Il Geas accoglie Schio, Zanotti: “Sfida difficilissima, ma non abbiamo niente da perdere”

Nemmeno il tempo di gioire per la vittoria contro Cagliari per le geassine di coach Zanotti, che mercoledì al PalaNat (palla a due alle 20.30) accoglieranno le venete del Famila Schio per il turno infrasettimanale dell’Almo Nature Cup. Una sfida quasi impossibile, vista la forza dell’avversaria, ma che che le rossonere vogliono affrontare con lo spirito di chi non ha paura di nessuno e, soprattutto in una partita così, non ha nulla da perdere. Schio è reduce da una netta vittoria contro Torino e, in generale, sta disputando una stagione strepitosa, considerando soprattutto la grande cavalcata in Eurolega. Insomma, difficile, quasi impossibile, ma non per questo le geassine partiranno sconfitte a priori.

Questo lo spirito che ha infuso alle sue ragazze coach Cinzia Zanotti, che fotografa così la sfida alle “orange” di Schio: “Sicuramente affrontare una squadra come il Famila a soli due giorni da una partita faticosa come quella contro Cagliari non è il miglior presupposto, ma in una partita come questa, dove non abbiamo nulla da perdere, conteranno tanti fattori, soprattutto mentali. Dovremo approcciare bene la gara, cercare di restare a contatto e tentare di tener testa a quella che a tutti gli effetti è una corazzata: Schio ha tantissime giocatrici, tutte veramente forti, e noi dovremo dare il 110% per provare a giocarci le nostre possibilità. Come in molte altre partita avremo bisogno di un’impresa, ma per una squadra alla ricerca di punti salvezza come noi non esistono partite facili”.

L’obiettivo delle rossonere sarà, innanzitutto, evitare di ripetere la prestazione dell’andata, in cui Schio aveva vinto superando quota 100 punti e dandone 48 a un Geas certamente troppo arrendevole. Non sarà però facile, perchè sfogliando il roster del Famila si fatica a trovare una giocatrice che non farebbe parte del quintetto di moltissime altre

 

squadre di A1. La forza di Schio è proprio il suo lunghissimo roster, che vanta tra le sue fila alcune delle migliori straniere del campionato, come Anderson (15.6 punti col 45% da 3), Yacoubou (14 punti e 8.6 rimbalzi), e Ashley Walker (12 punti e 7.5 rimbalzi a partita), e probabilmente le migliori italiane in circolazione. Tra Bestagno, Macchi, Sottana e Masciadri, spicca anche l’ex geassina Cecilia Zandalasini, che il 17 minuti di media mette a segno 5 punti a partita. Completano il roster Giulia Gatti, Kathrin Ress e Valeria Battisodo, tutte atlete nel giro della Nazionale.

 

 

Jacopo Cattaneo

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author