Keene dall'arco “gela” l'Eurotrend

Un’Eurotrend da alti e bassi nella prima uscita stagionale in campionato. Al PalaPirastu di Cagliari, i rossoblù di Michele Carrea cedono solo sul finale, all’ultimo secondo, incassando un missile micidiale di Marcus Keene (23 punti). Per Biella, che torna a casa con troppe palle perse (17) e una fase di concentrazione dentro al match da resettare, il report del quarantesimo mette in evidenza i 26 punti di capitan Ferguson, i 15 di Tessitori – con 11 rimbalzi – e i 14 di Bowers.

Alla palla a due i padroni di casa schierano Keene, Bucarelli, Matrone, Ebeling e Rovatti; coach Carrea risponde con Ferguson, Chiarastella, Bowers, Uglietti e Tessitori. L’Eurotrend parte con il piede giusto e si porta al comando nei primi cinque minuti 12-5 con Uglietti, Ferguson e Bowers. Nella seconda metà del primo quarto però cambia l’inerzia, Biella commette qualche disattenzione di troppo e la Pasta Cellino con un break di 6-0 si riporta a un possesso di svantaggio. Il sorpasso per gli uomini di coach Paolini arriva a 2’10” dalla prima pausa: Bucarelli con un 2+1 sigla il 17-16. Sul finale della frazione i lanieri ricuciono con Chiarastella e Uglietti: 21-17 al 10°.

Cagliari scatta sul +9 con Keene, trascinatore dei suoi nella fase di rimonta, e Allegretti; i lanieri replicano con le giocate di Bowers e due liberi di Tessitori ma il gap a tabellone non varia. Al rientro dal secondo time out della serata per coach Carrea, i piemontesi ritrovano lo smalto di inizio match e firmano il -1 che obbliga Riccardo Paolini al minuto di sospensione. Equilibrio nei possessi conclusivi del primo tempo. Biella rientra nello spogliatoio sotto di due, 42-40, e 12 punti a referto di Tim Bowers.

Ferguson bagna la ripresa dall’arco e riporta l’Eurotrend in vantaggio, ma la formazione sarda non demorde e in pochi giri di orologio ribalta tutto: 47-43. Il parziale scappa via sui binari dell’equilibrio, poi Ferguson ci prova da tre, sbaglia, ritenta poco dopo e insacca per il +3. Il sali e scendi di un quarto piacevole da godersi sugli spalti rivede la Pasta Cellino avanti con un trittico di canestri di Roberto Rullo e, nei minuti conclusivi, Biella appoggiarsi al talento del suo capitano. Allo scadere Jazz scocca dalla lunga, il pallone danza sul ferro e smuove la retina: +1 per i biellesi alla mezzora, 59-60.

L’ultimo periodo si apre come si era concluso quello precedente: due missili di capitan Ferguson, perfetti, consentono all’Eurotrend di allungare a +7 e obbligano la panchina di casa a prenotare la sospensione. Alla rientro sui legni, Cagliari minuto dopo minuto con Rullo e Bucarelli riduce a -2, poi Chiarastella dall’arco vanifica buona parte della rimonta ma Keene decide di seguirlo a ruota a 5’10” dal gong: è il canetro del 71 pari. Sul nuovo equilibrio a tabellone, il finale è da cardiopalma. Tessitori in schiacciata porta Biella a -2, 77-75, Rullo dalla lunetta fa bottino pieno ma i rossoblù di Carrea riescono a timbrare un nuovo pareggio con Sgobba e Uglietti. Il cronometro registra 14” ancora da giocare, la palla è nelle mani di Cagliari che temporeggia, gioca sul filo dei secondi con Keene e a un amen dal game over infila la tripla che fa esplodere il pubblico sardo. Per l’Eurotrend c’è giusto il tempo per provare la bomba che avrebbe raddrizzato nuovamente tutto. Avrebbe, perché purtroppo la parabola di Bowers non centra l’anello: 82-79 al quarantesimo.

Pasta Cellino Cagliari-Eurotrend Biella 82-79
Parziali: 
21-17, 42-40, 59-60.
Pasta Cellino Cagliari: Ibba n.e., Cau n.e., Keene 23, Allegretti 6, Turel 6, Rullo 25, Ebeling 7, Matrone, Bucarelli 13, Bonfiglio, Rovatti 2. All.: Paolini.
Eurotrend Biella: Ferguson 26, Chiarastella 8, Bowers 14, Uglietti 8, Ambrosetti n.e., Pollone L., Danna, Rattalino, Tessitori 15, Sgobba 8. All.: Carrea.
Arbitri: Radaelli, Vita, Del Greco.

Fonte: Uff. stampa Biella

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author