Juvecaserta, Kuba Diawara esalta il lavoro della squadra contro Cremona e punta dritto ai playoff

Ospite d’eccezione ieri durante la trasmissione “Cestisticamente parlando” in onda su Radio PRIMARETE Caserta, l’ala della Juvecaserta Yakhouba Diawara ha analizzato l’ultimo successo casalingo della squadra campana su Cremona per 79-75 sottolineando anche quelli che sono gli obiettivi a breve termine per raggiungere il treno playoff.

Kuba, grande partita della JuveCaserta domenica grazie anche al tuo contributo…
Grazie soprattutto a tutta la squadra! Abbiamo giocato molto male i primi 25 minuti, mentre gli ultimi 15 minuti abbiamo fatto un buon lavoro in difesa e in attacco, ma ciò grazie a tutta la squadra.

Secondo te cosa è cambiato tra i primi 25 minuti e i secondi 15 della partita di domenica?

Abbiamo messo più grinta in difesa. Nei primi 25 minuti abbiamo fatto un po’ come contro Varese, dopo è cambiato qualcosa in difesa, il coach ci ha parlato dopo il primo tempo e ci ha detto di giocare bene a casa davanti ai nostri tifosi.

Come ti trovi a Caserta?

Molto bene! Sono arrivato qui due settimane fa, ho fatto tre giorni molto buoni, poi sono andato via prima di avere il contratto. Sono molto contento, ho visto la squadra molto bene, così come la società. Chi non conosce Caserta? Tutti sanno che è una grande squadra che ha fatto anche i playoff una decina di anni fa. Sono molto contento adesso, spero di fare ancora di più.

Come stai fisicamente adesso? Preferisci giocare da 3 o da 4?
Mi sento bene, anche se devo ancora prendere il ritmo di gioco. Preferisco giocare da 3 perché sono veloce, posso andare in post basso, posso giocare contro piccoli e lunghi, posso correre con la palla, senza palla, in ritmo. Sono un giocatore che ha bisogno di ritmo.

L’obiettivo tuo personale e della squadra per il campionato?
L’obiettivo della squadra sono i playoff, ma dobbiamo pensare ad una partita alla volta. Speriamo di giocare i playoff! Per me l’obiettivo è quello di giocare bene e aiutare la squadra, un regalo per me sarebbero i playoff con Caserta.

Prima di venire a Caserta, hai avuto altre offerte…

E’ vero, ma non sono venuto a Caserta solo per una questione economica. Ho avuto contatti con altre squadre come Capo D’Orlando e Pistoia, ma ho visto come gioca Caserta e mi piace molto sia l’allenatore Dell’Agnello che il suo assistente Daniele (Michelutti nds). Ho visto questa squadra giocare e con il mio gioco posso aiutarla insieme con la mia esperienza e la mia leadership.

Appese le scarpette al chiodo, quali sono i tuoi programmi?

Vorrei fare l’allenatore delle squadre giovanili, mi piace allenare gli under 15-17, che sia in America o in Francia o in Italia…

Commenta
(Visited 94 times, 1 visits today)

About The Author