Impresa Pistoia che manda K.O. Milano, Sassari e Varese vincono in volata, crollo Avellino a Brindisi

Nella 24° giornata Sassari sbanca il Palaradi di Cremona al fotofinish, cosi come la Openjobetis contro la Betaland. Per Trento e Torino arrivano due successi interni rispettivamente contro Pesaro e Cantù. La The Flexx batte la prima della classe. Nel posticipo di serata la Sidigas cade a Brindisi.

VANOLI CREMONA – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 77-78

Nel secondo anticipo delle giornata arriva un’altra vittoria esterna, quella della Dinamo ai danni della Vanoli con un super Lacey da 24 punti. Ai lombardi non bastano i 13 di Harris e dell’ex Johnson Odom per evitare la diciottesima sconfitta stagionale. Nella prima frazione i sardi partono con il piede sull’acceleratore, cercando subito di archiviare la pratica, volando sul +12 con Lighty, ma i padroni di casa non ci stanno e rispondono, prima riducendo sul meno sei, riuscendo ad impattare sul 27-27 con la schiacciata di Gaspardo. Nel secondo quarto la Vanoli vola sul +5 con Wojciechowski, ma la Dinamo non si scompone e ritrova il vantaggio con la tripla di Devecchi. Il primo tempo si conclude sul 49-48 per gli ospiti con il tiro da tre di Stipcevic. Gli uomini di Lepore escono dagli spogliatoi con la giusta energia e scappano sul + 9, cercando di solcare la strada verso la vittoria, ma il Banco ancora una volta riesce a rimanere a contatto, riducendo il gap sul 64-61 con Lacey. Al 30’ il punteggio dice + 4 Cremona. Nel periodo finale la Vanoli allunga sul +7 cercando di dare la stoccata decisiva, ma Stipcevic piazza una bomba pesantissima,che vale il meno due. A 2’ dal termine Biligha segna dalla lunga distanza per il +6, con un canestro che potrebbe fare molto male, ma non è cosi perché nel finale Thomas fa 0/2 dalla lunetta, Mian perde una palla sanguinosa e Sassari ne approfitta per conquistare la tredicesima vittoria stagionale. Il finale è 77-78.

Parziali (27-27,48-49,68-64)

OPENJOBETIS VARESE – BETALAND CAPO D’ORLANDO 74-72

Nella match del Pala2A arriva una preziosissima vittoria per gli uomini di Caja in chiave salvezza che battono la Betaland. Nel primo quarto il protagonista principale è l’equilibrio, le due squadre si alternano il vantaggio e primi 10’ si chiudono in perfetta parità sul 20-20 dopo un canestro di Bulleri. Nella seconda frazione i padroni di casa alzano il ritmo della gara e volano sul +10 con Anosike provando la prima fuga, ma i siciliani accorciano sul meno sei con Archie. Il primo tempo si chiude sul 43-36 in favore dei lombardi. Nel terzo periodo dopo una prima parte in cui la Openjobetis rimane sempre avanti senza ad allungare in maniera importante, nella seconda allunga sul 60-49 con Ferrero dalla lunga distanza, ma la Betaland nuovamente torna a farsi sentire e riduce lo svantaggio sul meno quattro con Diener che realizza dai 6,75. Nel ultimo quarto Varese vola sul +11 con la schiacciata di Eyenga,cercando di dare la spallata decisiva agli ospiti che accorciano sul meno due con il canestro di Delas, ma non basta perché i lombardi riescono a rimanere lucidi e a conquistare la decima vittoria dopo quella nel derby con un’altra grande prova di Johnson con 15 punti. Agli uomini di Di Carlo non bastano i 26 di uno strepitoso Archie. Il finale è 74-72.

Parziali (20-20,43-36,63-58)

THE FLEXX PISTOIA – OLIMPIA MILANO 85-74

A Pistoia arriva la sorpresa di giornata l’EA7 priva ancora di Simon, Cerella,Fontecchio,Sanders e Dragic cade al Pala Carrara contro la The Flexx. L’Olimpia parte forte allungando sul 11-4 con Raduljica, ma i toscani impattano prima sul 13-13 con i liberi di Jenkins, mettendo la testa avanti con la tripla di Antonutti sul 20-17, chiudendo sul + 2 il primo periodo. Nel secondo quarto l’inerzia rimane in favore dei padroni di casa, che allungano sul 40-32 con la schiacciata di Petteway, ma l’Olimpia riesce ad andare negli spogliatoi sotto di due con il 2/2 di Macvan dalla lunetta. Nella terza frazione i milanesi impattano sul 44-44 con Abass, ma gli uomini di Esposito non abbassano la concentrazione e rimangono sempre avanti chiudendo sul +7 al 30’ con la bomba di Boothe. Nel ultimo quarto, la The Flexx gestisce il vantaggio senza dare mai sensazione di poter perdere il pallino del gioco, vola prima sul 72-63 con Moore, arrivando poi anche sul +12 con Antonutti che sancisce la fine della gara. Il finale è 85-74 per Pistoia che conquista una meritata vittoria contro una Milano stanca dopo quattro gare in una settimana e con il problema infortuni che sembra non smettere visto che Mc Lean e Kalnietis verranno valutati nella giornata di lunedi dopo essere usciti ad inizio quarto periodo. Per la The Flexx grande prova di Antonutti con 15 punti e di Crosaiol e Petteway con 14. All’Olimpia non bastano i 13 di Hickman per evitare la quarta sconfitta in campionato.

