Il weekend della Serie B 2015/2016: le voci dei protagonisti

Quinta giornata d’andata…
Campionato Serie B femminile, ecco le voci delle protagoniste, il loro personalissimo modo di esprimersi il day after, o per meglio dire ‘after the weekend’.

La prima a proferire parola è una della più giovani scese in campo nel weekend, Giovanna Martines, ala della Convergence Givova Battipaglia, classe 2000, dopo la pesante sconfitta a Marigliano per 79 a 35 per le napoletane:Avevamo di fronte ragazze sicuramente più preparate fisicamente ma soprattutto meno giovani di noi e quindi con molta più esperienza che gli ha permesso di tenerci testa per tutto il corso della partita , noi siamo comunque una squadra giovane a cui non importa molto del risultato ma importa molto migliorare proprio un partite toste come queste. Sicuramente il nostro approccio alla partita non è stato dei migliori e loro inizialmente sono state più veloci con il pallone , dobbiamo continuare ad unirci e giocare meglio di squadra se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi, comunque nonostante la sconfitta dobbiamo prendere le cose positive e negative di questa sera e lavorare in allenamento, brave loro ma un brave anche a noi piccoline!”

Sempre stessa partita, ma ‘sponda’ diversa. Ilaria Ugon, guardia della formazione di coach Caruso:  “È stata tutto sommato la partita che ci aspettavamo…Battipaglia è una squadra di giovanissime (dal brillante futuro) e che non si arrende mai. Le “piccole” di coach Cavaliere corrono e pressano senza sosta per 40 minuti e noi abbiamo provato a sfruttare situazioni di contropiede e la maggiore fisicità delle nostre lunghe sotto canestro, che ci hanno permesso di acquisire da subito un buon vantaggio.”

Cambiamo provincia, si va a Salerno, dove la Ruggi ha superato in casa per 54-40 la coriacea truppa del Flavio Basket Pozzuoli. La guardia delle flegree Veronica Zonda dice la sua: “È stato un peccato, abbiamo gestito abbastanza bene la gara nei primi 3 quarti , riuscendo a stare anche avanti; complice la mancata lucidità, i troppi errori al tiro, l’errata gestione della palla da parte nostra hanno permesso loro di fissare il break decisivo!!! Sicuramente dobbiamo e possiamo fare di più , io in primis, la sconfitta fa male, ma ci rimboccheremo le maniche per migliorarci sempre di più!!”

Rimaniamo in provincia di Salerno per parlare della Givova Ladies Scafati, che è andata a vincere con merito e fermezza ad Avellino contro l’Acsi per 62-75. Della squadra scafatese abbiamo sentito la giovanissima Sara Favilla, classe 1996: “Abbiamo giocato contro delle avversarie molto aggressive ma siamo state brave ad avere la capacità di partire bene fin dalla palla a due e questo ci ha reso il compito più semplice. Per l’ennesima volta abbiamo dimostrato di essere una vera squadra e per quanto mi riguarda credo di aver disputato una buona gara su entrambi i lati del campo. Adesso dobbiamo subito pensare alla partita di sabato contro Capaccio. Un test che sarà importante per capire quali sono le nostre ambizioni in ottica playoff!”

Alla prossima settimana!

Chiara Crispino

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author