Il weekend della Serie B 2015/2016: le voci dei protagonisti

Eccoci di nuovo qui con le impressioni dopo il weekend di gioco di questo quarto turno d’andata del campionato di serie B 2015/2016.

Abbiamo sentito 4 giocatrici diverse per caratteristiche, età e propensione al gioco.

La NAB Marigliano sbanca Capaccio (43-45 ndr.) dopo una partita bruttina.

L’ala ventisettenne Francesca Minadeo, ex Sorrento, ci dice la sua :” E’ stata una brutta partita per tre quarti, perchè entrambe le squadre sentivano la pressione. Anche senza esprimere un bel basket siamo riuscite a stare sopra per tre quarti, poi nell’ultimo periodo la nostra concentrazione è calata, abbiamo subito troppo in difesa e sbagliato troppe conclusioni in attacco, mentre loro hanno trovato coraggio e ci hanno superato, arrivando a +4. Noi però siamo riuscite a mantenere la lucidità e abbiamo ricucito le distanze e segnato dei tiri liberi importanti nel finale. Nonostante sia una vittoria importante per la caratura dell’avversario e per la classifica, per quello che abbiamo mostrato in campo è evidente che c’è ancora molto da lavorare per trovare fluidità di gioco e applicazione difensiva che spesso sabato ci sono mancate!”

Sulla sponda opposta non troppo contenta della prestazione delle ‘nere’ di coach di Mauro, il play, classe ’95,  Lucia Di Cunzolo: “Come con Salerno il nostro approccio alla partita non è stato dei migliori, ma questo non ha pesato come contro Salerno perché siamo riuscite a ricucire la distanza fino a stare avanti. Il tutto non è bastato a farci avere la meglio perché nel finale la voglia di vincere è sfociata in nervosismo. Ripartiamo dalla nostra voglia di vincere pronte per sabato serene e sicure dei nostri mezzi!”

L’Acsi Avellino sfiora il colpaccio in casa di Pozzuoli (52-43 per le flegree ndr.) e la sua giocatrice più rappresentativa, Donatella Buglione, esprime chiaramente il suo rammarico: ” Partita buttata via,20 palle perse e percentuali al tiro pessime…noi neanche in una vasca da bagno avremmo segnato,giornata negativa.Nonostante ciò avevamo ripreso la partita,siamo andate a -1, ma due contropiedi sbagliati e due canestri subiti,hanno chiuso la partita…Dobbiamo ancora trovare il ritmo partita,duriamo solo 2 quarti a causa di un ritardo di preparazione…!”

Sorride invece la guardia Sabrina Natale del Ruggi Salerno che dopo una sofferta partita ha la meglio in trasferta contro la PGS Don Bosco di coach Maresca (46-51 i finale per le salernitane ndr.):” Partita molto fisica contro una matricola che a noi e sembrata molto più esperta di quello che poter far sembrare; noi potevamo fare una prestazione migliore ma siamo riuscite a venirne fuori nonostante l’assenza di una nostra guardia Patrizia di Capua!”

Alla prossima settimana!

Chiara Crispino

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author