LA CESARANO CHIUDE AL SESTO POSTO SARÀ CASSINO LA PRIMA RIVALE DEI PLAY-OFF

LUISS ROMA – CESARANO SCAFATI 96-92
È stata una gara dal risultato in bilico sino all’ultimo secondo, l’ultima giornata di campionato tra la Cesarano Scafati Basket e la Luiss Roma, con entrambi le squadre che non hanno mollato un colpo, regalando grande spettacolo al pubblico presente. Una sfida che ha visto come grandi protagonisti, per le fila della Cesarano, Vincenzo Di Capua e Marko Mlinar rispettivamente realizzatori di 25 e 23 punti con il croato che, inoltre, porta a casa anche 12 rimbalzi totali, ma anche Salvatore Forte, fermatosi a quota 18 punti e 7 rimabalzi.
Buone notizie, quindi, per Coach Iovino, in vista dei play-off. I gialloblù, infatti, tra una settimana sfideranno, avendo chiuso la regular season al sesto posto, la terza in classifica, ovvero Cassino, per la prima sfida post-season verso la promozione in A2.

Ma torniamo alla gara di stasera.
Il quintetto iniziale della Cesarano Scafati Basket vede Di Capua e Cucco in cabina di regia, Forte, Sergio e Mlinar. Per la squadra di casa, in quintetto ci sono Faragalli, Ramenghi, Marcon, Gorrieri e Rambaldi. Pronti, via, il primo possesso è in favore dei padroni di casa, tuttavia ad aprire le marcature ci pensa un incontenibile Forte con una tripla; pronta la risposta di Rambaldi da due. I due andranno avanti per tutto il quarto con un botta e risposta incredibile (infatti chiuderanno il quarto con 29 punti in due). Un primo quarto, quindi, frenetico e ad alte percentuali, concluso dallo stesso Forte, che aveva segnato i primi punti della gara, con un canestro allo scadere. Risultato dopo 10 minuti di gioco sul 21-33 per i gialloblù.

Nel secondo quarto partono bene ancora una volta gli uomini di coach Iovino che vanno a segno con una tripla di Cucco, e subito altri due punti di Dieye; la risposta arriva solo dopo tre liberi di Sergio (fallo subito su tiro da 3) e tre canestri consecutivi di Mlinar, che costringono al timeout coach Paccariè. Rientro in campo dei suoi con un altro spirito, guidati dal lungo Ramenghi che schiaccia, torna in difesa, e va ancora a segno col fallo subito. Negli ultimi sprazzi di quarto, Di Capua rimette tutto in ordine con due triple, per finire il secondo periodo sul 42-55 per i suoi.

Il secondo tempo inizia con gli stessi quintetti iniziali, eccezione fatta per Beretta, dimostratosi positivo nella prima parte di gara. Il quarto sarà tutt’altro che positivo per la Cesarano, che perderà il parziale per 30-20 dopo i ripetuti attacchi di Ramenghi, e della schiacciata in contropiede di Marcon, che costringono coach Iovino al timeout. Per i gialloblù, solo Di Capua e Mlinar riescono a mantenere il peso dell’attacco, tuttavia a quest’ultimo gli viene fischiato un fallo tecnico. Fine terzo quarto sul 72-75.

Nell’ultimo quarto succede di tutto: Mlinar apre con un gioco da tre punti, Marcon va a schiacciare in contropiede, e per tutto il quarto si gioca di controsorpassi. Ad un minuto dalla fine, sul risultato di 88-91 per la Cesarano, Di Capua penetra, senza subire fallo, ma andando a sbattere con la testa e la spalla sulla struttura sottostante il canestro, ove resta fermo dolorante; intanto anche Mlinar a terra, e gli arbitri lasciano proseguire fino alla tripla del pareggio, momento in cui si decidono a fermare il gioco. Intanto c’è caos generale e Di Capua, dopo essersi rialzato, viene espulso in seguito alle provocazioni di Rambaldi, che rimane impunito a differenza del play campano. Mancano a questo punto 50 secondi, ed in seguito all’espulsione, due liberi per Rambaldi, che vanno a segno. Successivamente fallo di Malpede che manda in lunetta il numero 12, Marcon, che segna solo uno dei due liberi. Timeout di Iovino a -19 secondi allo scadere; fallo su Cucco che segna il primo, sbaglia il secondo per un rimbalzo che arriva da parte di Mlinar, ma in una posizione scomoda e quindi non riesce a segnare, consentendo ai padroni di casa di catturare il rimbalzo. È lo stesso Faragalli che conquista il pallone, subisce un altro fallo e mette a segno i due punti per il 96-92 finale.

Di seguito il tabellino della gara:

Luiss Roma – Cesarano Scafati Basket 96-92

(21-33) / (21-22) / (30-20) / (24-17)

Luiss Roma: Faragalli 7, Chiatti 7, Ramenghi 18, Marcon 20, Rambaldi 23, Beretta 6, Bristot, Sorrentino, Scuderi 15, Gorrieri. Coach Andrea Paccariè

Cesarano Scafati Basket: Falco n.e., Dieye 2, Di Capua 25, Mlinar 23, Carrichiello n.e., Forte 18, Massimino, Malpede 4, Cucco 13, Sergio 7. Coach Luigi Iovino

 

Non resta, quindi, che dare l’appuntamento alla prima gara dei play-off, prevista per il prossimo week-end a Cassino. Per Gara 2, invece, bisognerà attendere Giovedì 5 Maggio quando al Palamangano di Scafati, la Cesarano Scafati Basket accoglierà il primo avversario play-off.
Vietato mancare e, come sempre, Forza Cesarano!

Ufficio Stampa
Biagio Adinolfi

 

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author