Junior Casale, crollo nel finale contro Legnano

E’ una partita molto equilibrata quella tra Legnano e Casale, con i rossoblu che lottano su ogni centimetro del parquet, ma nel quarto periodo cedono il passo ai lombardi 72-63. Tra le fila rossoblu da segnalare l’assenza di Di Bella causa influenza.

Ihedioha apre la partita imitato da Palermo: il ferro sputa fuori la tripla di Tomassini, ma ci pensa Martinoni a realizzare e dopo 3’ il punteggio è 5-2. Legnano ha la difesa serrata e la Novipiù sembra in confusione: è Mosley a far volare i suoi sul 12-2. Adesso anche i padroni di casa fanno fatica e Tomassini prova a scuotere i suoi seguito da Natali che piazza la tripla del 12-7. Casale si fa più aggressiva e la coppia Tomassini – Severini rimette in gioco i rossoblu e il quarto si chiude 15-15.

Il secondo quarto si apre con il canestro di Martini e con quello di Tomassini: Casale cerca di spingere fin da subito sull’acceleratore, ma Maiocco va a segno dall’arco (20-21). Tomassini e Severini continuano a far muovere la retina casalese, mentre Legnano litiga con il ferro; Martini realizza entrambi i liberi e tiene Legnano a contatto sul 22-25. Botta e risposta a canestro tra Tomassini e Maiocco seguito dalla tripla di Raivio, e si va all’intervallo sul 32-31.

La tripla di Ihedioha apre il terzo quarto, seguita dal canestro di Natali: arriva anche la tripla di Blizzard che riporta i suoi sul 35-36 dopo 3’. Legnano stringe i denti con Martini che prova a far scappare i lombardi (42-36) mentre Casale fa fatica a trovare la giusta continuità: ci prova Tolbert a cercare una reazione nei rossoblu, che arriva con Valentini. La Novipiù è lì, continua a crederci e il canestro di Bellan firma il 44-42 di fine quarto. 

L’ultimo quarto inizia con il botta e risposta dall’arco di Valentini e Martini: si viaggia in perfetto equilibrio (49-49) in questo inizio di quarto. Legnano mette la testa avanti con Raivio e Maiocco, mentre la Novipiù litiga una volta di troppo con il ferro; i lombardi alzano ancora di più il ritmo e si stringono ulteriormente in difesa, mentre Blizzard realizza solo uno dei liberi (57-50). Legnano continua a segnare approfittando di qualche pasticcio di Casale che prova comunque a lottare fino al termine, ma finisce 72-63.

EUROPROMOTION LEGNANO – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: 72-63 (15-15; 32-31; 44-42)

EUROPROMOTION LEGNANO: Navarini, Maiocco 12, Frassineti ne, Palermo 8, Martini 18, Ihedioha 8, Sacchettini 2, Gastoldi ne, Raivio 14, Tognati ne, Mosley 8, Battilana 2. All. Ferrari

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Tolbert 10, Denegri, Tomassini 17, Natali 5, Blizzard 7, Martinoni 4, Severini 8, Ruiu ne, De Ros ne, Valentini 8, Bellan 4, Ielmini ne. All. Ramondino. 

LE DICHIARAZIONI – Coach Marco Ramondino: «Siamo stati un po’ disattenti sui loro tiratori e poco aggressivi. Loro sono stati bravi a fare le scelte giuste e a trovare canestri importanti. Da un lato sono molto contento della prestazione, dall’altro molto rammaricato perchè abbiamo raccolto meno di quanto seminato e perchè ci sono giocatori che possono segnare con più continuità. Il punteggio non dà idea della qualità messa in campo dai nostri ragazzi, ma faccio i complimenti a Legnano per la vittoria e la bella stagione che sta facendo. Per 35’ abbiamo imposto la partita, li abbiamo tenuti sotto media e con un po’ più di cattiveria e aggressività in più forse saremmo riusciti a portare fino alla fine, punto a punto, questa partita. Dobbiamo guardare alla prestazione e non al risultato e capire che siamo comunque competitivi». 

Coach Mattia Ferrari: «Noi siamo partiti bene complici il loro approccio morbido, ma era logico che una squadra organizzata come Casale tornasse in partita. Sono contento perchè nella difficoltà non ci siamo disuniti e l’ultimo quarto è stato giocato da squadra vera: tutti hanno messo delle qualità».

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author