Irtet Casapulla-Renzullo Sarno 51-66, nulla da fare per l'Irtet contro la capolista

Irtet Bk Casapulla – Renzullo NP Sarno 51-66

IRTET CASAPULLA: Delli Paoli ne, Di Lorenzo 15, Del Prete 2, Bonsignore 11, D’Orta 2, Fusco, Damiano 2, Tartaglione, Avella 2, Lillo G., D’Aiello 17. All. Monteforte

RENZULLO SARNO: Giordano, Lentini, Nosenzo 1, Moccia 16, De Meo 12, Rusciano 2, Diop 7, Chiavazzo 23, Marmugi 5. All. Parrillo

ARBITRI: Savignano e Marotta di Avellino.

PARZIALI: 8-20, 24-40, 34-56.

Una rimaneggiatissima Irtet Casapulla incappa nel quinto stop di fila ma non sfigura al cospetto della capolista Renzullo Sarno, impostasi 51-66 al PalaNatale. I gialloviola di coach Francesco Monteforte devono rinunciare agli infortunati Olivetti e Nacca e la coperta, già corta di suo, si accorcia ulteriormente. Anche sul fronte sarnese non mancano le defezioni (Beatrice, Rianna, Iannicelli e Sammartino) e così quasi la metà degli iscritti a referto ha vent’anni o meno. La differenza la fanno però i veterani della truppa allenata da Adolfo Parrillo: in particolare è Chiavazzo a caricarsi sulle spalle i suoi e con 5 punti filati lancia i bianconeri al primo vantaggio. Il Casapulla ha qualcosina giusto da D’Aiello e Bonsignore, che si dividono equamente l’intero bottino della prima frazione, ma paga la grande fisicità dei dirimpettai. Se Diop è un totem nel pitturato, sul perimetro Chiavazzo è indemoniato e trova altri 8 punti filati chiudendo a quota 13 alla prima pausa, ben spalleggiato da De Meo che dà il suo contributo alla causa nel perentorio 8-20 al 10’. Il neoarrivato Marmugi, livornese passato anche per le giovanili della Mens Sana Siena e con quasi una quindicina di campionati di B nel curriculum, scalda la mano e sigla il +14, ma Il Casapulla regge. Ed anzi, spinto dall’energia di D’Orta e Bonsignore risale fino al 14-22 al 12’. La NPS è brava però ad intasare l’area e a non esporsi ai fastbreak casapullesi, pur raccogliendo meno del dovuto con Moccia che spara a salve da fuori. L’ingresso di Rusciano, vero playmaker aggiunto, è fondamentale per i salernitani e, nonostante la buona vena di D’Aiello (6 punti nel quarto), la fuga ospite si materializza grazie a Diop e Moccia, fino a quel momento entrambi in ombra, che combinano ben 13 degli ultimi 15 punti dei viaggianti. Di Lorenzo rintuzza un paio di volte gli attacchi ospiti, ma a metà gara si va sul 24-40 Sarno. De Meo inaugura la ripresa con un contropiede fulmineo, ma l’Irtet riesce a ricucire grazie a Di Lorenzo e due liberi di Bonsignore (28-42 a -8’30”). Il non impeccabile duo in grigio irpino riesce poi a combinarne tante, scontentando tutti i presenti: antisportivo alquanto dubbio a Moccia, tecnico ‘gratuito’ a Di Lorenzo e tensione generata in una partita tutto sommato senza intoppi.

Moccia prova a chiudere in anticipo la contesa infilando la tripla del +20 (28-48 al 24’), D’Aiello e Damiano rispondono subito, ma gli ultimi minuti sono un monologo sarnese. Il Casapulla smarrisce la via del canestro, trovando la retina solo con Di Lorenzo nei restanti 4’, mentre Chiavazzo si dimostra letale in contropiede e griffa il +22 di fine terzo periodo (34-56 al 30’). Cinque punti consecutivi di Di Lorenzo limano il gap fino al -17 ed i ritmi si abbassano notevolmente. Gli ospiti segnano due soli liberi nei primi 6’ (ed un solo canestro dal campo in tutto il quarto), ma la rimonta dei gialloviola non va oltre il -16 (canestro e fallo di D’Aiello 45-61, a -3’33”). A giochi ormai chiusi c’è spazio per l’esordio con realizzazione del 2000 casapullese Salvatore Del Prete, mentre Avella da sotto riduce ad una quindicina il divario, bilanciando i tanti liberi mandati a bersaglio dalla Renzullo Sarno.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Basket Casapulla

Commenta
(Visited 132 times, 1 visits today)

About The Author