Impresa Fila: le Lupe centrano un bel successo a Battipaglia

Convergenze Battipaglia – Fila San Martino 73-75

POLISPORTIVA BATTIPAGLIESE: Trimboli ne, Orazzo (0/1, 0/2), Tagliamento 23 (3/5, 5/12), Bonasia 2 (1/4, 0/3), Treffers 18 (8/10, 0/1), Russo 2 (1/1), Ramò 2 (1/1, 0/2), Trucco ne, Gray 14 (4/6, 2/4), Andrè 2, Boyd 9 (1/1, 2/5), Costa 1. All. Riga.
BASKET SAN MARTINO: Filippi 6 (2/8, 0/3), Favento 8 (1/3, 2/8), Amabiglia ne, Fassina, Bailey 11 (4/10), Pascalau ne, Gianolla 12 (4/9, 0/2), Sbrissa 6 (1/2), Fabbri 10 (5/7), Davis 22 (7/9, 0/1). All. Abignente.
ARBITRI: Scudiero di Milano, Vanzini di Milano e Martellosio di Buccinasco (MI).
PARZIALI: 30-21, 39-46, 58-61.
NOTE: Uscita per 5 falli Boyd (40′). Fallo tecnico: Filippi (33′). Tiri da due: Battipaglia 19/29, San Martino 24/48. Tiri da tre: Battipaglia 9/29, San Martino 2/14. Tiri liberi: Battipaglia 8/18, San Martino 21/27. Rimbalzi: Battipaglia 41 (Gray 13), San Martino 32 (Fabbri e Bailey 5). Assist: Battipaglia 6 (Gray 3), San Martino 9 (Gianolla 3).

Il Fila torna da Battipaglia con un successo importante. Non solo perché centrato su un campo dove quest’anno erano già cadute dirette contendenti delle giallonere come Parma, Umbertide e Napoli, ma anche perché giunto in una situazione di emergenza infortuni, mitigata solo in parte dal rientro a sorpresa di Favento, recuperata in extremis. Le Lupe hanno saputo reagire dopo un avvio in salita, chiudendo con il record stagionale di punti segnati in trasferta per quella che è la vittoria numero 11 in stagione, utile per tornare a +4 sul sesto posto in attesa dei prossimi match con Cagliari (giovedì) e Parma (domenica).

1° QUARTO. Tagliamento inaugura subito con due triple un primo quarto spaziale per le tiratrici campane. Quando Boyd manda a bersaglio la 4^ bomba su altrettanti tentativi, coach Abignente deve infatti chiamare time out: sono passati appena 3’38”, e le padrone di casa hanno già 16 punti a referto (16-7). Con i primi cambi il Fila prova a scuotersi, e all’8′ una Davis in palla riporta le sue a -4 (23-19). Dall’altra parte però il finale di quarto è territorio di Treffers, che sulla sirena fissa il 30-21.

2° QUARTO. Le giallonere hanno bisogno di alzare i ritmi in difesa, ed è quello che fanno in un secondo periodo destinato a cambiare volto alla partita. È ancora Davis (già a quota 13 punti) a firmare il -2 al 12′ (30-28), e a metà frazione Gianolla aggancia la parità a quota 32. Poco dopo arriva anche il primo vantaggio della gara con la tripla dall’angolo di Favento, anche se subito le risponde alla stessa maniera Tagliamento dall’altra parte. San Martino però è ritmo, e con due bei canestri di Gianolla e Fabbri tocca il +5 sul 37-42 (17′). In prossimità di sirena Bailey fissa il 39-46 di metà gara, chiudendo una seconda frazione da 25-9 di parziale.

3° QUARTO. Tagliamento ricomincia subito a bombardare da fuori (5/12 da tre e 23 punti per la 19enne azzurra), e Battipaglia ricuce in un attimo il distacco (45-46). La Givova Convergenze ha ritrovato ritmo, ma deve anche fare i conti con i quattro falli a carico di Gray. È Andrè a firmare comunque il 52-51 con cui la squadra di casa rimette il naso avanti al 26′, prima che Sbrissa e Filippi rispondano permettendo alle Lupe di chiudere anche il terzo periodo in vantaggio: 58-61.

4° QUARTO. Con l’avvicinarsi del 40′ si fa sentire la tensione, da ambo le parti, ma se c’è da battagliare nessuno si tira indietro. A 5′ dalla fine la seconda tripla di Favento (unici due tiri pesanti a segno per il Fila) vale il massimo vantaggio sul 61-69, ma non è ancora finita. Treffers e Boyd riavvicinano la squadra di Riga (66-69), nonostante i tanti errori dalla lunetta. In un momento difficile Fabbri trova benissimo Filippi per il 66-71, ma quando si entra nell’ultimo minuto Tagliamento riporta le sue a -1 (72-73). A 25″ dalla fine l’episodio chiave: Battipaglia ruba palla ma Boyd scivola e spreca il contropiede del sorpasso con un’infrazione di passi, e Gianolla dalla lunetta fa 72-75. Poi Fabbri, dopo aver quasi recuperato il pallone, trova la deviazione sul tiro del possibile pareggio di Gray. Rimane un’ultima chance, ma il fallo su Tagliamento impedisce alla squadra di casa di cercare la tripla del pareggio, e il suo 1/2 sancisce il 73-75 finale.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author