Inizia con una sconfitta il 2016 delle Lady

Girllone “Pagato caro…”

Dopo non essersi fatto il regalo di Natale, questa volta sotto l’albero della Convergenze Givova Battipaglia c’è un pò di carbone nero.

 

Perchè alla prima dell’anno nuovo arriva una sconfitta che fa male, quella rimediata allo Zauli contro la Fixi Piramis Torino (76-84). Un ko figlio di diversi aspetti. In primis di un approccio poco convinto e che alla fine peserà tanto sul risultato finale. Giusto il tempo, infatti, di capire che il campionato è ripreso, che le ospiti si portano sull’8-14 e costringono Riga al primo timeout. La scossa, però, non arriva. Sotiriou colpisce allo scadere del primo quarto da poco più di otto metri, Anderson inizia a carburare all’inizio di quello successivo. E lo fa mettendo immediatamente la quinta. La guardia americana segna con regolarità, approfittando anche dei numerosi extra-possessi concessi dalle Lady. Alla pausa lunga siamo 32-50.

 

Si arriva così alla ripresa, venti minuti di un’intensità decisamente diversa ma anche di ripetuti errori. Come quelli degli arbitri. Perchè se la Convergenze Givova continua a far fatica nei primi minuti, in quelli successivi i fischi della terna arbitrale sono uno dietro l’altro a sfavore delle padroni di casa. Prima tecnico ingiusto, senza una precedente ammonizione, e poi immediatamente espulsione altrettanto ingiusta rifilata a coach Riga, dopo quarto fallo fischiato a Tagliamento ed infine antisportivo, che significa anche in questo caso fallo numero quattro, a Boyd. Ma è qui che nasce la reazione delle biancoarancio. A 2:36 Gray segna da tre, non proprio la specialità della casa, obbligando Torino a fermare per un attimo il tempo (49-62), poi però nell’altra metà campo risponde dal perimetro Puliti. Proprio come Orazzo che chiude la terza frazione sul -10 (57-67).

 

Lo Zauli è ormai una bolgia e le Lady ci provano fino alla fine. Tagliamento mette dentro il canestro del -7 a 2:11, ma oltre alla solita Anderson, coadiuvata dalla sempre presente Smith, ci mette ancora una volta lo zampino Puliti con la terza “bomba” di giornata. Eppure a 00:42 dalla sirena conclusiva è addirittura -4 con i liberi di Bonasia. Ma non basta, il 2016 inizia così nel peggiore dei modi: “Abbiamo pagato caramente l’approccio sbagliato, così come i numerosi rimbalzi regalati alle nostre avversarie ed il mancato apporto di una delle nostre stranierela disamina iniziale del vice allenatore Rossano Grillone -. Poi c’è stata una buona reazione, così come qualche scelta poco felice degli arbitri che delle volte dovrebbero probabilmente contare fino a dieci, ma non siamo riusciti ad evitare una sconfitta che deve servire da insegnamento“.

 

CONVERGENZE GIVOVA BATT.-FIXI PIRAMIS TORINO 76-84 (16-23, 32-50, 57-67)

Convergenze: Trimboli ne, Orazzo 6, Tagliamento 10, Bonasia 12, Treffers 18, Russo ne, Diouf ne, Ramò 1, Boyd 6, Gray 21, Andrè ne, Costa 2. Coach: Riga

Piramis: Puliti 11, Quarta, Coen 2, Domizi ne, Anderson 31, Smith 19, Cordola ne, Salvini ne, Sotiriou 14, Mitongu 7. Coach: Petrachi

Arbitri: Fabiani-Bandinelli-Maffai.

 

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author