Jesi, le scuse dell'amministratore unico Lardinelli

“Chiedo scusa per il comportamento irriguardoso nei confronti della terna arbitrale da me tenuto durante la gara di ieri, un atteggiamento non giustificabile per il ruolo di Amministratore Unico che ricopro oltre che per l’incarico assunto in Lega come Vice Presidente, ruolo dal quale ho rassegnato, già nella serata di ieri, le mie dimissioni al presidente Basciano”. Il giorno dopo Termoforgia Jesi – GSA Udine, e alla vigilia del via della Coppa Italia Old Wild West 2018 Altero Lardinelli affida ad una dichiarazione il suo stato d’animo aggiungendo che “la tensione mi ha giocato un brutto scherzo, chi opera nel mondo dello sport sa di cosa parlo, ma sono il primo a riconoscere che i dirigenti delle società siano i primi a dover fornire esempi virtuosi di comportamento, esempio che ieri sera non sono stato assolutamente in grado di trasmettere. Di questo mi scuso nei confronti della terna arbitrale e anche dei molti “maestri giustizialisti” che oggi non si sono risparmiati, correttamente per carità ma non senza esagerazioni, in termini di critiche nei confronti del mio operato”. Nella consapevolezza di aver commesso un grave errore l’Amministratore Unico aurorino vuole comunque “isolare” il suo gesto promuovendo la correttezza dell’ambiente sportivo jesino: “Non vorrei che quanto accaduto – conclude Altero Lardinelli – trasmetta un immagine sbagliata della piazza di Jesi, macchiando la tradizione di assoluta correttezza e sportività del pubblico jesino che non ha bisogno di dimostrazione alcuna. Jesi è riconosciuta in Italia come una piazza partecipe ma mai  violenta ed anche ieri, al termine di una gara combattuta ed incerta, con tensioni finali anche sul parquet per via di comportamenti sopra le righe di qualche giocatore, non si sono registrate intemperanze o reazioni tali da mettere a repentaglio la sicurezza di tutti, sia all’interno del campo di gioco sia sulle tribune. Per questo ringrazio sia il servizio d’ordine del Commissariato di Polizia, efficiente come di consueto, sia gli steward presenti in numero più che adeguato che operano per noi all’interno del Palasport”. Dopo le scuse l’Amministratore Unico sposta l’attenzione sulla Coppa Italia 2018 che rende il via domani: ”Sono dispiaciuto di quanto successo ieri – conclude Altero Lardinelli – ma da oggi siamo tutti concentrati sulla Coppa Italia 2018, un’occasione per ribadire, insieme a LNP,  l’efficienza e la capacità di una società che da 21 anni milita in serie A e che saprà dimostrare il suo valore in questi tre giorni di grandi sforzi organizzativi ma anche di festa per il basket nazionale e per l’intera Regione Marche”.

 

Fonte: Ufficio Stampa Aurora Basket Jesi

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author