Juve Caserta, parla coach Baioni: "Tutti danno l'anima per questa squadra"

La squadra incomincia a girare viste le tre vittorie consecutive. Peccato per l’infortunio di Metreveli…

Peccato davvero, è un infortunio brutto, ci dispiace soprattutto per il ragazzo che è eccellente, ci stava dando una grossa mano. E’ l’unica macchia di un periodo positivo di una squadra che sta giocando una pallacanestro di una qualità superiore alla nostra posizione attuale in classifica.

Nell’immediato, come risolverete il problema lunghi?

Useremo molto spesso Bobby Jones da 5, Gaddefors ci darà una mano nelle rotazioni nel ruolo di 4 tattico. Diventiamo ancora più piccoli e speriamo di sfruttare questo difetto di centimetri a nostro vantaggio.

La JuveCaserta sta disputando un grandissimo campionato, nonostante le rotazioni risicate…

Purtroppo le difficoltà non riguardano solo noi, ma tante altre squadre. Il problema è che qui si pensa più al mero risultato sportivo e non a come lo si raggiunge. Abbiamo sviluppato un senso di emergenza importante perché la squadra si lascia allenare, è molto duttile visto che giocatori come Jones, Gaddefors e Giuri riescono a ricoprire più ruoli all’interno del nostro sistema.

Ci sono differenze tra questa JuveCaserta e quella dell’anno scorso?

Erano due squadre con un’interpretazione del gioco diversa. Questa è una squadra che ha più centimetri, più fisico e più forza sul perimetro, quella dell’anno scorso era più tecnica e aveva una gestione migliore del possesso. Quest’anno abbiamo un pivot verticale come Hunt rispetto all’Ivanov dell’anno scorso, ma entrambe le squadre avevano giocatori con un forte senso di responsabilità che hanno dato e stanno dando l’anima per la causa della JuveCaserta.

Come ti spieghi il terzo e il quarto quarto della partita contro Bologna?

L’ultimo quarto è stata una presa di consapevolezza di una squadra che ha giocato un terzo quarto orribile che faccio fatica a spiegarmi. I ragazzi sapevano dell’importanza della partita e nell’ultimo quarto hanno fatto le scelte giuste, mentre nel terzo quarto abbiamo sbagliato la gestione dei singoli possessi offensivi.

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author