La Dinamo vola con Lacey battuta la The Flexx, la Dolomiti suona la sesta sinfonia battendo Caserta

Nei due anticipi di sabato vincono Sassari e Trento tra le mura amiche contro Pistoia e Caserta.
DINAMO SASSARI – THE FLEXX PISTOIA 81-75
IL PRIMO TEMPO – La Dinamo approccia la partita nel modo corretto e ne approfitta per allungare già nel primo quarto sul +10 con il 2/2 dalla lunetta di Lacey. Il primo quarto si chiude sul 21-12 per la squadra sarda dopo un canestro di Petteway che riduce il gap. Ad inizio della seconda frazione Sassari sembra in totale controllo della gara che non riesce però a dare la stoccata decisiva per chiudere la partita e gli uomini di Esposito ne approfittano, accorciando lo svantaggio ,per poi mettere la testa avanti per la prima volta nella gara sul 32-31 con Okereafor. Gli uomini di Pasquini però riescono a ritrovare il vantaggio con Bell e Lacey, ma l’inerzia della gara è in favore della squadra ospite che chiude sul + 2 con la tripla di Petteway che vale il 42-40 dopo i primi 20’ di gioco.
IL SECONDO TEMPO Nel terzo periodo i padroni di casa ritrovano il vantaggio con Bell ma la The Flexx non molla e rimane in partita rispondendo colpo su colpo. Sul finire di quarto la Dinamo ritorna a giocare con la giusta intensità e vola sul + 6 a 10’ dal termine dopo il tiro libero realizzato da Lacey. Nell’ultimo periodo i sardi volano sul + 10 con il 2/2 di Lawal dalla linea della carità, cercando di archiviare la partita definitivamente ma Pistoia torna sul meno quattro con Roberts dalla lunga distanza provando a rientrare in partita ma lo sforzo non paga, vince il Banco. Il finale è 81-75 per Sassari che colleziona la dodicesima vittoria stagionale con i 20 punti di Lacey sempre più leader di questa squadra, per la The Flexx arriva la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Varese, non bastano i 24 punti di Petteway.
Parziali ( 21-12,40-42,58-52)
DOLOMITI ENERGIA TRENTO – PASTA REGGIA CASERTA 76-66
IL PRIMO TEMPO – Dopo un avvio molto equilibrato in cui nessuna delle due squadre riesce a prendere in mano le redini della gara, la squadra di casa aumenta l’intensità e vola sul +8 con Marble per chiudere poi sul 23-13 con Flaccadori che realizza due tiri a cronometro fermo. Nel secondo periodo gli uomini di Buscaglia giocando con la giusta energia allungano sul +16 con Moraschini, cercando la fuga ma sul finire di quarto gli uomini di Dell’Agnello reagiscono e vanno negli spogliatoi sul meno otto con Sosa che segna un facile canestro, in un primo tempo in cui Trento ha cercato subito di chiudere il discorso ma i casertani hanno saputo resistere.

IL SECONDO TEMPO La Pasta Reggia esce con la faccia giusta dagli spogliatoi riuscendo a ridurre il gap mettendo la testa avanti con la tripla di Sosa . Nella seconda metà del terzo quarto regna l’equilibrio in cui entrambe le squadre si alternano il vantaggio della gara. La squadra ospite chiude sul + 2 a 10’ dalla fine grazie a Watt. Nella prima parte del quarto finale la squadra campana continua mettere in difficoltà la Dolomiti che riesce a ritrovare la giusta forza e vola sul + 9 con Marble dai 6,75 che chiuda la gara. Il finale è 76-66 per Trento che centra la sesta vittoria consecutiva , per Caserta arriva la terza sconfitta consecutiva. Per la Dolomiti il migliore è Marble con 15 punti , per la Pasta Reggia non bastano i 24 di Watt.
Parziali (23-13,40-32,52-54)

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Lorenzo Lubrano Nato il 22-08-1996 a Legnano (Mi), ho conseguito il diploma di liceo linguistico, frequento il primo anno di Linguaggi Dei Media (Università Cattolica Milano), ho giocato a basket per 8 anni, collaboro con la web radio milanese RadioBlaBla dove conduco una trasmissione dedicata al basket.