Il Paddy Power Geas cerca i punti-qualificazione con Alghero

Domenica (ore 17) arriva Alghero al PalaNat
Il Paddy Power Geas cerca i punti-qualificazione

Continuare a vincere, per preparare al meglio quello che sarà: il Paddy Power Geas, nell’inedito orario delle 17 di domenica, affronterà la Mercede Alghero in una sfida importante anche in ottica proseguo della stagione. Le rossonere infatti sono vicine alla aritmetica qualificazione alla poule Promozione e i punti da strappare alla squadra sarda sono fondamentali per raggiungere quanto prima questo primo importantissimo obiettivo. La missione delle ragazze di coach Zanotti è tutt’altro che impossibile, visti soprattutto gli 0 punti in classifica delle avversarie, frutto di 7 sconfitte in 7 gare, ma un calo di concentrazione è il rischio più grande per una squadra che in realtà sta facendo del fattore mentale uno dei propri punti di forza.

Il gruppo di coach Zanotti, cresciuto quasi in toto nel vivaio Geas, ha infatti lavorato molto sull’aspetto mentale e col fine di evitare momenti di rilassatezza rischiosissimi a questo livello. Vero è che questo è un gruppo poco abituato a perdere, visti i risultati di giovanili e prima squadra degli ultimi anni, ma a livello di A2 la posta si fa decisamente più dura e un solo errore può pregiudicare un’intera stagione. Contro Carugate, nell’ultimo turno, le rossonere non sono state brillanti ed efficaci per tutti i 40’, ma alla fine la vittoria è arrivata senza troppi patemi. Contro Alghero, come detto, sulla carta la partita non dovrebbe essere troppo difficile, ma Sanchez, una delle migliori giocatrici del girone, e compagne non sono da prendere sotto gamba.
“Dopo la prestazione contro Carugate – commenta coach Zanotti – ho cercato di far capire alle ragazze che è importante continuare a giocare al massimo anche se un’occhiata al punteggio potrebbe far pensare a un rilassamento generale. A volte penso di essere fin troppo critica, visti i risultati di questa stagione, ma credo che per diventare davvero una grande squadra sia necessario puntare alla perfezione, anche perché se sul +20 un errore di distrazione non pregiudica il risultato, in una gara punto a punto non sarebbe così. La partita di domenica è alla nostra portata, ma deve rappresentare una piccola prova di maturità: voglio vedere dal primo all’ultimo minuto l’atteggiamento giusto contro una squadra che può crearci qualche problema, nonostante una classifica deficitaria”. Purtroppo per il Geas mancherà Carlotta Picco, che ha subito un infortunio alla spalla nella sfida con Carugate e che dovrà star ferma almeno un paio di settimane.

Le avversarie di turno delle rossonere, le sarde di Alghero, non stanno certamente passando un buon momento: ultime in classifica, le ragazze di coach Barria sono reduci dal doppio ko casalingo contro Torino prima (63-92) e Genova poi (46-82). Sanchez e compagne recupereranno peraltro lunedì, 24 ore dopo la partita col Geas, la sfida di andata contro Genova, saltata per cause meteorologiche in ottobre. Una doppia prova dura per le sarde, guidate proprio dalla argentino-spagnola Erica Sanchez, vero e proprio faro della squadra: 23.1 punti e 11.6 punti di media sono cifre da MVP del campionato, che pongono Sancez al 1° e 3° posto nelle classifiche di punti e rimbalzi dell’intera A2. Accanto a lei stanno ben figurando la play Azzellini (11.9 punti di media) e le giovani Gagliano e Zanetti, entrambe classe 1997 e capaci di combinare per quasi 17 punti a partita. Da segnalare che ha assunto compiti tecnici più rilevanti nel club sardo quella Manuela Monticelli che, insieme alla gemella Martina, è transitata per diverse stagioni nelle giovanili del Geas, prima di affermarsi ad alto livello soprattutto ad Alghero.

Jacopo Cattaneo
Ufficio Stampa Paddy Power Geas

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author