In gara 2 esulta la Virtus: San Salvatore battuto

Dovrà faticare ancora il San Salvatore Selargius per cercare di guadagnare la salvezza nel campionato di Serie A2 Femminile di basket. Le ragazze di coach Fabrzio Staico, infatti, hanno perso anche gara 2 dei play-out contro la Virtus Cagliari (75-52 il finale), e ora dovranno giocarsela contro una formazione perdente negli spareggi del raggruppamento B. Dopo un inizio di gara equilibrato, la Virtus è scappata via nel secondo quarto grazie a un parziale di 20-3. Al rientro in campo le selargine hanno provato con orgoglio a tornare in scia, portandosi fino al -5. Ma alla fine le ragazze di Montemurro, avvalendosi soprattutto del duo Sarni-Scibelli, sono riuscite a mantenere la testa e a conquistare la permanenza nel secondo campionato nazionale.

LA GARA – Il primo quarto è caratterizzato da ritmi alti e da continui botta e risposta. Il San Salvatore prova un mini allungo sul +3 sfruttando il tiro dalla lunga di Di Gregorio e le partenze lontano da canestro di Ljubenovic, ma la Virtus risponde colpo su colpo e, in chiusura di primo quarto, riesce a sorpassare sul 19-17.

Il vantaggio delle padrone di casa cresce fino al +10 (29-19) grazie a cinque punti in fila realizzati da Giulia Ridolfi, efficace con una tripla dall’angolo e un lay-up da sotto canestro. Le difficoltà inducono coach Staico a chiamare timeout, ma le cose non cambiano e il parziale negativo per le selargine (autrici di soli 3 punti nel corso dei secondi 10′) continua a lievitare fino al +19 che manda le squadre all’intervallo lungo.

Spalle al muro, il San Salvatore reagisce sfruttando soprattutto le proprie lunghe: Ljubenovic regala il -10, poi Manfrè trova la misura dall’arco mandando a referto due bombe in fila che incrinano la fiducia della Virtus. Con pazienza certosina, il San Salvatore continua a lavorare con le lunghe, e al 30′ è pienamente in partita sul -7 (51-44).

Lo svantaggio si assottiglia ulteriormente dopo due liberi realizzati da Di Gregorio (-5). Le ragazze di Montemurro trovano però le forze per respingere l’offensiva di Lussu e compagne, che scivolano nuovamente sul -12 (60-48). Merito soprattutto di una straripante Sarni, che domina nel pitturato nei minuti finali permettendo alla Virtus di vincere con largo margine.

“Le due squadre arrivavano a questo spareggio in condizioni molto diverse – commenta a caldo coach Fabrizio Staico – il nostro campionato è iniziato a settembre, mentre quello della Virtus nel girone di ritorno. Dopo la reazione del terzo quarto ci sono mancate le forze per riprendere definitivamente le nostre avversarie. E’ un peccato, soprattutto se pensiamo che siamo arrivate a due punti dai playoff. Ora non ci rimane altro che resettare tutto e ripartire. Dobbiamo ricordarci delle cose belle che abbiamo fatto in questa stagione”.

Virtus Cagliari-San Salvatore Selargius 75-52

Virtus: Masic 17, Fava, Pacilio 9, Mastio, Mura, Podda, Ballardini 6, Scibelli 16, Formisano ne, Ridolfi 10, Sarni 17. Allenatore: Montemurro

San Salvatore: Ljubenovic 14, De Pasquale 6, Lussu 10, Mura, Corda ne, Laccorte 1, Palmas 2, Zizola ne, Di Gregorio 11, Manfrè 8. Allenatore: Staico

Parziali: 19-17; 39-20; 51-44

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport-SardegnaSport

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author