La Dolomiti Energia passa a Bologna per 68-75

I bianconeri, trascinati da una difesa solidissima e dalle giocate di Lockett e Poeta nell’ultimo quarto, passano alla Unipol Arena lanciandosi a quota 26 in classifica

Una solida e concentrata Dolomiti Energia Trentino espugna la Unipol Arena per 68 a 75 e continua la sua corsa playoff: con questi due punti i ragazzi di coach Buscaglia salgono a quota 26 punti e raggiungono Pistoia, Venezia e Sassari al quinto posto della graduatoria. Nell’ultimo decisivo quarto la compattezza di Forray e compagni ha avuto la meglio sul disperato bisogno di punti della Virtus Bologna: negli 8’ finali sono soltanto 3 i punti concessi dai trentini ai padroni di casa. 

La cronaca: la Dolomiti Energia Trentino parte al solito a spron battuto e dopo l’8 a 4 di Bologna trova un parziale di 0 a 11 costruito dalle giocate di Wright e Sutton. Bologna prova a rimanere in scia, ma cinque punti in fila di Flaccadori danno il vantaggio di 9 punti alla sirena del primo quarto sul 15 a 24. Lockett da tre punti e Wright da due danno il vantaggio di dodici punti sul 17 a 29 al 12’; la Dolomiti Energia Trentino accelera ancora una volta e con i liberi di Pascolo e la tripla di Forray arriva al +15 al 16’ sul 25 a 40. Coach Valli prova a mettere in difficoltà i bianconeri con la zona e ci riesce: 8 a 0 di parziale con i canestri di Collins e Fontecchio. I bianconeri vacillano, ma ancora una tripla di Lockett ridà fiato ai bianconeri per il 36 a 43 di metà gara. Il terzo quarto si apre con i canestri di Lockett e Sutton e al 23’ il punteggio vede ancora avanti la Dolomiti Energia Trentino sul 42 a 49. Gaddy e Vitali la mettono da tre, ma Forray e Pascolo segnano i punti che tengono avanti i loro sul 48 a 56 al 24’. Fontecchio entra in partita con la tripla, ma quattro punti di un positivo Berggren fissano il punteggio sul 51 a 60 al 28’. Gli ultimi due minuti sono tutti dei padroni di casa che piazzano un 8 a 2 con le triple di Fontecchio e Mazzola e all’ultimo riposo si va così sul 59 a 62. Fontecchio e Collins aprono il quarto con due triple: sul 65 a 62 arriva il primo e unico vantaggio della Obiettivo Lavoro Bologna, che fa esplodere il tifo del pubblico di casa. Nel momento di massima difficoltà, al 31’, arriva subito la tripla di Poeta per la parità a quota 65. A questo punto sale in cattedra la difesa della Dolomiti Energia Trentino: Bologna segna in 8’ tre punti con Mazzola, mentre Pascolo e Poeta trovano i canestri del 68 a 71 al 38’. Lockett con una magia trova il canestro dell’allungo decisivo sul 68 a 73 al 39’: alla fine i bianconeri possono festeggiare la vittoria per 68 a 75 e raggiungere in classifica al quinto posto Sassari, Pistoia e Venezia. Adesso si volta pagina: mercoledì alle 19.30 c’è da giocarsi l’accesso alla finale di Eurocup contro Strasburgo.

OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA: Pittman 11 (5/8), Fabiani ne, Vitali 9 (1/3, 2/3), Cuccarolo (0/1), Gaddy 3 (0/3, 1/2), Collins 13 (2/6, 3/8), Fontecchio 13 (2/4, 3/6), Mazzola 6 (0/4, 2/3), Hasbrouck 8 (4/6, 0/4), Graziani ne, Odom 5 (1/4, 1/1). All. Valli

 DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 5 (1/2, 1/1), Pascolo 13 (4/7), Forray 5 (1/3, 1/1), Lofberg ne, Flaccadori 5 (1/1, 1/2), Sutton 9 (3/7, 1/1) Lockett 17 (5/9, 2/3), Lechthaler (0/1),Wright 13 (5/7, 1/1), Berggren 8 (4/6).

ARBITRI: Dino Seghetti di Livorno, Roberto Begnis di Crema e Dario Morelli di Brindisi.

 NOTE: Tiri liberi: Bologna 2/5, Trentino 7/9. Tiri da due: Bologna 15/39, Trentino 24/43. Tiri da tre: Bologna 12/27, Trentino 7/9. Rimbalzi: Bologna 35 (Pittman 10), Trentino 28 (Wright 7). Assist: Bologna 13 (Vitali, Collins, Gaddy 3), Trentino 13 (Poeta 4). 

Peppe POETA (Play DOLOMITI ENERGIA TRENTINO):Abbiamo fatto un’ottima partita, riuscendo a restare solidi per tutta la gara. Siamo partiti benissimo, poi abbiamo dovuto fare i conti col loro ritorno fatto di grande energia e di grande coinvolgimento dei tifosi: a quel punto siamo stati bravi a mantenere la calma e a continuare a giocare, senza disunirci, mantenendo la compattezza della nostra difesa che a lungo andare è probabilmente stata la chiave del nostro successo, tenendo una squadra come la Virtus a soli 68 punti segnati. Credo sia una vittoria davvero importantissima per la nostra stagione. La mia partita? Come sempre ho cercato di fare quello che serviva alla squadra, nonostante la grande emozione che devo ammettere ho provato a inizio gara tornando qui. Poi alla fine, quando la situazione lo ha richiesto, mi sono preso qualche responsabilità in più”. 

Maurizio BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO):Siamo molto contenti di questa vittoria, ottenuta su un campo difficilissimo, contro una squadra ostica e in un momento della stagione in cui tutti lottano per rimanere aggrappati ai play-off.  Abbiamo iniziato ancora una volta bene, e questo è importante perché dimostra che da ogni gara riusciamo a portarci dietro qualcosa per il match successivo. A metà partita era chiarissimo cosa non era andato nei primi venti minuti: le palle perse e i rimbalzi d’attacco concessi. Ci siamo riproposti di fare meglio da questo punto di vista nella seconda metà gara, e ci siamo riusciti, anche se a fare la differenza da lì in poi è stata la nostra difesa. Una volta capito che ci saremmo dovuti giocare il match con un margine di vantaggio ridotto, siamo stati bravi ad accettarlo e a stare sul pezzo, portando a casa due punti davvero fondamentali per la nostra stagione”. 

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author