Immensa Isernia, Matera battuta all'overtime: domenica scontro diretto a Giulianova

Il Globo Isernia – Olimpia Bawer Matera   88-86   (19-21, 24-23, 12-18, 24-17, 9-7)
Il Globo Isernia: Ferdinando Smorra 32 (9/12, 4/10), Mattia Norcino 24 (8/14, 1/9), Sebastiano Manetti 10 (4/6, 0/0), Klaudio Patani 9 (4/9, 0/0), Andrea Sipala 4 (0/0, 1/2), Mattia Melchiorri 3 (0/0, 1/3), Gabriele maria Triggiani 3 (0/3, 1/2), Simone Serìo 2 (1/2, 0/0), Luca Gazineo 1 (0/1, 0/0), Danilo Jancic 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 21 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Ferdinando Smorra, Sebastiano Manetti 9) – Assist: 20 (Ferdinando Smorra 7)
Olimpia Bawer Matera: Federico Lestini 26 (6/9, 3/6), Gionata Zampolli 19 (3/9, 4/9), Gianni Cantagalli 14 (3/6, 2/7), Adama Ba 12 (3/7, 0/0), Stefano Laudoni 9 (2/5, 1/3), Nicolò Ravazzani 6 (3/4, 0/0), Stefano Crotta 0 (0/0, 0/0), Alberto Montemurro 0 (0/0, 0/0), Mattia Stano 0 (0/0, 0/0), Giovanni Loperfido 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 23 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Nicolò Ravazzani 12) – Assist: 10 (Gionata Zampolli 4)

Dopo i fatti di Venafro, dopo che all’Isernia era stata tolta la gioia di una partita ormai vinta, bisognava vincere ad ogni costo. Matera, giova ricordarlo, è una squadra costruita per fare la serie A2, campionato saltato solo dopo il “salvataggio” della Virtus Roma. Quindi i ragazzi di coach Sanfilippo (che oggi ha scontata la prima di tre giornate di squalifica per le proteste dopo la gara di Venafro) possono ritenersi più che soddisfatti di questa vittoria conquistata all’overtime con le unghie e con i denti. Non bisogna dimenticare che Il Globo Isernia è la seconda squadra più giovane del campionato e ha vinto o comunque sfiorato la vittoria contro squadre infarcite di grandi nomi. E non bisogna dimenticare nemmeno la gara di andata, che vide gli isernini soccombere in terra lucana. Il team del Presidente Ricci, grazie alla passione e alla competenza dei suoi dirigenti, anche quest’anno ha allestito una squadra di giovani talenti che sta regalando parecchie gioie ed emozioni al pubblico isernino, rumoroso e indispensabile come sempre. I tifosi che riempiono ogni domenica gli spalti del Palafraraccio sono davvero il sesto uomo in campo.

Contro Matera Il Globo non ha potuto schierare nemmeno Lenti Ceo, squalificato per una giornata dopo le proteste nel convulso finale del derby. Al suo posto l’esordiente Jancic, giovane talento dell’Accademia Pallacanestro Isernia. Gli isernini sono scesi sul parquet del Palasport di Isernia senza paura. Smorra (32 punti e 9 rimbalzi, 1 stoppata, 42 di valutazione!) è particolarmente ispirato e, insieme a Norcino (24 punti, 5 rimbalzi e 6 assist) impedisce ai materani di prendere il largo. E anche quando i lucani sembrano pronti a mettere la freccia e a sorpassare i padroni di casa, i ragazzi di Sanfilippo (sostituito quest’oggi dall’esperto Claudio Incollingo) non mollano e non si lasciano intimorire dai canestri di Lestini (26 punti) e Zampolli (19 punti). A circa 6’ dal termine Melchiorri segna la tripla che vale il pareggio. Gli ospiti provano a staccare gli agguerriti molisani, tornando sul +5. Ma l’Isernia non può permettersi di perdere e, trascinata da un grintoso Manetti (10 punti, 9 rimbalzi, utilissimo in difesa) e da un super Smorra, risale e pareggia con una bomba di quest’ultimo. È overtime. Il pubblico isernino impazzisce e spinge i propri beniamini che, con una superba prova di squadra, riescono a prendere due punti importantissimi per la corsa verso la salvezza.

Con questa vittoria, i molisani salgono a quota 14 punti e raggiungono Giulianova. Domenica, alle 18:00, ci sarà lo scontro diretto in Abruzzo; Isernia avrà la possibilità di salire a 8 vittorie in campionato e di poter puntare in alto in questa fantastica stagione.

Ufficio Stampa Il Globo Basket Isernia 

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author