Juve Caserta, coach Dell'Agnello sulla sfida a Pesaro: "Competitivi come sempre"

Lello Iavazzi, Sandro Dell’Agnello ed Antonello Nevola a “Cestisticamente Parlando” di Radio PrimaRete Caserta da ora anche in podcast.

Undicesimo appuntamento stagionale con “Cestisticamente Parlando”, il rotocalco settimanale di Radio Prima Rete condotto da Francesco Gazzillo, Rosario Pascarella, Sante Roperto e Eugenio Simioli (con regia di Imma Tedesco) in onda dalle ore 19.35 alle ore 20.55 sui 95 Mhz F.M., in streaming su www.radioprimarete.it (in replica ogni giovedì alle 0.05) oppure in podcast sul canale Youtube “Cestisticamente Parlando” e sulla pagina FB Cestisticamente Parlando – Radioprimarete.

Lello Iavazzi:

Dopo le polemiche delle ultime ore, è necessaria una ulteriore tua interpretazione del comunicato stampa, in particolare quella parte relativa agli “pseudotifosi”…

Credo che il comunicato parli chiaro: non ce l’ho con tutta la tifoseria che ci segue sempre con grande passione, ma con 3-4 persone che hanno “consigliato” al giocatore di non tornare a Caserta; ho nome e cognome di queste persone: è una cosa gravissima! Se non sono pseudo tifosi questi, non so come chiamarli…se vogliono gli restituisco i soldi dell’abbonamento e non vengano più al Palamaggió, non abbiamo bisogno di queste persone!

In che condizioni fisiche arriva Amoroso a Caserta?

Amoroso è in buone condizioni e giocherà domenica contro Pesaro. Dal punto di vista tecnico ed imprenditoriale, è la scelta migliore che potessi fare per la squadra. Mi fido al 100% di Amoroso. Avevo già il contratto di Todic firmato, ma credo che Amoroso sia la scelta migliore.

Qual è la reale motivazione della separazione con Amoroso?

Sappiamo che Valerio è un giocatore focoso e di temperamento, ma ci sono delle dinamiche che devono rimanere all’interno dell’azienda/squadra e che i tifosi non è necessario che sappiano.

Cosa intendi per “reale potenziamento della squadra”?

Cerchiamo un giocatore che possa innalzare il livello tecnico della squadra, che rappresenti un reale valore aggiunto e ci faccia fare il salto di qualità. Esterno? Non necessariamente.

Sandro Dell’Agnello:

Come stanno Siva e Gaddefors?

Sono sulla via della guarigione, ma li rivaluteremo alla fine della settimana per vedere se saranno della partita. C’è comunque ottimismo.

Secondo te come sarà accolto Amoroso dalla squadra?

Questo non lo so, lo sapremo mercoledì quando Amoroso rientrerà a Caserta. Credo che siamo tra persone intelligenti, se si presenterà un problema lo affronteremo come sempre. Il giocatore parlerà prima con me e poi con i compagni.

Tu hai allenato almeno 2-3 squadre diverse dall’inizio della stagione visti gli infortuni…

Credo che il complimento più bello lo abbia avuto indirettamente dal comunicato del presidente Iavazzi che ha detto che siamo un “gruppo granitico”. Io non sono uno che si piange addosso nelle difficoltà, lavoro con quelli che ho a disposizione. 

Il tuo pensiero sulla partita contro Pesaro?

Sarà importantissimo il contributo dei nostri tifosi che dovranno sostenere questi ragazzi perché se lo meritano, stanno dando tutto. Credo che se siamo competitivi come al solito, riusciremo a portarla a casa.

Antonello Nevola:

Il momento della squadra?

È certamente un po’ particolare, dato che non siamo al completo, ma comunque siamo fiduciosi per domenica, considerando anche la buona partita che abbiamo fatto a Venezia nonostante l’emergenza.

Il tuo pensiero sul ritorno di Amoroso?

È stato un ritorno che ha varie motivazioni, tecniche ed aziendali. Non è una questione di avere o non avere le risorse, ma quella di saper gestire quello che si ha a disposizione. Non è stato assolutamente un ripiego perché, se non ci fosse stata anche la volontà di Valerio di tornare, non si sarebbe potuto recuperare il rapporto.

Quanto è contato nel ritorno di Amoroso il cambio di preparatore atletico?
Ci sono state varie situazioni che hanno portato Amoroso alla separazione due settimane fa e anche questa ha avuto il suo peso.

Come valuterete un eventuale nuovo innesto che dovrà innalzare il livello della squadra?

Ad oggi non abbiamo fretta, visto il ritorno di Amoroso, il campionato è lungo ma mi sento di dire che potrebbe essere un esterno.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author