Parziali (22-20,42-40,60-53)

FIAT TORINO – MIA CANTU’ 87-76

Nella gara del PalaRuffini arriva un successo interno per la Fiat contro una diretta concorrente per entrare nei playoff. Nella prima frazione i torinesi partono forte e allungano sul 20-9 con la tripla di Harvey, chiudendo sul +14 con Alibegovic. Nel secondo quarto gli uomini di Vitucci, ne approfittano per aumentare il margine e volano prima sul +16 con Okeke, arrivando anche sul 48-28 con il nuovo arrivato Hollins. Si va all’intervallo lungo sul 48-32 per Torino in una gara a senso unico. Nel terzo periodo la situazione non cambia, anzi i padroni di casa trovano anche il massimo vantaggio con Poeta che punisce dalla lunga distanza che vale il +23 contro una Cantù in tilt. Ad inizio quarto periodo i brianzoli piazzano un 6-0 di parziale firmato Pilepic che piazza due bombe che valgono il meno dieci, provando a rientrare in partita. La Fiat non subisce cali mentali e torna a giocare con la giusta energia allungano ritornando sul +17 con la tripla di Harvey. Il finale è 87-76 per Torino che conquista la dodicesima vittoria della stagione grazie ad Harvey con 18 punti e Poeta 16. Alla Mia non bastano i 14 di Darden e Pilepic ad evitare il primo K.O di Recalcati.

Parziali (25-11,48-32,67-51)

DOLOMITI ENERGIA TRENTO – CONSULTINVEST PESARO 97-91

La Dolomiti non si ferma più e conquista la quattordicesima vittoria stagionale contro Pesaro grazie ad un superlativo Sutton che chiude con 23 punti. Agli ospiti non bastano i 22 di Jones, e i 2° di Thornton e Jasaitis per evitare la diciassettesima sconfitta. Nel primo quarto Trento va avanti senza però allungare subito in maniera importante e Pesaro ne approfitta per chiudere avanti di tre lunghezze con Clarke che punisce dalla lunga distanza. Nella seconda frazione il buon momento

della squadra ospite non si placa, sfruttando le disattenzioni difensive dei padroni di casa allungando sul +9 con il 2+1 di Jones. Gli uomini di Buscaglia però non affondano e impattano sul 48-48 la schiacciata di Hogue, chiudendo sotto di tre all’intervallo lungo dopo la bomba di Ceron.

Nel terzo periodo la partita non decolla con le due squadre che si alternano il vantaggio della gara. Al 30’ è +2 Dolomiti dopo i liberi di Sutton. Nell’ultimo quarto Trento vola sul +9 con Baldi Rossi cercando di dare il colpo del K.O, ma la Consultinvest riduce sul 93-91 con la tripla di Jasaitis, ma non basta perché vincono i padroni di casa. Il finale è 97-91

Parziali (21-24,50-53,70-68)

ENEL BRINDISI – SIDIGAS AVELLINO 94-74

Nel primo posticipo di giornata arriva una grande vittoria Brindi,con un Samuels autore di 17 punti contro la Sidigas Avellino a cui non bastano i 28 di Fesenko e i 23 di Logan. Nel primo periodo i pugliesi partono in quarto volando sul +10 con M’Baye da tre punti. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa allungano sul 18-3 sempre con M’Baye per chiudere sul +19 con Goss dopo i primi 10’ a senso unico. Nella seconda frazione l’Enel gestisce il vantaggio accumulato e ne approfitta per aumentare il divario sul 41-18 con la bomba di Carter. Il primo tempo si chiude 41-26 per Brindisi. Nel terzo quarto la Sidigas si scuote e accorcia sul meno nove con Fesenko ma gli uomini di Sachetti tornano sul + 14 con la tripla di Samuels. Gli irpini però dimostrano di essere in partita e rientrano sul 59-52 la schiacciata di Thomas. Nell’ultimo periodo l’Enel non subisce cali ne fisici ne soprattutto mentali, chiudendo il discorso sul 87-67 con un’altra bomba di Samuels. Il finale è 94-74 per Brindisi che ottiene la dodicesima vittoria stagionale, per gli uomini di Sacripanti arriva la nona sconfitta che vale il sorpasso di Venezia al secondo posto.

Parziali (24-5,41-26,64-53)

Lorenzo Lubrano

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.