Il mio Natale

a cura di Vincenzo Ruggiero (La Pagina del Cestista)

Come passate voi il Natale di solito? Per molti inizia così:
Mattina: si va subito a scartare i regali, e probabilmente non si fa nemmeno colazione perché la sera prima si è fatto tardi;
Pranzo: i più forti riescono a mangiare anche qualcosa nonostante tutto quello mangiato il giorno prima;
Pomeriggio: si vanno a salutare tutti i parenti per fargli gli auguri di Natale;
Sera: si esce con gli amici, oppure si va a ballare in qualche discoteca del posto.
Per noi Cestisti invece è tutto diverso:
Mattina: si apre NBA Game Time per vedere i risultati della notte. Poi ci accorgiamo che nessuno ha giocato: “effettivamente almeno la vigilia li vogliamo far riposare?”
Pranzo: noi mangiamo perché dobbiamo ricaricare le pile;
Pomeriggio: “perché a pranzo dobbiamo ricaricare le pile?” Ovvio! Perché nel pomeriggio si va a giocare al campetto con gli amici;
Sera: qui arriva il pezzo forte. Ben 5 partite in programma, ma ovviamente tutti aspettano la rivincita delle NBA Finals tra Cavaliers e Warriors.
Si inizia alle 18.00 e si finisce alle 7.00 di mattina del giorno dopo.
Il nostro Natale è questo, forse non sarà speciale per molti, ma non potremmo chiedere di meglio.
Qualcuno ancora pensa che per noi è un semplice gioco, invece è amore. Per questo quando scrivo la lettera a Babbo Natale non chiedo di ricevere niente di particolare che non sia la Pallacanestro.
A pensarci mi vengono i brividi, ammirare con i miei amici lo spettacolo che preferisco, non potrei chiedere di meglio.
Tornando indietro, tra l’altro andare a giocare al campetto fa anche bene, pensando a tutto quello che mangiamo nelle feste…
Auguro a tutti voi un sereno Natale, principalmente a chi il 25 penserà almeno per un secondo a quel meraviglioso Gioco inventato da Naismith proprio di questi tempi.

Commenta
(Visited 129 times, 1 visits today)

About The Author