La coperta è corta: Le Farine lottano, ma devono arrendersi alla distanza

Gara dai due volti per Le Farine Magiche a Bologna. Le ragazze di coach Ferazzoli dominano in avvio, gettano il cuore oltre l’ostacolo, ma alla fine devono cedere alla distanza alla Matteiplast Bologna. Sulla quinta sconfitta nelle ultime sei gare c’è il peso delle assenze: quella di Marta Vargiu (fuori per circa un mese a causa della microfrattura alla caviglia rimediata in settimana) e Valentina Maggi, presente solo per onor di firma per un problema al ginocchio. Venticinque punti nei primi quattordici minuti, ventinove nei restanti ventisei: sta tutta in queste cifre la sintesi del match dai due volti de Le Farine Magiche. La coperta si è mostrata troppo corta in un secondo tempo senza fiato. Bologna ha imperversato con Tassinari ed Occhipinti. Finale in crescendo per Valerio che con 18 punti ha fatto segnare la migliore prestazione stagione. Bene Cupido fino al terzo fallo che ha finito per condizionarne la condotta di gara. Celmina che ha tenuto discretamente a rimbalzo ma in attacco ha chiuso con 2/13 da due.

LA GARA – L’avvio è tutto per le ragazze di coach Ferazzoli. Santabarbara si cala alla perfezione nel ruolo di supplente di capitan Maggi con cinque punti consecutivi. Le rossoblù tengono in difesa e provano addirittura la fuga prima con Valerio e Zanetti, poi con Cupido. I liberi di Celmina in chiusura di primo quarto valgono la doppia cifra di vantaggio (9-19 al 10’) con la sola Mini a tenere in vita le bolognesi offensivamente. Il primo canestro dal campo di Celmina frutta il massimo vantaggio esterno (11-23 al 13’). Cupido regala di nuovo il +12, ma commette la sua terza penalità. E’ l’episodio che cambia volto alla gara. Ferazzoli richiama in panca il suo unico play di ruolo e le conseguenze sono catastrofiche: 12-1 di parziale per le padrone di casa. La Matteiplast sfiora l’aggancio (25-26 al 18’). Il rientro in campo di Cupido è provvidenziale: Valerio e Celmina mettono a segno i canestri che rianimano Le Farine all’intervallo lungo (27-30 al 20’). Mini e Tassinari costringono Zanetti a commettere due penalità in un amen (quattro falli) che propiziano un 4/4 dalla lunetta (33-34 al 25’). La gara si fa intensa. Il sorpasso si materializza di lì a breve ad opera di Tassinari che, dopo cinque errori, infila il primo canestro dal campo (35-34 al 27’). Mini e Cupido si rispondono a suon di triple: per Bologna è il primo canestro da tre dell’incontro. Tassinari è on fire. La play-guardia centese confeziona due canestri a cavallo dell’ultimo mini intervallo che rompono definitivamente l’equilibrio insieme alla tripla di Dell’Aglio (49-40 al 33’). Tassinari ed Occhipinti indirizzano definitivamente il match (57-45 al 36’). I nove punti finali di Valerio servono solo a tagliare il traguardo dei 700 punti in carriera in serie A2.

MATTEPLAST BOLOGNA – LE FARINE MAGICHE ARIANO IRP.: 66-54

Matteiplast Bologna: Santucci, Cordisco 2, Occhipinti 12, Tassinari 14, Dell’Aglio 14, Morsiani 4, Mini 16, Cadoni 4, Schwienbacher, Nannucci. Coach: Totta.

Le Farine Magiche Ariano Irpino: De Luca, Valerio 18, Falanga M., Santabarbara 7, Falanga A., Albanese 1, Maggi, Cupido 13, Celmina 8, Cifaldi n.e., Zanetti 7, De Michele. Coach: Ferazzoli.

Parziali: (9-19); (27-30); (42-39)

Arbitri: Bianchi di Rimini e Bonetti di Ferrara

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author