La BPC VIRTUS CASSINO espugna il Pala Mangano di Scafati

Una grandissima BPC Virtus Cassino espugna il PalaMangano di Scafati confermandosi al 3° posto in classica del Campionato Nazionale di Serie B , girone C, 2015 – 16 , quando ormai mancano solo tre giornate al termine della regular season . Già perché la BPC Virtus Cassino ha staccato ormai da 15 giorni il pass per la post season ed ora c’è in palio la miglior posizione per affrontare i playoff stagionali .

E’ stata davvero una grande Virtus quella che i tenaci tifosi cassinati al seguito di Carrizo e soci hanno potuto ammirare nell’impianto campano . Una BPC Virtus Cassino che aveva il compito di riscattare la sconfitta dell’andata venuta per mano di Di Capua e compagni  nello scorso mese di dicembre al termine di una gara completamente diversa dal punto di vista tattico da quella a cui abbiamo avuto modo di assistere oggi.

Iovino, il coach campano , alla vigilia aveva dichiarato “ Veniamo da 3 vittorie consecutive ma sappiamo che arriverà a Scafati un aversario temibile che non ha mai nascosto le proprie  velleità di promozione. Però siamo consapevoli che tutto dipenda da noi e da quanta voglia ed intensità metteremo sul campo da gioco “ .

Ebbene di certo l’intensità non è mancata per i gialli padroni di casa ma stasera al PalaMangano di Scafati c’era una Virtus Cassino tostissima . Una Virtus Cassino versione deluxe  che non ha mai perso il bandolo della matassa e come un diesel ha macinato i rivali costringendoli, con una progressione da passista scalatore , se si vuole usare una metafora ciclistica , alla resa già nel corso della terza frazione di gioco .

La forbice si è allargata man mano inesorabilmente tra le due formazioni con Cassino che è rimasta sempre in completo controllo della gara , padrona del proprio destino e di quello delle sorti del match.

E’ stata una affermazione ottenuta con la consapevolezza delle grandi squadre, portata a casa con grande autorità . La BPC Virtus Cassino, ha praticamente imposto la sua legge a partire dal secondo quarto su un campo complicatissimo  come quello del Pala Mangano. Una grande prova di maturità per la squadra della città martire, che dimostra di essere consapevole della propria forza e soprattutto ha dimostrato di aver tenuto botta , dal punto di vista mentale , all’affermazione con la prima della classe , Eurobasket , di ormai 20 giorni fa e di non essere rimasta irretita dalla sosta pasquale e di continuare imperterrita la sua marcia da grande protagonista.

Coach Vettese parte subito con  il quintetto classico : Lovatti , Grilli , Dri , Castelluccia e Ianes . Quintetto di partenza della Cesarano di coach Iovino composto da Di Capua, Sergio, Mlinar, Carrichiello e il neo acquisto Forte. Cassino è già sul pezzo , fin dall’avvio , e piazza un 0-5 prima di subire il sorpasso campano ad opera di Di Capua. Dopo 5’ di gioco il risultato è sul 10-9 per la Cesarano. La prima frazione prosegue sul filo dell’equilibrio con triple a segno da parte di entrambe le squadre, che vanno al primo riposo sul 20-18. Non prima di aver assistito nell’ultimo minuto a una tripla di  Carrichiello e poi ad una conclusione ravvicinata di Biagio Sergio. Inframmezzata però dalla caparbia reazione di un Cassino che  non demorde anche se privo di Ianes, in panca per aver commesso già due falli. Gli uomini di Vettese restano incollati ai padroni di casa , il primo quarto si chiude con Scafati in vantaggio  come detto per 20 a 18. Resterà l’unico parziale a favore dei padroni di casa .

