La BPC Virtus Cassino supera Venafro e continua la corsa

La BPC Cassino non si ferma di fronte a Venafro , avversario di giornata in occasione della quinta di andata della regular season , archivia la pratica già a metà dell’evento agonistico e prosegue la corsa in classifica.

La Virtus Cassino fa valere tutta la differenza tecnica nei confronti di Venafro ed ha colto il terzo successo consecutivo e mantenuto l’imbattibilità interna con un 3 su 3 nelle gare disputate sul parquet amico del Soriano di Atina. I rossoblù di coach Vettese toccano quota 90 punti per la seconda partita di seguito, sfoderando un’altra prova da incorniciare. In particolare tra i cassinati si mette in luce Ausiello , MVP di serata , ed insieme a lui brillano sia Ianes ( ennesima doppia “doppia” per lui , 16 punti e 13 rimbalzi ) che capitan Manuel Carrizo.

Vettese parte in questa occasione con un quintetto davvero inedito : Dri in cabina di regia, Grilli e Ausiello esterni, Ianes e Del Brocco sotto canestro; panchina per Lovatti e Carrizo. Proprio Ausiello prova a far scappare subito i suoi. Padroni di casa che toccano il +13 dopo poco più di 6′ con un canestro di Ianes, prima che l’ex Loughlimi limiti i danni sul 26-20 , punteggio con cui si va alla prima pausa. Note liete per Cassino sono rappresentate dal ritorno in campo di Manuel Del Brocco che si destreggia bene nel pitturato e soprattutto regala tante buone giocate che deliziano il pubblico in tribuna. E’ sicuramente un giocatore ritrovato che sta crescendo e ritornerà utile nel prossimo futuro per le rotazioni di una Virtus Cassino che con questo successo si colloca alle spalle della battistrada in classifica Eurobasket.

In avvio di secondo quarto Venafro torna a -3 con la tripla dell’ex Sora Chiari, ma Vettese ha in mente l’ingresso di Carrizo. “El capitan” entra sul parquet e la Virtus sembra avere una scossa decisiva. Le sorti del match cambiano repentinamente ; l’argentino con la sua classe cambia volto al match. Il gaucho guida i suoi anche al +20 (con l’apporto del solito Ianes) e la Virtus va all’intervallo avanti 49-30.

E’ il momento chiave del match . Si scava un solco tra le due formazioni che difficilmente potrà essere colmato dagli ospiti .

E’ così è. Nel terzo periodo si ha la netta sensazione che la Virtus sia in completo controllo del match stesso. Due triple di Ausiello nel secondo minuto di gioco stabilizzano il vantaggio della Virtus Cassino oltre le 20 lunghezze , distacco che consente a Lovatti e compagni di dormire sonni tranquilli. La pratica è archiviata . Si gioca praticamente senza sussulti per i restanti 18 minuti . C’è però una sfida tra Loughlimi , ex di giornata in vena e voglioso di ben figurare al cospetto del pubblico amico , e le V rossoblù . Il libico è l’ultimo dei suoi a mollare ed evoca nostalgie nel pubblico cassinate presente al PalaSoriano di Atina Inferiore. Pubblico che aveva applaudito il giocatore molisano con una standing ovation prima del match allorquando il direttore sportivo del team padrone di casa, Manzari, lo aveva simbolicamente premiato in ricordo della stagione vincente vissuta con i colori della BPC Virtus Cassino nel 2012-13.

Il periodo è un monocorde assolo delle V rossoblù che sono in perfetto controllo della gara e non mostrano segnali di cedimento alcuno . Coach Mascio prova ad alternare le difese nel tentativo di poter impensiere il suo dirimpettaio Vettese il quale però ruotando tutti gli effettivi, manda a referto anche l’under Marco Cerniz. Il “piccolo” triestino mostra buoni segnali di gestione della gara e si mette in luce con un paio di assist di buona fattura.

