La Duesse si arrende al San Severo

Non riesce a trovare la prima vittoria stagionale in trasferta la DueEsse Basket Martina, uscita sconfitta dal fortino della Cestistica San Severo per 70-54. Il risultato è frutto di un match in cui i ragazzi di coach Russo mettono in difficoltà i gialloneri di Coen nei primi due quarti, per poi pagar dazio, come a Pescara, a causa di alcuni blackout figli dell’inesperienza e dei cali di concentrazione nei momenti topici. Accolta in maniera impeccabile da società e pubblico di casa Cestistica, la DueEsse, supportata da un nutrito gruppo di tifosi accorsi in pullman al suo seguito, entra bene sul parquet chiudendo in svantaggio di soli due punti (15-13) il primo quarto e comandando gran parte del secondo grazie all’ottima regia di Cunico e al frizzante contributo dalla panchina di Marengo e Dell’Agnello. Al rientro dagli spogliatoi San Severo imprime un ritmo più alto al match e con le accelerazioni di Ikangi e Dimarco, le triple di Cena e la forza sotto le place di Quarisa (MVP dell’incontro con 20 punti e 14 rimbalzi, ndr), che beneficia dei falli a carico di Spera, allunga sul +13 di fine terzo quarto. Nell’ultimo periodo i bluarancio provano a reagire e con Marengo e Bergamin arrivano sino a -7, ma due triple consecutive di Marmugi e Scarponi mettono la parola fine alla contesa, permettendo a Ikangi e Ricci di incrementare il distacco fino al 70-54 finale. L’approccio alla sfida si è rivelato nuovamente positivo così come, allo stesso tempo, si sono riviste quelle disattenzioni che sembrano tormentare i ragazzi di coach Russo al di fuori del Pala Wojtyla. “È stata una prestazione – dichiara Russo – costituita da alti e bassi: ottima nei primi due quarti, in cui siamo stati bravi ad applicare il piano partita nonostante le problematiche di falli che ci hanno condizionato nelle rotazioni, meno nella parte finale di gara. Delle piccole disattenzioni, sommate a cali di concentrazioni che in questo momento stanno diventando una costante, ci hanno difatti messo in ginocchio, permettendo ad un avversario di alto livello come San Severo di punirci e metterci in difficoltà. Porto a casa sicuramente un atteggiamento propositivo da parte dei miei ragazzi che anche nelle difficoltà non hanno smesso di giocare, soprattutto difensivamente, abbassando di 15 punti la media canestri della Cestistica (e confermandosi come la quarta miglior difesa del campionato, ndr). Ma adesso è giunto il momento di metterci più qualità ed avere maggiori responsabilità, in determinate scelte, da parte di tutti e otto gli uomini a referto”.

Per Aldo Russo è comunque un passo avanti, senza però trovare più degli alibi ai prossimi eventuali errori: “stiamo maturando, e non bisogna dimenticare il roster che andavamo ad affrontare, oltre al girone e al calendario complicatissimo in cui, nelle prime sette giornate, abbiamo incontrato almeno cinque squadre candidate sia ai playoff che alla vittoria del campionato. Tenendo conto anche del match di domenica prossima, contro la capolista e imbattuta Falconara, non voglio giustificarmi e ne tanto meno dare un alibi alla carta d’identità perché da questi giovani pretendo grande intensità, energia e concentrazione per migliorare giorno dopo giorno, più di quanto stiamo facendo. Rimanendo focalizzati sull’obbiettivo salvezza senza però rinunciare a giocarci tutte le partite per vincerle”.

La sconfitta, da mettere in preventivo alla vigilia dato il valore dell’avversario, non pregiudica la classifica della DueEsse visti i risultati sfavorevoli ottenuti dalle dirette concorrenti. Serve però una maggiore attenzione e intensità da parte di una squadra alla ricerca di fiducia e consapevolezza nei propri mezzi. “Considerando la difficoltà della trasferta sono in parte soddisfatto, anche se per l’ennesima volta continuiamo ad avere basse percentuali ai tiri liberi che ci ha portato, probabilmente, a chiudere con uno scarto maggiore di quello meritato. Dobbiamo assolutamente invertire la tendenza su questo aspetto e pretendere di più da noi stessi. Maggiore iniziativa e disponibilità da parte di tutti serviranno a non perdere fiducia ma bensì a guadagnarla”.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author