La Bull Basket Latina strizza l'occhio alla serie A2

La Bull Basket Latina strizza l’occhio alla Serie A2. Il sodalizio del capoluogo pontino sta valutando l’ipotesi di chiedere il ripescaggio nella seconda serie nazionale, da disputare, interamente, con l’importante squadra giovanile che sta allestendo. Dopo l’ottima stagione scorsa – chiusa con il quarto di finale dell’Under 19 alle finali nazionali e con l’accesso ai play off di Serie A3 con la prima squadra – la società del presidente Massimiliano Di Maria non vuole abbassare l’asticella. Anzi, a livello giovanile la Bull Basket Latina è pronta a raddoppiare ed è decisa a strutturarsi per raggiungere traguardi importanti anche con l’ Under 18 e l’ Under 16.

Il progetto giovanile prosegue, dunque, ed in virtù dell’importante reclutamento che la Bull sta effettuando, proprio per far crescere nel migliore dei modi le ragazze che ne faranno parte, il sodalizio biancoverde sta seriamente lavorando sull’ipotesi di chiedere il ripescaggio ad un torneo di alto livello come può essere proprio la Serie A2. Una categoria che potrà permettere alle giovani leve biancoverdi di confrontarsi con giocatrici esperte e tecnicamente molto valide: un confronto che permetterà loro di accrescere il bagaglio tecnico e di esperienza, nel contesto di un progetto formativo davvero ambizioso.

Dopo il rinnovato accordo con coach Roberto Russo – che ha così spento le tante voci che ultimamente lo avevano dato sulle panchine di mezza Italia – nel prossimo fine settimana partiranno gli stage che vedranno arrivare a Latina tantissime baby giocatrici classe 1998, 1999 e 2000. Tanti tra i migliori talenti del basket giovanile nazionale saranno dunque di scena sul campo della Don Milani di Latina, altri saranno valutati nei giorni successivi, compatibilmente agli impegni in Nazionale del coach casertano. Proprio da questi incontri verrà fuori il gruppo che comporrà il roster 2015-16 della Bull Basket Latina.

Come sempre gli stage serviranno a noi per valutare potenzialità e futuribilità delle atlete – commenta coach Roberto Russo – e alle ragazze per conoscere noi, il progetto tecnico e l’ambiente. E’ fondamentale che chi decida di vivere un’esperienza bella ed intensa come questa, ma lontano da casa, possa condividere con la propria famiglia, in maniera assolutamente consapevole, la valutazione di tutti gli aspetti logistici e strutturali che sono annessi e sui quali la società, forte dell’anno di esperienza in quanto a foresteria completamente giovanile, porterà tante importanti novità”.

Dal punto di vista tecnico – continua l’allenatore casertano – il fatto che la squadra giovanile rappresenti, tout court, anche la Prima Squadra che parteciperà al campionato senior, senza pressioni legate al risultato, è la migliore garanzia possibile in quanto a qualità del percorso e, inoltre, accresce il senso di responsabilità di un team che godrà, in questo modo, delle attenzioni quotidiane di tutto l’ampio staff tecnico e medico che la società ci mette a disposizione.
Ho la fortuna e l’ entusiasmo di poter lavorare su un progetto davvero ambizioso, quello della Bull Basket, che si basa su solide fondamenta costruite negli anni e che, nonostante continui a crescere, non smette di porsi, come unico obiettivo finale, quello del miglioramento individuale di ogni atleta. I risultati di squadra saranno solo la conseguenza
”.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author