Il Derthona Tortona firma Jordan Losi

da sito ufficiale Derthona Tortona;

Il Derthona ingaggia Jordan Losi . Intervista a Marco Picchi

Pubblichiamo l’intervista a Marco Picchi , direttore sportivo rilasciata oggi a Maurizio Neri . Ringraziamo Maurizio e ” Il Piccolo ” ( www.ilpiccolo.net ) per averci concesso di usare il loro materiale .

” Il Derthona è in crisi. La società bianconera (1 vittoria e 5 sconfitte) cerca la soluzione nel mercato ingaggiando la guardia Jordan Losi, 34 anni, bolognese, con una lunga carriera iniziata in Fortitudo e passata poi, tra le altre, da Castelfiorentino, Torino, Ferentino, fino a Mantova con la quale ha vinto l’ultima Silver. Tiratore, giocatore di personalità e carisma, Losi è rappresentato dall’agenzia 3Men management di Riccardo Sbezzi. Il neo acquisto si è allenato oggi con la squadra di Demis Cavina e sarà in campo con il Derthona sin da sabato a Latina. Lo conferma il direttore sportivo dei leoni Marco Picchi. «Losi si è allenato con noi. Domani sarà tesserato e partirà venerdì con la squadra per giocare a Latina».

Perché avete deciso di aggiungere un giocatore?

“C’è stato un confronto all’interno della società che ha coinvolto tutti i membri del consiglio nel quale si è deciso di fare di tutto il possibile per invertire questo trend negativo. E’ chiaro che avevamo delle aspettative diverse, non ci aspettavamo di trovarci in questa situazione di classifica e vedevamo il rischio appiattimento. Abbiamo voluto fare uno sforzo economico come società aggiungendo un giocatore e mandare un messaggio alla squadra, all’allenatore e all’ambiente: ci siamo e vogliamo cambiare questo stato di cose”.

Perché avete scelto Jordan Losi?

“Non riteniamo che la squadra abbia una lacuna particolare. Abbiamo sondato il mercato a 360 gradi in tutte le direzioni. Abbiamo scelto di aumentare la qualità nel reparto play-guardie. Per questo abbiamo scelto Losi che ha certe caratteristiche, una carriera che parla da sola. Pensiamo ci possa dare quella leadership e quella personalità che è un po’ mancata finora”.

Demis Cavina è mai stato messo in discussione?

“Mai. Riteniamo che Demis Cavina sia la persona più adatta a restare in sella in questo momento. Con lui abbiamo fatto una scelta che, personalmente, rifarei domattina. Su questo però, voglio dire una cosa: Cavina non ha mai chiesto rinforzi ed è falso dire il contrario. Lui è il primo a non essere soddisfatto dei risultati e il primo a mettersi in discussione”.

L’ambiente, abituato a vincere, sembra soffrire molto questa situazione.

“Capisco che quando i risultati non sono soddisfacenti sia normale essere critici. Così si pensa che con un altro giocatore, con un altro allenatore le cose sarebbero diverse…. I tifosi hanno diritto di criticare, ma io resto convinto che non siamo così scarsi. Al tempo stesso è giusto sapere che tutti, io in primis, siamo sotto esame. Il mercato non è chiuso, se ci saranno altre occasioni le coglieremo”.

L’impatto con la Serie A è stato molto difficile, ma la paura dell’esilio a Voghera è stata superata…

“Sapevano che da Cervia era un salto un po’ nel buio con tante cose nuove. Questi primi mesi mi fanno dire che tantissimi aspetti sono andati oltre le aspettative. Primo fra tutti il pubblico. Ci chiedevamo quanti tortonesi avremmo portato a Voghera, e domenica abbiamo raddoppiato le presenze storiche del Camagna con 1000 presenze. E poi l’apporto generoso degli sponsor del tessuto cittadino, l’entusiasmo del minibasket che ha numeri record. Tutti il mondo Derthona è degno della Serie A: adesso vogliamo aiutare la prima squadra a raggiungere il livello del resto mondo Derthona”.

Commenta
(Visited 47 times, 1 visits today)

About The Author