Il punto in casa Defensor

Manca ormai meno di un mese alla ripresa della preparazione per le ragazze della Defensor, programmata per il pomeriggio di lunedì 24 agosto al PalaMalè con un ritmo di lavoro di due sedute giornaliere fino al 14 settembre con l’eccezione delle domeniche.

Coach Carlo Scaramuccia troverà un gruppo profondamente rinnovato rispetto allo scorso anno, complici alcune cessioni dolorose ma necessarie: “Non saranno più con noi Chimenz, Mancabelli e Bernardini – conferma l’allenatore viterbese – perché il budget a disposizione ci ha purtroppo costretti a rinunciare ad alcune delle nostre senior, nonostante avessero disputato una buona stagione e, nel caso di Bernardini, fossero con noi ormai da qualche anno. Abbiamo però confermato Yordanova, Spirito e Romagnoli, con loro anche tante giovani che stanno acquisendo esperienza nei campionati maggiori come Riccobono, Filoni e Viviani, da cui mi aspetto un ulteriore salto di qualità e minuti importanti”.

Un solo volto nuovo finora, l’ala Giulia Ciavarella arrivata da Roma: “Sulle sue qualità non si discute – prosegue Scaramuccia – è un punto fermo della Nazionale under 18 e conosce il campionato di serie A2, con noi può avere l’occasione di migliorare alcuni aspetti del suo gioco e diventare una giocatrice più completa. Oltre a lei stiamo trattando altre giocatrici che rispondono ad un identikit preciso, ci interessano atlete giovani con un buon potenziale che possano dare un contributo anche ai nostri team giovanili”.

Tra gli obiettivi della stagione ormai alle porte, in casa Defensor, c’è infatti anche il raggiungimento delle finali nazionali con alcune delle formazioni junior. Più difficile capire quali saranno i valori in campo nel torneo di serie A2: “E’ ancora presto per stabilire un ranking delle avversarie che affronteremo, Ferrara e Castel San Pietro mi sembrano molto ben attrezzate ma le formazioni più forti ed ambiziose sono finite probabilmente nell’altro raggruppamento. Il nostro girone è pieno di squadre di pari livello, pur se il mercato è tutt’altro che chiuso e le carte in tavola possono cambiare in continuazione. Di certo i nostri obiettivi saranno, anche quest’anno, la salvezza e contemporaneamente la crescita delle nostre giovani: se sapremo mantenere il posto in A2 e vedremo progressi dalle ragazze della nostra rosa potremo dire che il bilancio sarà positivo”.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author