Il weekend della Serie B 2015/2016: le voci dei protagonisti

Seconda giornata d’andata della serie B 2015/2016.

La nostra rubrica riparte oggi con altre quattro autorevoli voci.

Partiamo da una della ali più atipiche dell’intero campionato, la classe ’89 Adriana Coralluzzo che commenta il 59-41 con cui la sua Capaccio si sbarazza dell’Acsi Avellino: Partita a ritmi alti punteggio in equilibrio per il primo quarto che conferma la nostra natura diesel. Così come contro Battipaglia nella prima di campionato nel secondo tempo abbiamo ingranato la marcia giusta e abbiamo allungato. I nuovi innesti Trotta e Fereoli ci stanno dando profondità che é quello che ci é mancato l’ anno scorso. Domani in palestra siamo già proiettate alla partita di domenica contro il Ruggi che sarà un match importante per confermare i buoni risultati che stiamo ottenendo!”

 Non compassata la reazione del capitano del Ruggi Salerno Federica Di Pace, dopo la sconfitta casalinga contro la Givoa Ladies Scafati per 52-41. Volevamo riscattare la brutta prestazione di Avellino, ma purtroppo non siamo riuscite a mettere in pratica ciò che avevamo provato in settimana. La loro pressione e fisicitá é stata sinceramente inaspettata, ma questo nom può esssere assolutamente un alibi per il nostro gioco che continua ad essere macchinoso e prevedibile. Dobbiamo lavorare con molta piu energia e soprattutto cercare di avere maggiore concentrazione durante la gara. Il gruppo c’é, ma dobbiamo avere piu intesa anche in campo”.

Il Ruggi dopo Scafati si appresta nel prossimo weekend ad un altro derby casalingo, contro Capaccio.
Altro derby e partita molto tosta. Non sará facile, visto il valore delle avversarie, ma sono sicura che ci rimboccheremo le maniche e faremmo di tutto per dimostrare quello che valiamo!”.

Parole sicure che ricalcano una convinta voglia di fare bene, così non può che averla il play della NAB Marigliano, Tina Esposito, dopo la vittoria al Pala Errico di Pozzuoli contro il Flavio Basket per 22-56. È stata una partita che abbiamo impostato da subito nel migliore dei modi e per questo non abbiamo avuto particolari difficoltà. Quando inizi bene le partite con la giusta mentalità e il giusto ritmo, dopo viene tutto di inerzia. Sicuramente è stata una vittoria che ci ha dato la carica per affrontare un’altra settimana di allenamenti e ci ha permesso di provare e quindi inserire nel gioco le compagne che si sono aggiunte, oltre al fatto di consolidare il gruppo che è la nostra forza principale. C’è ancora tanto lavoro da fare ma comunque possiamo ritenerci, per ora, abbastanza soddisfatte. Continuiamo così sempre con la stessa umiltà e voglia di migliorarci in vista delle prossime partite, che lasciano tutte presagire belle battaglie”.

Meno contento sicuramente sarà stato il tecnico della Convergence Givova Battipaglia, Mauro Cavaliere, dopo il pesante meno 38 (34-72) in casa della neo promossa ma molto esperta formazione napoletana del PGS Don Bosco.

Risultato eloquente che non deve scoraggiare la giovanissima formazione della piana del Sele, che , ricordiamolo, affronta il campionato di serie B con la formazione Under 16!.

Il nostro è un campionato tutto in salita, alla giovane (forse troppo) età, si sono sommati i numerosi infortuni di questo primo scorcio di stagione. Se nella prima partita, quella vs Capaccio; le mie bimbe si erano diatinte per il buon approccio alla gara mostrato, nella gara contro le neo promosse pigiessine del Don Bosco, è stato proprio questo il tasto dolente della serata. Alla prima trasferta hanno mostrato troppa fragilità emotiva ed anche un non giustificato nervosismo. L’ esperienza di Maimone, Di Fiore e Russo, non ci ha messo molto ad avere la meglio sulla imberbe truppa battipagliese. Ci si aspettava almeno una squadra da combattimento e da corsa, magari concedendo più di qualcosa dal punto vista di lucidità e sapienza offensiva ed invece neanche questo aspetto è emerso. Per questo sono molto preoccupato nel registrare sostanziosi passi indietro rispetto all’ esordio. Fortunatamente la giovane età ed anche lo spirito col quale affrontiamo questo campionato, ci concede il vantaggio di non pensare alla classifica, ma di guardare fiduciosi al futuro auspicando i miglioramenti che derivino sopratutto dal lavoro fatto in palestra durante gli allenamenti. Ci impegneremo ancor di più, per produrre nel periodo medio lungo quei miglioramenti individuali che sono il nostro vero obiettivo stagionale!”

Alla prossima settimana!

Chiara Crispino

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author