Il Fassi si spegne sul più bello e cede il passo a Milano

Prima sconfitta lontano da Torre Boldone per il Fassi Edelweiss Albino, dopo un match movimentato da un paio di parziali per parte con l’ultimo decisivo di 13-3 in favore delle padrone di casa che regala la terza vittoria consecutiva alle ragazze del SanGa Milano.

Grande rammarico per una sconfitta giunta dopo aver sofferto veramente troppo la difesa asfissiante delle “orange” replicando per la gran parte dei minuti con lo stesso pane sulle varie Maffenini, Martelliano e Da Silva; purtroppo è mancata ancora una volta lucidità nel gestire molti possessi offensivi collezionando in momenti di puro equilibrio delle banali palle perse che hanno condizionato la prolificità del nostro attacco.

L’avvio alla palla a due lasciava ben sperare i tifosi accorsi al PalaIseo grazie al canestro nel pitturato di Bedalov e la tripla nell’angolo di Silva, da quel momento la gara prendeva una piega tutt’altro che semplice con Martelliano e compagne ad aumentare i giri in difesa costringendo Albino ad infrazioni di 24” o, nel peggiore dei casi, a tiri costruiti tramite soluzioni individuali.

A tenere alto il muro seriano ci pensa “Cice” Carrara dalla panchina, ottimo il suo impatto difensivo che da fiducia al Fassi e riporta un po’ di tranquillità a tutta la squadra. A metà seconda frazione il primo break ospite è tutta farina del sacco di Laura “Fumabomber” servita al bacio in situazione di transizione, infatti quando le “Stelle Alpine” riescono a correre sui 28 metri non c’è modo di fermarle! La coppia Maffenini-Pozzecco, gravate già di 3 falli personali, non si fa per nulla intimorire e rintuzza subito il vantaggio con talento ed energia fino al ferro; non si fa attendere la risposta di Bedalov e Silva per il 19-23 Fassi al 20°.

Ci si attende legittimamente qualcosa in più da parte dell’attacco biancorosso se si vuole sperare di arrivare al suono della sirena con almeno un punto in più… in realtà, senza ricorrere a stupidi alibi, buona parte del merito è delle padrone di casa che seppur ruotate al minimo indispensabile non cambiano mai atteggiamento difensivo dando ragione ai commenti pre-partita degli addetti ai lavori!

A qualche minuto dalla fine del terzo periodo Martelliano sembra dare il la al break decisivo ma prima Fumagalli e poi la zingarata di Celeri ridanno ossigeno al Fassi che al rientro dagli spogliatoi cadeva nuovamente nell’errore di giocare poco e male senza palla rischiando di compromettere seriamente tutta la partita. Da Silva e Picotti sono costantemente cercate dentro il pitturato tant’è che i tifosi continuano a gustarsi i bei duelli contro le lunghe seriane, tenute altrettanto d’occhio dalla retroguardia meneghina.

E’ il quintetto che non t’aspetti il vero protagonista della prima metà di ultimo quarto: Celeri-Lussana-Devicenzi-Silva-Carrara sono lanciate nella mischia da coach Pasqua contribuendo al sorpasso e massimo vantaggio esterno sul +6, la panchina di casa è costretta al time-out immediato per non perdere il bandolo della matassa! Ma la pallacanestro non è lo sport più bello ed emozionante del mondo per caso…

Micidiale controbreak di 10-0 firmato dalle esterne in maglia Ponte Casa d’Aste che bucano ripetutamente il cuore della difesa biancorossa nei soliti 1vs1 molto fisici e soprattutto dinamici. Le ultime speranze si spengono sul ferro coi buoni tiri costruiti dai 6,75 mt per Silva e Locatelli, in seguito la carta del fallo sistematico aggrava ingiustamente il passivo finale per un Fassi sì impreciso ma comunque meritevole dell’onore delle armi.

Una domenica per resettare e poi via alla settimana che porterà capitan Locatelli e compagne all’impegno molto importante contro Virtus Cagliari in quel di Torre Boldone!
Divisione Nazionale A2 – 5^ giornata – Girone A

SanGa Milano – Fassi Albino
48 – 42
(10-9, 9-14, 12-6, 17-13)
SanGa: Da Silva 11, Pozzecco 13, Rossini, Martelliano 8, Perini ne, Maffenini 8, Baiardo, Giulietti ne, Albano, Picotti 8, Valli ne, Tibè. – All. Pinotti F.

Edelweiss: Celeri 5, Birolini M. ne, Locatelli, Vincenzi ne, Fumagalli 11, Silva 12, Devicenzi, Lussana 4, Penna, Marulli, Carrara 2, Bedalov 8 – All. Pasqua M.

Arbitri: Di Franco e Barbagallo

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author