La.Co. Ozzano nuovamente beffata

La.Co. Ozzano – Asset Banca San Marino 74 – 78

Parziali: 20-14; 39-39; 60-60

OZZANO: Saccardin 7, Pasquali, Verardi 5, Mini 13, Rossi, Castellari ne, Carretti 16, Teglia, Guazzaloca 13, Rambelli 11, Gianasi 9 – All. Grandi

SAN MARINO: Frigoli 11, Gamberini 21, Mcina 7, Polverelli 11, Borelli ne, Ravaioli 2, Zannoni 6, Balestri ne, Pasolini, Caronna 20 – All. Foschi

Arbitri: Resca – Rovigatti

 

C’è tanto amaro nella bocca dei New Flying Balls, usciti sconfitti dal PalaGira 74 a 78 dopo un match punto a punto dove i ragazzi di coach Grandi sono stati avanti per quasi tre quarti.

Dopo un avvio equilibrato il primo break è di Ozzano, merito delle triple di Mini e Saccardin che portano dopo 9 minuti la La.Co. sul +11 (20-9); brava San Marino a farsi trovare pronta nella risposta e nei secondi precedenti alla prima sirena trova da dieci metri una bella e rocambolesca tripla del -6 (20-14) con Macina. I tiri dalla lunga distanza di Rambelli permettono alla La.Co. di restare avanti per tutto il secondo periodo, dall’altra parte i centimetri di Gamberini e Caronna si fanno sentire e la Pallacanestro Titano trova poco prima dell’intervallo lungo la perfetta parità a quota 39. Nel terzo quarto San Marino mette il naso avanti sempre grazie a Caronna e a Polverelli. I Flying nonostante qualche problemi di falli da gestire riescono a rimanere attaccati fino al 60 pari all’ultimo mini break. Nell’ultima frazione regna il perfetto equilibrio fino al minuto 36 quando sul 69-71 Gianasi segna il canestro della parità, poi annullato dal direttore di gara per un fallo in attacco dello stesso capitano ozzanese fischiato con colpevole ritardo. Oltre al danno la beffa, per Gianasi è il quinto fallo e la sua partita termina anzi tempo. Il pubblico di fede biancorossa, già abbastanza infastidito da un arbitraggio fino a quel momento insufficiente, va su tutte le furie. Negli ultimi 180 secondi i Flying falliscono dalla lunga distanza con Rambelli, Mini e Guazzaloca. Dall’altra parte invece, Frigoli e Gamberini segnano i canestri decisivi per la vittoria finale.

Termina quindi con una sconfitta il 2015 di Flying. Un altro finale al cardiopalma dove i ragazzi di coach Grandi ne sono però usciti sconfitti. Manca ancora quel po’ di lucidità ed esperienza nei possessi decisivi da parte della La.Co., fattore che in una categoria come la C Gold risulta fondamentale. Statistiche alla mano spiccano i 30 tiri liberi tirati dagli ospiti contro i soli 12 delle Palle Voltanti; ma gli ospiti sono riusciti a portare a casa i due punti soprattutto grazie alla grandissima prova sotto canestro di Caronna (20 punti e 12 rimbalzi) e Gamberini (21 punti), oltre che a percentuali di tutto rispetto dal pitturato (48% contro il 38% dei Flying).

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author