Il Geas ancora alla ricerca della svolta: con Torino un’altra sconfitta

È ancora amara la trasferta a Torino del Geas, che cade 86-53 nella prima di una serie di sfide decisive per la salvezza. Ancora troppo discontinue le rossonere, che hanno subito le avversarie dal secondo quarto in poi senza più riuscire a rientrare. Ancora una volta troppe palle perse e percentuali non sufficienti per poter pensare di portare a casa punti a una Torino che, guidata da una strepitosa Anderson (25 punti) e da un’ottima Smith (17), coglie la prima vittoria in casa della stagione. Le sconfitte di Cagliari e Vigarano non cambiano molto la classifica, ma questo ko lascia comunque tanta delusione in casa Geas.

“Anche oggi – commenta coach Zanotti – non siamo riuscite a mettere in campo la giusta aggressività: abbiamo subito per 40’ una Torino molto più determinata di noi, senza mai riuscire a impensierirle. Così non va, impossibile dare un giudizio positivo dopo una partita così: la squadra non c’è stata, non c’è altro da dire”.

Equilibrato l’inizio partita, con le due squadre che si scambiano schermaglie in contropiede fino alla tripla di Sotiriu, che dall’angolo lancia Torino sul 7-4. Le rossonere perdono poi due palloni di fila, lasciando alla squadra di casa l’opportunità di trovare il canestro con Anderson e Smith, con quest’ultima che, solissima, piazza la tripla del 14-6. Mandache rintuzza lo svantaggio, ma poi altre due triple, a firma Puliti e Sotiriu, ricacciano il Geas a -9 (20-11). Le brutte percentuali del Geas vengono migliorate da Correal, che sale a quote 6 punti, ma prima Smith dalla lunetta, poi Quarta in penetrazione consentono a Torino di chiudere il primo periodo sul 24-16.

Al rientro in campo arriva il tanto temuto black-out: la squadra di casa, approfittando di diverse perse in casa geassina, piazza un terrificante parziale di 11-0, propiziato soprattutto dalle scorribande di Anderson. A fermare l’inerzia di Torino ci pensa la solita Mandache, ma l’ennesima
tripla della Fixi, segnata da Anderson, porta il vantaggio della squadra di casa a +20 (38-18). La tripla di Kacerik prova a ridare fiducia al Geas, ma le rossonere continuano ad essere troppo altalenanti in difesa, aggiornando belle azioni a svarioni come quello che lascia a Smith la possibilità di firmare il canestro del 45-23. Nelmfinale Mandache e Correal, certamente le più positive in casa Geas, ridanno speranza a coach Zanotti, costretta però ad ammirare sulla sirena la prodezza di Anderson per il 49-27.

Dopo l’intervallo il Geas rientra bene dagli spogliatoi, come certificano i 6 punti messi a segno da Brown nei primi due minuti (51-33). Subito dopo però arriva il quarto fallo di Kacerik, che coincide col risveglio di Anderson: proprio l’ennesima sfuriata dell’americana chiude di fatto la gara. Anderson raggiunge infatti quota 22 punti, segnando il canestro del 61-35 che lancia definitivamente la fuga di Torino. Nel finale di quarto Barberis, uscendo dalla panchina, ridà coraggio alle rossonere che però, fino alla fine, non riusciranno a contenere le avversarie. I dieci minuti finali servono solo per le statistiche: finisce 86-53 con le rossonere nuovamente ko.

Prossimo impegno la sfida casalinga contro San Martino di Lupari.

 

Jacopo Cattaneo

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author