La Dynamic Venafro frena contro Cassino

AL DISCOUNT DYNAMIC VENAFRO – VIRTUS T.S.B. CASSINO

53 – 102

Parziali : 14-22, 12-31, 15-22, 12-27

Al Discount Dynamic Venafro: Cancelli 2, Minchella 6, Tamburrini 14, Fossati 11, Cotugno, Chiari 4, Montanaro, Cardarelli 1, Guadagnola 8 , Ferrara 7 All. Mascio

BPC Virtus Cassino: Castelluccia 13, Ausiello 8, Gonzalez 3, Ianes 17, Grazzini 6, Carrizo 11, Lovatti 11, Dri 18,Liburdi 15 All. Vettese

Ritornano con i piedi sulla terra i ragazzi della Al discount Dynamic Venafro che, nello scontro contro la Virtus Cassino, soccombe con un 49 punti di scarto. Dopo le due vittorie consecutive con Fondi e Isernia, la squadra di coach Mascio si ferma sul parquet amico e purtroppo lo fa senza mai entrare in partita se non nel primo quarto. Del resto la squadra di Coach Vettese naviga nelle zone alte della classifica e lo dimostra appieno bombardando il canestro ospite da qualsiasi posizione. Minchella e soci oggi (Domenica n.d.r.) sono apparsi poco concentrati e molto timorosi di fronte ad un avversario di ben altra caratura. Tutto l’opposto di quello visto nelle precedenti due uscite dei gialloblù molisani. Se poi a tutto questo si aggiunge la giornata storta (e può starci) dell’uomo più pericoloso dei venafrani (Guadagnola) il punteggio non lascia scampo. Cassino tiene sempre in mano le redini del gioco alternando giochi di pregevole fattura confezionati dalle mani sapienti ora di Lovatti ora di Dri. Il resto sotto le plance lo fanno Ianes e company. Venafro tenta la reazione in tutti i modi possibili con Ferrara che distribuisce un quantitativo enormi di palloni ma è poco efficace l’attacco dei locali per non parlare poi della difesa dove Chiari e Guadagnola non reggono l’urto dei giganti di Cassino. Fossati si danna cercando di saltare su ogni pallone possibile e difendendo come un forsennato ma non basta. Mario Tamburrini è comunque l’unica nota positiva della giornata. Nonostante si sia allenato poco in settimana (solo 2 giorni) il giovane nativo di Cassino risulta il top scorer dei suoi con 14 punti frutto dei numerosi uno contro uno con la difesa ospite.Senza nulla toglier alla vittoria della squadra di Vettese che sicuramente è e sarà ancora protagonista di questo campionato, Venafro ha issato forse troppo presto bandiera bianca cedendo di schianto e mollando mentalmente, cosa che non deve assolutamente accadere se si vuol ambire alla salvezza che si fa ancora più dura vista la vittoria di Isernia contro Fondi che ci relega nuovamente in ultima posizione. Domenica si viaggia alla volta di Palestrina. Ci sarà molto da lavorare in settimana sia a livello mentale che fisico.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author