Nel secondo periodo Cassino passa avanti grazie a un break di 11 a 2  e in seguito si affida alla buona vena di Dri per ampliare il distacco della rivale di giornata. Il marine cassinate con le sue incursioni procura il vantaggio cassinate ,25-31 a 5’35’’ dalla pausa lunga . Carrizo piazza una tripla dall’angolo che fa calare il silenzio nel Palamangano: i gialloblù padroni di casa non riescono a farsi sotto . Entra Malick per Iovino. E proprio lui, a 1’50’’ dal termine del quarto a portare la squadra sul -6. Cassino però non è in vena di disattenzioni e soprattutto di regali  e mette a segno ancora punti importanti, soprattutto con il sempre più ispirato Dri che porta i laziali sul momentaneo +10. Saranno due tiri liberi di Biagio Sergio a concretizzare il 32-40. Dopo un canestro di Di Capua, sulla sirena ancora il numero 33 ospite, questa volta da 3, ferma il risultato sul 34-43 per Cassino.

Al ritorno in campo si erge a protagonista Grilli, che fa arrivare il vantaggio dei suoi a un rassicurante +15, ben gestito dai rossoblu fino all’ultimo riposo. I minuti passano, e gli uomini di coach Iovino non riescono a risalire la china. Il tecnico chiama timeout. Al ritorno in campo Di Capua guadagno un fallo e realizza due tiri liberi su due. Il risultato è sul 38-52 per gli ospiti e mancano 4’30’’ alla fine del quarto. Si procede con un testa a testa emozionante fino al termine dei terzi 10 minuti di gioco . Allorquando il redivivo Lovatti  , ancora sulla sirena,  piazza una tripla devastante per le aspirazioni dei padroni di casa . La frazione termina sul 47-61 per gli ospiti rossoblù della BPC Virtus Cassino .

Nell’ultimo quarto la Cesarano prova timidamente a rifarsi sotto ma ancora Lovatti e poi Liburdi aggiornano il massimo vantaggio a +20 . Cassino continua la sua cavalcata. Per un attimo i campani sembrano rosicchiare qualcosa  ma  coach Vettese è attento anche se costretto a chiamare time out per parlarci sopra. Passano i minuti e gli ospiti non abbassano mai il livello della propria performance soprattutto mentale. Grinta e cuore sono gli ingredienti che  gli uomini di Coach Iovino mettono sul parquet nel tentativo di recuperare . Ma gli avversari sono incontenibili e cinicamente continuano a segnare. A 3’37’’ dal termine della sfida è +14 per Cassino (59-73). Un ottimo Biagio Sergio, tra i migliori dei suoi, realizza un altro punto dalla lunetta. Il destino della gara però  non cambia con i rossoblù che  alla fine possono esultare sotto lo spicchio di tribuna dove esultano festanti i sostenitori cassinati .

“Siamo stati bravi e concentrati fino al 40esimo “ afferma raggiante a fine gara coach Vettese “ ma non abbiamo fatto nulla . adesso ci aspetta una gara difficilissima come quella con Empoli e noi non dobbiamo distrarci nemmeno per un attimo . Il nostro destino è nelle nostre mani e dobbiamo indirizzarlo secondo i nostri desideri . Perciò testa bassa e pedalare fino al traguardo “ conclude il coach cassinate

 

Cesarano Scafati – BPC Virtus Cassino 60-81

Parziali 20-18, 14-25, 13-18, 13-20
Cesarano Scafati: Seguenti Monacelli 3 (1/3 da tre), Di Capua 11 (3/8, 1/5), Mlinar 8 (4/7 da due), Carrichiello 17 (6/17, 1/4), Malpede 4 (1/2, 0/1), Sergio 15 (2/4, 1/5) N.E.: Cucco

All.Iovino
Tiri Liberi: 14/20 – Rimbalzi: 31 21+10 (Sergio 12) – Assist: 10 (Sergio 5) – Cinque Falli: Carrichiello
BPC Virtus Cassino: Grilli 14 (1/5, 2/4), Castelluccia 9 (3/6 da tre), Ausiello 5 (1/3 da tre), Ianes 8 (4/8 da due), Carrizo 15 (2/4, 3/5), Lovatti 8 (1/3, 2/4), Dri 16 (4/7, 2/3), Liburdi 6 (2/4 da due)

All.Vettese
Tiri Liberi: 14/16 – Rimbalzi: 42 34+8 (Dri 10) – Assist: 18 (Carrizo 6)

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author