La Dinamo Sassari si impone con autorità sulla Pallacanestro Varese 61-82. Pasquini: "Adesso recuperiamo le energie"

Il Banco di Sardegna coglie per la prima vittoria in trasferta del campionato LBA imponendosi con autorità al Pala2A contro la Pallacanestro Varese di coach Attilio Caja. Si conferma la tradizione corsara della Dinamo a Masnago: Bamforth e compagni controllano fin dalla prima frazione il match chiudendo all’intervallo lungo avanti di 6 lunghezze. In un secondo tempo da incorniciare gli uomini di coach Pasquini siglano il massimo vantaggio di +20.

Il Banco chiude nel migliore dei modi prima della pausa per i Fiba World Cup Qualifiers, con una vittoria autoritaria in trasferta e una bella prova corale della squadra. Tre uomini in doppia cifra: spicca l’ottima prestazione di Scott Bamforth con 19 punti a referto, quella di Achille Polonara autore di 11 punti, 8 rimbalzi e 6 assist con un totale 22 di valutazione. Doppia cifra anche per Shawn Jones che sfiora la doppia doppia con 10 punti e 9 rimbalzi; bene anche Spissu (7 pt, 4 as) e Dyshawn Pierre (9 pt, 3 rb). L’unica nota stonata del match il piccolo problema al ginocchio saccusato sul finale da Shawn Jones che verrà valutato nei prossimi giorni dallo staff biancoblu.

8°giornata di regular season. Gara ufficiale numero 21 tra Sassari e Varese che si incontrano sul parquet del Pala2A di Masnago nel match valido per l’ottava giornata di campionato.

La sfida. Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Hatcher e Polonara, coach Caja risponde con Pelle, Okoye, Ferrero, Waller e Wells. Il Banco parte forte con un break di 6 punti con la bomba di Pierre ad aprire le danze e il 2+1 di Bamforth, I padroni di casa si sbloccano con Waller ma i giganti restano in controllo con Jones, Planinic e Bamforth siglando il +10. Varese accorcia le distanze con 5 punti di Cain e Wells ma Bamforth chiude il primo quarto dalla lunetta 16-27. Nella seconda frazione l’Openjobmetis si riavvicina fino al -6 con Okeye, Ferrero e Cain. I giganti ricacciano indietro i biancorossi con Polonara e Bamforth. Ma l’impatto di Avramovic sulla partita riporta i suoi a due possessi di distanza. Reazione biancoblu con Spissu e Randolph. Il canestro allo scadere di Ferrero chiude il primo tempo sul punteggio di 38-44. Nella terza frazione gli uomini di coach Federico Pasquini infilano un break da 11-2 che permette al Banco di restare in controllo con autorità, scrivendo il massimo vantaggio di +16. Pierre e Polonara aprono le danze, Spissu e Jones allungano ancora. I padroni di casa trovano punti con Pelle e Okoye, ma i sassaresi non ci stanno. La stoppata di Polonara a Ferrero è la fotografia di un terzo quarto tutto Dinamo. La schiacciata dell’ala azzurra e il canestro allo scadere di Bamforth dice 46-62 al 30’. In avvio dell’ultimo quarto i giganti scappano via bombardando dall’arco con il trio delle meraviglie: Bamforth, Polonara e Hatcher. La tripla di Will scrive il nuovo massimo vantaggio: con 6’ da giocare i biancoblu conducono sul +20 (52-72). Non cambia il copione nei minuti restanti: Sassari corre e Varese insegue. Minuti e fiducia per Tavernari e Picarelli, 5 punti a referto per Jonathan Tavernari che chiude il match. La Dinamo Banco di Sardegna si impone nella sfida dell’ottava giornata per 61-82.

Sala stampa. Coach Federico Pasquini commenta a caldo la vittoria dei suoi: “Abbiamo eseguito bene il piano partita, complimenti ai ragazzi che son stati bravi, svegli e intelligenti. Sapevamo di giocare contro un’avversaria che in casa può fare grandi partite. Il nostro obiettivo era dettare il ritmo, non volevamo inseguirli. Siamo stati bravi perché abbiamo sempre avuto molta lucidità in attacco tenendo i nostri punti di riferimento e in difesa abbiamo fatto quello che avevamo nella testa fin da subito, consapevoli che l’approccio sarebbe stato fondamentale perché contro Trento e Cantù Varese aveva aggredito il match. Credo sia stato molto importante tenerli a 4 punti dopo 5 minuti così come l’impatto dopo l’intervallo tenendoli a 8 punti nel terzo quarto. Bene così, la salute ci sta finalmente aiutando nel senso che riusciamo ad allenarci bene. Adesso sfruttiamo questa sosta per recuperare e speriamo di poter mettere dentro anche Stipcevic per poter affrontare tutti insieme il mese di dicembre che sarà intenso e importante”.

Pallacanestro Varese 61 – Dinamo Banco di Sardegna 82

Parziali: 16-27; 22-17; 8-18; 15-20.

Progressivi: 16-27; 38-44; 46-62; 61-82.

Pallacanestro Varese. Avramovic 7, Bergamaschi, Pelle 8, Natali 2, Okoye 11, Seck, Tambone, Cain 11, Ferrero 6, Wells 8, Waller 6, Hollis 2. All. Attilio Caja

Banco di Sardegna. Spissu 7, Bamforth 19, Planinic 6, Devecchi, Randolph 8, Pierre 9, Jones 10, Hatcher 7, Polonara 11, Picarelli, Tavernari 5. All. Federico Pasquini.

fonte: Ufficio Stampa Dinamo Banco di Sardegna 

 

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author