La Defensor piega Ariano Irpino dopo un tempo supplementare

Defensor: Orchi 2 (1/2,0/2), Filoni 3 (1/1 da tre), Yordanova 22 (5/12,4/8), Riccobono 8 (3/3,0/4), Ciavarella 15 (5/13,0/1), Romagnoli 6 (2/3,0/4), Bassani ne, Flauret 10 (3/5,1/5), Porcu ne, Cutrupi 1 (0/1), Ndiaye ne, Spirito 5 (2/6,0/2). All. Scaramuccia

Ariano Irpino: Paparo, Valerio 10 (2/4,2/6), Falanga M. ne, Santabarbara 3 (1/3,0/3), Falanga A. ne, Guerri 5 (1/2,1/2), Albanese 2 (1/3), Maggi 11 (3/9,1/2), Celmina 16 (5/11,0/1), Zanetti 14 (6/13,0/1), De Michele ne. All. Ferazzoli

Arbitri: Davide Cirinei e Stefania Luporini

Note: Tiri liberi Defensor 12/16, Ariano Irpino 11/18. Rimbalzi Defensor 42 (Ciavarella 12), Ariano Irpino 45 (Maggi 9). Parziali 10’ (19-16), 20’ (32-31), 30’ (42-48), 40’ (59-59). Uscita per 5 falli Valerio (Ariano Irpino)

 

 

Una partita incredibile, cui non sono bastati quaranta minuti per designare un vincitore, premia alla fine la Defensor che piega Ariano Irpino e vola a quota 18 punti in classifica, riscattando il ko della settimana precedente contro Bologna.

Partenza al rallentatore per entrambi i quintetti, con il tabellone che segna 2-2 dopo tre minuti di gioco. Viterbo in particolare sbaglia conclusioni facili in terzo tempo e deve subire la buona vena realizzativa della lettone Celmine che tiene avanti le ospiti. La Defensor reagisce bene con Romagnoli e Orchi che tengono in perfetto equilibrio il match e ci vuole una magia di Yordanova sulla sirena per dare il +3 alle gialloblù (19-16).

Il secondo periodo comincia bene per Ariano Irpino che, con la solita Celmine e Maggi, mette la freccia e sorpassa, salendo fino al 23-27. Viterbo sembra in difficoltà e così si affida alla sua giocatrice di maggiore esperienza, Yordanova, che realizza la tripla del -1 ridando fiducia ed entusiasmo al quintetto di casa. La gara procede sui binari dell’equilibrio con Valerio da una parte e Riccobono dall’altra un bella evidenza: ancora una volta il finale di quarto premia la Defensor con il libero di Cutrupi che sancisce il +1 interno.

Le due difese diventano protagoniste nel terzo periodo, aiutate da due attacchi che perdono palloni in rapida sequenza; Viterbo è meno imprecisa delle rivali e con una conclusione in contropiede di Spirito e un bel jump di Ciavarella sale al massimo vantaggio sul +7 (40-33) costringendo Ferazzoli al timeout. L’effetto si vede perché Zanetti e una tripla di Valerio riportano Ariano Irpino sul -2 (40-38) prima che Celmine, con due liberi a bersaglio, completi la rimonta sul 40-40 con meno di tre minuti da giocare. Zanetti è ispirata e confeziona cinque punti filati per il 42-45 esterno e sulla sirena sono le ospiti questa volta a trovare la conclusione pesante di Guerri che lancia Ariano Irpino sul 42-48 e chiude un parziale decisamente dai due volti ma, alla fine, decisamente favorevole alle campane.

L’ultimo periodo si apre come si era chiuso il terzo, cioè con una tripla di Ariano Irpino, stavolta di Valerio aiutata dal tabellone. Sull’ennesima decisione contestata della coppia arbitrale arriva un tecnico alla panchina di Viterbo, Le Farine Magiche sono sul +11 (42-53) contro una Defensor totalmente bloccata in attacco e ne approfittano ancora con due liberi a bersaglio di Celmine che fanno volare le irpine al +13 (42-55) con soli 5 minuti da giocare e con un parziale favorevole allungatosi addirittura a 22-2 dal 40-33 interno. Una prima scossa arriva da Flauret e Ciavarella, poi due triple consecutive di Yordanova e Flauret riaprono incredibilmente il match (54-59) con quasi tre minuti ancora sul cronometro. Il terzo canestro pesante è di Filoni che riavvicina la Defensor al -2, gli arbitri fischiano un altro tecnico per proteste alla panchina viterbese che stava esultando per un pallone recuperato ma Ariano non ne approfitta e Ciavarella, con due liberi, sigla l’incredibile parità sul 59-59 a 29” dalla fine. Le ospiti possono gestire un possesso quasi pieno ma perdono palla, la stessa cosa fa la Defensor e così il verdetto viene rimandato al supplementare.

Maggi e Ciavarella si scambiano i primi canestri poi sono due magie di Yordanova a scatenare il pubblico di casa che vede le sue giocatrici scappare sul 67-61. Maggi sbaglia due liberi, Ciavarella invece non perdona e segna dalla media distanza il canestro del +8 (69-61) a un minuto dalla fine. Il sigillo alla vittoria Defensor sono i liberi di Spirito e Riccobono che consegnano alla squadra di casa un successo fondamentale per continuare a sognare i playoff.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author