitore di una contesa intensa, vibrante e ad alto contenuto agonistico, come solo un derby di questa caratura sa offrire. Un derby che si colora di arancio-blu, emulando la meravigliosa coreografia di inizio gara che il pubblico martinese ha voluto riservare ai ragazzi di Aldo Russo, scesi in campo con tutt’altro piglio rispetto alle ultime tre gare e desiderosi di riscatto verso un ambiente unito più che mai dinanzi alle difficoltà. La vittoria per 81-76 deve essere vista però solo come un punto di partenza e di ritrovata fiducia nel prosieguo della stagione e sulla strada dell’obbiettivo salvezza.

La gara: coach Russo presenta in quintetto Cunico, Marra, D’Arrigo, Bergamin e Spera, mentre coach Fantozzi risponde schierando Cercolani, Torresi, Gambarota, Drigo e Cecchetti. La partita inizia bene per la DueEsse che, grazie ad un’ottima circolazione di palla, dopo 6’ di gioco è già avanti 18-8 sul Bisceglie, con un Alessandro Marra sugli scudi. L’Ambrosia prova allora ad alzare il ritmo in difesa e rientra fino al -5, prima della tripla di Spera che riporta i suoi sul +8 (21-13 al 7’). Ma la squadra di coach Fantozzi non si perde d’animo, recuperando sempre più punti fino ad arrivare alla fine della prima frazione sotto di 4 lunghezze e con la DueEsse avanti 23-19.

L’avvio di secondo quarto vede subito il secondo fallo personale fischiato a Bergamin, prontamente richiamato in panchina da coach Russo che lo sostituisce con Dell’Agnello. Ciò nonostante la DueEsse riesce a trovare il canestro con continuità e arriva nuovamente sul +6 grazie ad un jumper dalla media di Marengo (28-22). Si respira sempre più aria del derby che incomincia ad influenzare anche il match, facendolo diventare più maschio e combattuto. A 5’ dalla fine del quarto la DueEsse, con una difesa solida, crea grattacapi all’attacco biscegliese che non riesce a trovare soluzioni e tiri aperti. Di contro però la squadra di coach Russo è bloccata offensivamente, vedendosi quasi raggiunta dall’Ambrosia (32-30 al 16’), e portando il coach campano a chiamare timeout. È D’Arrigo, sul finire della seconda frazione, a permettere alla squadra della Valle D’Itria di chiudere avanti per 37-35.

Nel terzo quarto la DueEsse rimpingua il vantaggio e grazie ad una difesa aggressiva e alle triple di Marra allunga sul 42-35. Bisceglie prova a reagire con orgoglio, mettendo le mani addosso e sporcando tanti palloni che le permettono di ricucire il gap dal -9 al -4 (44-40 al 24’). L’inerzia è cambiata e l’ex di turno Mauro Torresi, con una tripla, firma il primo vantaggio per i suoi (44-45) con Bisceglie che chiude avanti il terzo quarto per 46-50. La DueEsse paga, in questa frazione, le difficoltà nel trovare la via del canestro forzando alcune conclusioni dall’arco dei 3 punti.

L’ultimo periodo inizia sulla falsariga del finale di terzo quarto, ovvero con un Martina imballato e l’Ambrosia Bisceglie che ne approfitta, scappando via fino a toccare il massimo vantaggio sul 46-55 al 32’. D’Arrigo dà la carica ai suoi con una tripla che avvia la rimonta blu-arancio, agevolata anche dalla ritrovata intensità difensiva della DueEsse, brava a non disunirsi e rientrare sul -4 (53-57 al 35’) che costringe al timeout coach Fantozzi. Al rientro delle squadre sul parquet la musica non cambia: la DueEsse ha nuovamente riportato l’inerzia a suo favore e Bergamin, con una tripla, riporta avanti i suoi sul 60-57 a 2.47’ dalla fine. I minuti finali sono convulsi e in un azione di contropiede è Marra a farne le spese, uscendo per una distorsione al ginocchio da valutare nei prossimi giorni. È Cunico a prenderne il posto e a realizzare a 27’’ dalla fine la tripla del 65-62. Ultimo possesso nelle mani di Bisceglie che beneficia di un fallo con rimessa in zona d’attacco. Quando il cronometro segna 3’’ alla sirena finale sembra finita, ma Chiriatti riesce a costruirsi un incredibile tripla con fallo, subito da Marengo, che può consegnare una vittoria insperata a Bisceglie. Il Pala Wojtyla è una bolgia e induce all’errore Chiriatti che sbaglia dalla lunetta, mandando tutti all’overtime sul 65-65.

Il match sembra non voler concludersi e anche durante il supplementare si prosegue punto a punto, facendo tremare le coronarie alla maggior parte del pubblico. È Marengo ad infiammare definitivamente il Pala Wojtyla, dapprima con uno spettacolare gioco da tre punti in penetrazione (non concretizzato per via del libero sbagliato, ndr) che porta il risultato sul 73-73 e, successivamente, con una palla recuperata a Torresi e finalizzata dal contropiede del vantaggio DueEsse sul 75-73, a 1.35’ dalla fine. La squadra di coach Russo questa volta non si fa cogliere impreparata e grazie alla penetrazione di Bergamin affonda l’allungo decisivo (77-73 a 51’’ dallo scadere). Gli ultimi secondi sono interminabili ma il Martina controlla dalla lunetta, spegnendo le residue speranze dell’Ambrosia: il derby termina con la vittoria della DueEsse per 81-76, tra l’esultanza di tutto il popolo arancio-blu.

Tabellini:

DueEsse Basket Martina:

Caroli ne, Cunico 5, Dell’Agnello 1, Bergamin 17, D’Arrigo 14, Varrone, Spera 14, Marra 21, Marengo 9. Coach Russo

Lions Basket Bisceglie:

Zanotti 14, Torresi 15, Chiriatti 5, Drigo 14, Ricchiuti ne, Totagiancaspro ne, Cercolani 3, Cecchetti 16, Buono 5, Gambarota 4. Coach Fantozzi

Arbitri: Silvia Marziali di Roma (RM) e Marco Marsico di Roma (RM).

Parziali: 23-19; 37-35; 46-50; 65-65, 81-76.

DueEsse Basket Martina: TL 14/27 T3 9/16.

Lions Basket Bisceglie: TL 11/17 T3 9/10.

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author