LA FRAVIL-EXPERT LUCARELLI SORA 2000 SUPERA LO SCOGLIO ALFA OMEGA

Prosegue la marcia di una fantastica NB Sora 2000, corsara  anche in quel di Ostia. Con la vittoria esterna ottenuta in questa 22^ giornata, la squadra di coach Bifera ha infilato il secondo risultato utile consecutivo in trasferta.

Nel Lido di Ostia arriva l’Acuto della Fravil-Expert Lucarelli N.B. Sora 2000. Gara dai due volti al Palazzetto di via isole del Capo Verde con un primo tempo di marca lidense ed una rimonta ospite,  in un crescendo di rossiniana memoria nel secondo semigara, che ha portato all’eruzione di punti biancocelesti culminata con la vittoriosa rimonta finale.

L’inizio del Sora è tutt’altro che esaltante con una difesa allegra che non riesce a contrastare gli attacchi avversari con Di Pasquale che realizza facilmente in penetrazione e Di Pietro (da tre) decisiva con le sue bombe dall’arco. Nonostante il minuto chiesto da Bifera siamo 13-12. Per il Sora  arrivato ad Ostia in formazione ridotta con De Santis squalificato, trova in De Pippo degno sostituto, mettendosi subito in vista  con i primi 5  punti sorani.   L’Alfa Omega è vigile ed attenta e le sfuriate di Di Pietro (13 punti bellissimi), ben coadiuvato da un positivo Mazzaroppi , regalano spettacolo in questo frangente, nonostante i canestri di Smith e Pope, rimangono ancorate sul -9 al primo intervallo (28-19).

Secondo parziale che si apre con la Sora che difende a zona adeguandosi al gioco ospite mettendo molta pressione sul portatore di palla. Il baby Alonzi (cl.98), subentrata a G. Fiorini, realizza il ventiseiesimo punto biancoceleste, Pope va in doppia doppia e costringe coach Tardiolo al minuto di sospensione.  Pope e Smith ne mettono uno su l’altro di canestro ed il divario si accorcia. Alfa Omega non molla e ancora Di Pietro e Di Pasquale realizzano dalla distanza e riportando a + 8 il divario tra le due formazioni. Negli ultimi sgoccioli di tempo  Sora  nuovamente in attacco tenendosi in carreggiata, andando negli spogliatoi con uno svantaggio di soli sei punti(46-40).

Al rientro in campo  il coach sorano mischia le carte e Arik Smith riscrive il suo nome a referto realizzando  la tripla del sorpasso del Sora (52-53). Padroni in affanno con il coach dei lidensi che richiama i suoi in panchina  per un minuto di  di sospensione. Al  rientro  sul rettandolo di gioco  i padroni di casa rimettono la freccia ancora con Di Pietro e Di Pasquale coadiuvati da Manzo e Muscariello , riportando sul +4 (62-58) i padroni di casa. Il  Sora con Smith, con la sua fisicità e l’atletismo spalle e fronte a canestro è una costante spina nel fianco per gli avversari, sulla sirena della terza frazione infila da 8 metri abbondanti la tripla del -1 (64-63), apparecchiando la tavola per un finale tutto da vivere.

Ultimo periodo equilibrato per le prime  frazioni di gioco con l’Alfa che cala di concentrazione e  precisione, specialmente  dai suoi due  uomini migliori della serata. Sora ovviamente non sta a guardare, e sull’asse De Pippo-Iannarilli (semplicemente chirurgico) prova a scappar via, toccando il +7 (67-74) quando mancano 6’30 alla fine. Coach Tardiolo  si infuria per le tantissime ingenuità commesse dai suoi e dopo il time out, Di Pietro e Di Pasquale (ancora loro) ci mettono una pezza.  Il Sora  sul ribaltamento di fronte punge ancora  con il ritrovato Smith (72-80 con 5′ da giocare). Mentre a  Pope gli viene  sanzionato un fallo tecnico “senza parole” (reo di aver sorriso dopo un fallo a suo carico), che lo porta fuori dai giochi, i  lidensi hanno poca lucidità  e  le  polveri  oramai bagnate. Gli ospiti con De Pippo e Iannarilli, inginocchiano i padroni di casa, che  scivolano sul -13 sul  finire  della gara.  Gli ultimi scampi  vedono i locali stringere i denti e realizzare  gli ultimi canestri, che portano il risultato finale  sul 85 a 95 per i volsci. La formazione biancoceleste supera un’altra trasferta molto ostica, tenendo al sicuro il 2º posto in classifica. Nota positiva nell’aver ritrovato Smith i suoi 34 punti lo hanno reso protagonista insieme al connazionale Pope con  De Pippo e Iannarilli, preziosissime pedine per questa delicata gara.  “Una partita non facile, contro una squadra molto fisica. Siamo stati molto imprecisi nel primo tempo e questo ha consentito agli avversari di gasarsi. Nel finale abbiamo giocato al nostro livello, ma è stata una vittoria molto dura, contro una squadra che non ha mai mollato fino alla sirena finale. Questa vittoria ci rende  nuovamente consapevoli  di poter affrontare le prossime  gara  senza  timore  di sbagliare, visto le compagini che affronteremo  dopo la pausa  delle festività pasquali ” il commento di Damiano Carrozzo, Dirigente Responsabile NB Sora 2000.

Appuntamento dunque a domenica 3 Aprile 2016 ore 19.15 per l’incontro casalingo contro la Cestistica Civitavecchia.

Buona Pasqua a tutti!!

 

Alfa Omega 85 – N.B. Sora 2000 95

Parziali: 28-19 / 18-21 / 18-23 / 21-32
Alfa Omega: Brichese Emi. 0, Cappelluti n.e., Di Pasquale 23, Di Pietro 25, Di Fabio 6, Iannone 8, Mazzaroppi 2,
                      Muscariello 2, Vitale n.e., Brichese Ema. 2, Fiorini D. 3; Coach: Tardiolo
N.B. Sora 2000: Pope 19, Alonzi 1, De Pippo 18, Smith 34, Fiorini G. 8, Fiorini M. 4, Iannarilli 11, Testa n.e.;                                        Coach: Spaziani-Bifera
Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author