La Coppa Italia è di Torino, Brescia si arrende al fotofinish

La Final Eight 2018 del Mandela Forum, dopo un weekend ricco di emozioni e colpi di scena, ha finalmente la sua regina.

Si tratta della Fiat Torino, l’underdog che non ti aspetti, arrivata in Toscana non di certo trascinata dai favori del pronostico anche a causa di un momento sufficientemente complesso della propria stagione.

Ed invece, contro tutto e tutti, i ragazzi di coach Galbiati hanno saputo gettare il cuore oltre l’ostacolo e trionfare, nel match di questa sera, contro una solidissima Germani Brescia.

Il match si è chiuso sul punteggio finale di 69-67 in favore dei piemontesi bravi, come detto, a non mollare mai e a restare attaccati alla partita anche quando l’inerzia del match sembrava andare in direzione opposta.

Il primo quarto di gioco si è chiuso sull’11-14 in favore della Leonessa; inizio partita contraddistinto dalle basse percentuali  su ambo i fronti, con le difese in controllo sugli attacchi e la tensione a farla da padrone.

Il nucleo italiano di Brescia sembra avere una marcia in più e così Torino è costretta ad inseguire.

Nel secondo quarto il copione della gara resta il medesimo, con Brescia alla ricerca del break decisivo e la Fiat brava a non disunirsi nonostante le difficoltà.

E’ il momento della classe dei giocatori americani: sul fronte Torino si iscrive alla contesa Vander Blue mentre a dirigere le operazioni nelle fila avversarie c’è un Landry che chiuderà con una performance da 22 punti e 20 di valutazione.

Si va all’intervallo lungo sul 28-31 in favore della Germani.

Alla ripresa delle ostilità le cose non cambiano ma Torino comincia davvero a far paura soprattutto quando Colo buca in rapida successione la retina avversaria dai 6,75.

Brescia resta avanti di tre lunghezze dopo trenta minuti e con questo scarto ci si avvia all’ultimo e decisivo quarto.

La partita sale incredibilmente di intensità e la qualità dei protagonisti sul parquet fa la differenza.

Torino muove bene il pallone, stringe le maglie della difesa ed impatta.

Nell’ultimo minuto e mezzo succede di tutto, con la Fiat che si porta avanti di tre e Brescia che trova nuovamente il pareggio grazie ad una tripla di uno stoico Vitali.

Il canestro del trionfo piemontese lo realizza Vujacic, fino a quel momento assolutamente fuori partita, a due secondi e mezzo dal termine.

Brescia ha l’ultimo pallone della partita ma non riesce a trovare la via del canestro.

La Coppa Italia è della Fiat Torino. Un successo insperato, voluto, trovato.

 

FIAT TORINO – GERMANI BRESCIA 69-67 (11-14 ; 17-17 ; 25-25 ; 16-11)

Fiat Torino: Blue 11, Garrett 16, Vujacic 7, Poeta 7, Colo 11, Washington 10, Jones 0, Mazzola 6, Mbakwe 1.

Germani Brescia: Moore 2, Hunt 6, Vitali L. 5, Landry 22, Ortner 4, Traini 0, Vitali M.14, Moss 2, Sacchetti 12.

 

Commenta
(Visited 89 times, 1 visits today)

About The Author

Carmine Lione Carmine Lione è uno scrittore e giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Attualmente iscritto al Corso di Laurea in “Lingue e Culture Straniere” presso l'Ateneo di cui sopra, ha collaborato con varie testate giornalistiche, tra cui zerottonove.it. Ha ricoperto l'incarico di Capo Addetto Stampa della società cestistica Polisportiva Battipagliese ed attualmente presta la sua voce per le telecronache del Basket Bellizzi in onda su LiraTv e del Salernum Baronissi per l'emittente SeiTv. Per quanto concerne la scrittura, nel corso della sua esperienza artistica, ha pubblicato due opere: “Tempi Moderni”, raccolta di racconti edita dalla casa editrice Gruppo Albatros Il Filo e “Luce al neon”, primo romanzo autopubblicato.