Nel quarto periodo i molisani ospiti provano a rosicchiare qualcosa ma ancora due triple di Ausiello prima e poi dell’altro ex di giornata Fabio Lovatti, mandano in orbita i cassinati (+26). Rossoblù che continuano a gestire l’incontro senza alcun patema. Largo spazio alla panchina cassinate in tutto il secondo tempo, con i rossoblù che come dicevamo mandano a referto tutti i loro effettivi e mettono in mostra tutto il loro potenziale offensivo.

Cassino chiude la gara sul 91 a 64 grazie a due liberi dell’ottimo e sempre presente Ianes proprio sul filo di lana . Note dolenti ancora sul fronte Cassino per l’insufficiente prestazione di Roberto Chiacig .

Secondo alcuni osservatori poteva essere definito come un derby ma in effetti tale non può essere considerato . Infatti è stata la prima volta che le due formazioni si affrontavano in una gara ufficiale . “Proprio così non poteva e non può essere un derby con Venafro “ conferma il DS della Virtus , Leonardo Manzari “Nello sport, si usa il termine derby per definire sfide tra squadre della stessa città o della stessa zona geografica in termini regionali . Il termine viene anche usato per gare che oppongono squadre che, per questioni geografiche, sociali o politiche hanno fra loro una rivalità storica molto accesa. E noi onestamente non abbiamo alcuna rivalità storica accesa con la società venafrana che al contrario rispettiamo per storia e tradizione . Non possiamo nemmeno paragonarci a loro in quest’ottica dobbiamo solo apprendere” chiude il commento il dirigente cassinate.

“Abbiamo messo altri due punti in cascina e proseguiamo. Bene così . Abbiamo faticato dal punto di vista tecnico a tenere i loro piccoli in alcune fasi del match , ma ad ogni modo stiamo imparando invece ad adattarci alle condizioni tattiche che di volta in volta si parano sulla nostra strada , come stasera la zona proposta dai nostri avversari. “ così l’incipit del commento alla gara di coach Vettese. “ Adesso ci prepariamo alla prossima gara che come al solito non sarà affatto facile , infatti ci attende la trasferta di Fondi , squadra giovane con caratteristiche tecniche e tattiche in grado di procurarci dei grattacapi se non la affronteremo con la dovuta concentrazione.” Così il coach venafrano archivia la serata ed apre lo scenario della prossima gara per una Virtus in “working progress” ma che mostra costantemente segnali di crescita continua e progressiva.

BPC Virtus Tsb Cassino – Basket Venafro 91-64

Parziali : 26-20, 23-10, 20-16, 22-18

BPC Virtus Tsb Cassino: Grilli 10 (2/6, 1/4), Castelluccia 4 (2/3, 0/1), Ausiello 24 (6/8, 3/7), Chiacig 2 (1/3 da due), Ianes 16 (6/8 da due), Carrizo 18 (4/5, 3/6), Lovatti 6 (2/4 da tre), Dri 2 (0/3, 0/2), Del Brocco 7 (3/5 da due), Cerniz 2 (1/1, 0/1)

All. Vettese

Tiri Liberi: 14/21 – Rimbalzi: 41 27+14 (Luca Ianes 13) – Assist: 22 (Giovanni Ausiello 6)

Venafro: Durante 2 (1/1 da due), Cancelli 2 (1/2 da due), Loughlimi 30 (8/16, 3/5), Capuano, Minchella 2 (1/3, 0/3), Tamburrini 11 (5/13, 0/1), Fossati 2 (1/6 da due), Chiari 12 (2/2, 2/4), Montanaro 3 (1/2 da tre)

All. Mascio

Tiri Liberi: 8/12 – Rimbalzi: 24 19+5 (Mohamed Loughlimi 8) – Assist: 11 (Mario Tamburrini 6) – Cinque Falli: Massimiliano Fossati

MVP : Ausiello e Loughlimi

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author