Il Gruppo Zenith Messina espugna Bagheria: battuta la Eagles Palermo

Vittoria pesantissima del Gruppo Zenith Messina sul campo della terza in classifica, Eagles Palermo. I peloritani superano un ostacolo difficile al termine di una gara scorbutica, resa ancora più nervosa da una direzione arbitrale alquanto incerta. Su un campo dalle dimensioni appena sufficienti, la squadra di Baldaro rischia di uscire battuta, al cospetto di una squadra giovane ma dal talento indiscutibile.

La sfida alla vigilia era temuta anche per l’assenza di Soldatesca, punto di forza della squadra peloritana, che nel corso del match ha dovuto rinunciare anche a Buono, infortunatosi nel corso del primo periodo e poi a Mazzù (top scorer in quel frangente del match con 20 punti realizzati, 2 recuperi e 2 assist), espulso direttamente per un fallo di gioco. In condizioni non certo favorevoli, i ragazzi del presidente Zanghì hanno dimostrato di avere carattere, trascinati da un Russo in grande serata (21 punti e 15 rimbalzi). Ma tutti hanno contribuito alla vittoria, Catanoso (12 punti) ha dettato i tempi del gioco, mettendo due triple chirurgiche; Carnazza ha messo la sua esperienza a servizio dei compagni, 2 triple anche per lui e un 5/6 fondamentale ai liberi. Nell’ultimo quarto è stato Presti il grande protagonista, con i suoi 11 punti personali ha dato il la alla vittoria. Generose le prove di Trimarchi e Calderazzo (3).

L’Eagles parte bene (6-2), ma il Gruppo Zenith rimane a contatto, Buono nette i liberi del 7-7, Carnazza porta in vantaggio Messina, che sfrutta i viaggi in lunetta per allungare e sul finire del tempo la tripla di Catanoso regala il +9 (13-22). Con Buono fuori causa, spazio a Presti, ma Baldaro fa ruotare anche Calderazzo e Trimarchi. L’Eagles cerca di rimanere in scia, Mazzù entra in partita con le sue penetrazioni, portando a +10 il vantaggio ospite (22-32). Gara combattuta, i padroni di casa non mollano e con un parziale di 6-0 si rifanno sotto (34-37). Il primo tempo si chiude sul 36-43, protagonisti ancora Mazzù e Russo (gioco da tre). Nel secondo tempo gara sempre più frenetica, Eagles nuovamente a -4 (41-45), sfruttando anche un tecnico alla panchina ospite. Nuovo mini break di Messina (5-0) e +9 (41-50). Anche per Ortenzi arriva il tecnico, poi Ranalli fa 3/4 dalla lunetta per il 46-52, ma il tap-in di Calderazzo ed il gioco da tre di un incontenibile Mazzù regalano il doppio vantaggio agli Scolari. Risposta immediata con Ranalli, Bruno e Rappa e nuovo -5 (52-57), ma ci pensa Catanoso a ricacciare indietro le Aquile, con una rubata tramutata in canestro ed una bomba per il +10 (52-62). L’Espulsione di Mazzù complica i piani di Baldaro, la confusione regna in campo e in un amen il punteggio inspiegabilmente lievita a favore della squadra di casa: 58-62 è il finale del terzo periodo. Ultimo quarto pirotecnico, la formazione di Ortenzi sente vicino l’aggancio, che arriva sul 68 pari, nonostante l’uscita per falli di Giardina e Ranalli. Baldaro rimette in campo Carnazza, con la zona difensiva cerca di limitare i danni e ci riesce. Russo e Presti fanno bottino pieno dalla linea della carità, break di 6-0 e Messina nuovamente a condurre (68-74). E’ il momento decisivo della gara, Presti fa il fenomeno, cattura rimbalzi e va a segnare, mentre Russo non sbaglia ai liberi: 70-78! Il Gruppo Zenith Messina può tirare un sospiro di sollievo e nel minuto conclusivo tocca a Carnazza mettere il sigillo sulla dodicesima vittoria stagionale per il 72-81 finale.

Tabellino:

Eagles Basket Palermo – Gruppo Zenith Messina 72-81

Parziali: 13-22; 23-21 (36-43); 22-19 (58-62); 14-19.

Eagles Basket Palermo: Giardina 10, Calafiore, Rappa 6, Ducato 13, Cigna, Ranalli 16, Cospolici, Bruno 12, Paternò 13, Ventimiglia, Pecora 2. Allenatore: Leo Ortenzi

Gruppo Zenith Messina: Caruso n.e., Buono 4, Carnazza 11, Trimarchi, Catanoso 12, Mazzù 20, Pellicanò n.e., Russo 21, Calderazzo 3, Presti 11. Allenatore: Dani Baldaro.

Arbitri: Lo Presti di Realmonte e Ardente di Porto Empedocle

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author