Junior accorciata, la difesa non basta: a Reggio Calabria finisce 63-55

La terza gara del girone di ritorno tra Novipiù Casale e Metextra Reggio Calabria vede i rossoblu inseguire per tutti i 40′. La Junior, pur priva di Blizzard e Sanders, lotta per tutta la partita, e Marcius fa registrare una doppia doppia da 15 punti e 15 rimbalzi. La Novipiù, principalmente, paga la percentuale dalla lunga distanza: troppo poco il 3/25 da 3 per rimanere ancor più a contatto nella gara contro una squadra in grande forma (quinta vittoria consecutiva.
 
Cronaca. Fabi apre la partita: canestro e fallo al primo possesso e successivo semigancio in area portano la Viola sul 5-0. Tomassini sblocca i rossoblu (5-2), ma Roberts prova a far scappare i suoi con una bomba e l’assist per l’alley-oop di Pacher segnano il +8 (10-2). La Novipiù prova a reagire, Martinoni e Marcius chiudono l’area in difesa ed in attacco una buona circolazione di palla permette ai rossoblu di accorciare con Tomassini dalla media e Marcius nel pitturato (13-8), costringendo Calvani a chiamare time-out a 3.42 al termine del primo periodo. Benvenuti prova ad allungare, ma la Novipiù non molla ed accorcia fino al -3 (17-14).
 
Il match riparte con entrambe le squadre che provano ad imporre aggressività in difesa, Marcius realizza il jumper che porta i rossoblu al -1 (17-16), ma dall’altra parte risponde Roberts con la bomba del +4. E’ proprio il lungo della Novipiù che crea diversi problemi ai padroni di casa, facendo la voce grossa nel pitturato e rimanendo a contatto con il team in maglia arancio. Si fa fatica a trovare la via del canestro in entrambe le metà campo, Casale stringe le maglie in difesa giocando con tre lunghi insieme, ed impatta la gara sul 22 pari a 6.22 dall’intervallo lungo.  La Novipiù risponde colpo su colpo, ma Caroti allunga nel finale portando Reggio Calabria sul +5 con due tiri dalla lunga distanza (29-24).
 
Inizio di terzo quarto che vede una nuova partenza sprint della Viola: le giocate di Fabi e Pacher dicono +12 per i padroni di casa, Casale è appannata in attacco e coach Ramondino è costretto a chiamare subito time-out. La Novipiù continua a difendere e lottare, ma le polveri bagnate in attacco e qualche rimbalzo offensivo di troppo per i padroni di casa aumentano il gap tra le due formazioni, fino al +15 per la Viola (44-29). I rossoblu provano a reagire, Marcius accorcia con 2/2 dalla linea della carità (44-31) e la difesa sale di intensità. La Novipiù ricuce lo strappo con Tomassini e Severini sugli scudi (44-38), ma Taflaj sulla sirena rispedisce Martinoni e compagni sul (47-38).
 
Tomassini serve un assist per Bellan in apertura quarto periodo (47-40). La Viola gestisce in modo affrettato i possessi in attacco ed il tecnico a coach Calvani porta la Novipiù sul-6. La Viola reagisce e colpisce in area prima e dalla lunga distanza poi con Baldassarre e Rossato (56-43). I rossoblu lottano in difesa e sono più aggressivi contro i tiratori di Reggio, ma non trovano il bandolo della matassa in attacco. Fabi ne approfitta ed al 35′ la Viola conduce 58-43. La Novipiù fa fatica a trovare due punti facili, la Viola scappa e Pacher segna il massimo vantaggio a quattro minuti dal termine della gara (63-45). Valentini e compagni non ci stanno e provano a rifarsi sotto, ma ormai è troppo tardi, ed i canestri finali servono a determinare il punteggio finale in favore della Viola per 63-55.
 
METEXTRA REGGIO CALABRIA – NOVIPIU’ JUNIOR CASALE 63-55 (17-14, 12-10, 18-14, 16-17)
 
Novipiù Junior Casale: Ielmini, Denegri 4, Tomassini 13, Valentini 9, Martinoni 2, Severini 3, Cattapan ne, Bellan 9, Marcius 15, Sanders. All. Ramondino.
Metextra Reggio Calabria: Pacher 8, Taflaj 2, Caroti 7, Fabi 18, Baldassarre 4, Rossato 3, Carnovali, Agbogan, Benvenuti 10, Roberts 11. All. Calvani.
Arbitri: Vita, Radaelli, Chersicla.
 
RAMONDINO: “NOI POCO CONTINUI NELL’ESECUZIONE”
Il dopogara di coach Marco Ramondino: “Complimenti a Reggio Calabria per la vittoria meritata. La chiave è stata la nostra incapacità di mantenere una buona esecuzione offensiva e una decente qualità nel gioco d’attacco contro la difesa selvaggia – in senso assolutamente positivo – di Reggio Calabria, con la loro capacità di essere aggressivi sul portatore di palla, i loro raddoppi e la loro capacità di giocare sulle linee di passaggio. Poi a questo si è aggiunto, a inizio terzo quarto, un po’ di mancanza di presenza e di durezza a rimbalzo difensivo, con il risultato di concedere diverse seconde opportunità in una gara a punteggio basso. Non credo sia stata questione di stanchezza, che magari è venuta fuori più tardi. Noi non dobbiamo cercare alibi: siamo stati inconsistenti a rimbalzo a inizio terzo quarto. Poi è certo che quando non si fa mai canestro è difficile giocare sereni e con fiducia, ma dobbiamo sempre essere consapevoli che ci sono tanti errori che possiamo evitare. Diamo merito comunque alle qualità dei nostri avversari: all’identità che hanno sempre avuto dall’inizio della stagione, ora hanno aggiunto anche la continuità. L’assenza Sanders e Blizzard? Capita. E in questi casi bisogna trovare il modo di fare il meglio con chi c’è“.
Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author