Juve, il riscatto ora o mai più

Cronache di Caserta

Juve, il riscatto ora o mai più

di Tommaso Staro

CASERTA – Il classico appuntamento che può dare una svolta al tuo destino, nel bene o nel male. Si presenta così il match che vedrà impegnata oggi pomeriggio la Pasta Reggia, chiamata a lanciare il guanto di sfida alla Openjobmetis Varese in occasione della undicesima giornata del girone di andata del campionato Beko.

Come quello della scorsa settimana contro Milano, anche quello odierno è un incontro che, in un passato ormai sbiadito dal trascorrere del tempo, ha scritto tante pagine indimenticabili nella storia della pallacanestro ‘made in Italy’. Un confronto tra due piazze blasonate che, per un motivo o per un altro, si ritroveranno tra poche ore nel ventre del Palamaggiò – in una situazione di classifica poco consona al loro background – a contendersi una posta in palio pesantissima nonostante alla fine della regular-season manchino ancora venti partite da giocare. Una posta in palio talmente alta che giustifica la politica di prezzi al ribasso promossa dalla società bianconera che spera di vedere il pubblico delle grandi occasioni sugli spalti di un Palamaggiò chiamato, mai come questa volta, ad essere il sesto uomo in campo. Non sarà una partita facile da approcciare dal punto di vista psicologico per la truppa di coach Markovski. Non lo potrà essere, d’altronde, perché la Pasta Reggia, senza troppi giri di parole, è letteralmente spalle al muro, costretta a risalire in fretta la corrente per non vedere se stessa naufragare tra i flutti di un torneo che avrebbe dovuto riservarle ben altre sorprese. Zero sconfitte ed un ultimo posto in classifica che rischia di cristallizzarsi se il trend non subirà una radicale inversione di rotta. In una tale situazione, tutt’altro che idilliaca, Mordente e compagni proveranno contro la compagine di coach Pozzecco a dare il via ad un nuovo campionato, in cui le delusioni, i rimpianti e le paure dovranno essere soltanto un lontano ricordo. In ogni caso, rimettere in piedi una stagione è ancora possibile; è questo il messaggio che si legge dall’operato del front office bianconero, voglioso di dare una scossa all’intero ambiente e ad un roster che, oggi pomeriggio, potrà contare sull’apporto dei due nuovi arrivati: il play sloveno Aleksandar Capin e la guardia bulgara Bozhidar Svilenov Avramov. Due new entry che, nelle intenzioni di coach Markovski, dovranno garantire maggiore pericolosità sul perimetro ed un’adeguata lucidità in cabina di regia, fin qui terra di nessuno soprattutto quando la palla scottava ed ogni lettura di gioco poteva essere decisiva. Insomma, a Caserta la sensazione è che la speranza per un futuro migliore sia tornata nuovamente ad albergare nel cuore di una tifoseria visibilmente scossa ma, allo stesso tempo, desiderosa di far sentire la sua vicinanza ad una Juve chiaramente alla ricerca disperata di punti e di fiducia nelle sue potenzialità. Senza Moore e Gaines (approdato, quest’ultimo, alla Vuelle Pesaro, diretta concorrente della Pasta Reggia nella lotta per la permanenza nella massima serie), allora, i bianconeri si apprestano a vivere un pomeriggio di passione, al termine del quale l’ago della bilancia delle sue azioni potrà essersi spostato nella direzione di un’auspicabile ripresa o segnare ineluttabilmente la direzione di un destino da cui la Juve difficilmente potrà sottrarsi. Di mezzo a tutto ciò, ci sarà una Openjobmetis Varese reduce da due preziose vittorie consecutive (contro Bologna e Brindisi) e con il vento in poppa per salpare verso lidi sempre più lontani dai bassifondi della classifica.

Palla a due alle 18,15; sono stati designati a dirigere l’incontro i signori Saverio Lanzarini di Bologna, Alessandro Vicino di Argelato (BO) e Fabrizio Paglialunga di Massafra (TA). In occasione della partita andrà in scena il Teddy Bear Toss: una simpatica azione di solidarietà per i bambini ammalati. Tale iniziativa si estrinsecherà nel lancio di un pelouche in campo dopo il primo canestro realizzato da una delle due squadre. I pupazzi verranno raccolti e saranno consegnati dalla Juvecaserta ai bambini ricoverati presso il reparto di pediatria dell’Ospedale S.Anna e S.Sebastiano di Caserta.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author