Il cuore non basta alla Ecoelpidiense

Poderosa Montegranaro – Ecoelpidiense Stella 71-60

Parziali: 24-13; 39-23; 54-30
Arbitri: Perocco e Semenzato
Spettatori: 600

Poderosa: Sanna 14, Rossi, Broglia 2, Di Trani 16, Rosignoli 11, Fabi 8, Gatti 8, Marzullo, Barbante ne, Trionfo 12. All. Steffè

Ecoelpidiense Stella: Torresi 4, Andreani 12, Boffini 3, Tortù 16, Vallasciani 9, Caridà 11, Rossi, Cavoletti ne, De Leo 3, Del Brocco 2. All. Schiavi

MONTEGRANARO – Il derby del fermano va alla Poderosa che vince con merito la sua settima gara in altrettante disputate e consolida il primato in coabitazione con la Sandretto Falconara. E’ stato un derby a senso unico per oltre 30 minuti con i padroni di casa sempre in vantaggio oltre la doppia cifra e la Ecoelpidiense Stella a non trovare il bandolo della matassa soprattutto in attacco. Merito alla Poderosa che ha saputo imprimere fin dai primi minuti il proprio ritmo e che ha fatto valore la netta supremazia fisica contro un avversario che per lunghi tratti ha faticato e non poco a costruire gioco.
Dopo il 6-0 iniziale i biancoazzurri si scuotono e tornano fino al -2 (15-13) grazie a Tortù. In un amen però parziale di 9-0 di marca giallonera e primo quarto che si chiude sul 24-13 per la Poderosa. La tanta fatica a trovare il canestro è certificata da un secondo parziale chiuso con 14 palle perse ed un divario che tocca all’intervallo il+16 (39-23). La pausa lunga a poco serve perché è ancora Montegranaro a menare le danze con Sanna e Trionfo scatenati. Per la Ecoelpidiense alla terza sirena il tabellone è impietoso: 54-30.
Con la forza della disperazione e complice una Poderosa già con la testa a domenica prossima, i biancoazzurri presi per mando da un ottimo Caridà lottano pallone su pallone fino a trovare l’incredibile -6 con bomba di Andreani a poco più di un minuto dal termine. Il fallo sistematico al quale ricorrono però i ragazzi di coach Schiavi premia la Poderosa, Di Trani è preciso dalla lunetta ed i gialloneri possono festeggiare 71-60.
Grande il cuore di P.S.Elpidio che però non può bastare contro avversari di questo spessore, tardiva la reazione che comunque c’è stata e fa ben sperare per il prosieguo di stagione. Il vero campionato inizia domenica prossima quando al Palas di Via Ungheria arriverà Mola di Bari per una gara che fondamentale in chiave salvezza.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author