La Dueesse travolta a Valmontone

Continua il momento no della DueEsse Basket Martina, naufragata pesantemente sul campo della Virtus Valmontone per 86-57. Arriva così il terzo stop di fila per i blu-arancio di coach Russo, incapaci di reagire alla voglia di rivalsa e al ritmo imposto dai romani guidati dal solito Scodavolpe (MVP con 22 punti). La partita si mette subito sui binari sbagliati per la DueEsse, presentatasi in piena emergenza a causa delle precarie condizioni fisiche di Marra e Cunico (in campo solo grazie ad infiltrazioni, ndr) e sfavorita ulteriormente sia dalle basse percentuali offensive che da una difesa disattenta sui tiratori avversari, bravi a chiudere i primi 2 quarti sul +8 (40-32). Un punteggio tutto sommato ribaltabile nel corso della terza frazione ma che invece si rivelerà decisivo in negativo visto l’allungo di Valmontone sul 58-41 che chiude di fatto la contesa, portando il parziale finale su un inappellabile 86-57. Il risultato fa male non solo per il modo in cui è maturato ma anche per l’eccessiva arrendevolezza dei martinesi, già in emergenza, e a cui non sono bastati i 20 punti di Bergamin e i 15 di Spera. La crisi in casa DueEsse, attesa da un derby con Bisceglie che si preannuncia ancor più difficile, è ufficialmente aperta. E la vittoria da ritrovare rappresenta, insieme alla continuità di prestazioni, una delle medicine per uscirne il prima possibile.

Le percentuali bassissime, unite all’incapacità di reggere l’urto offensivo avversario e alle precarie condizioni fisiche con cui abbiamo affrontato il match, non devono costituire assolutamente un attenuante. D’ora in avanti, se vogliamo uscire da questo momento negativo, non basteranno più le parole ma conteranno i fatti”, afferma un dispiaciuto coach Russo che aggiunge: “il lavoro quotidiano è l’unica arma di cui dobbiamo usufruire per sbloccarci e ritrovare la giusta serenità”.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author