La Geofarma Mola lotta ma non basta, Ostuni fa sua gara1 di semifinale playoff

Vince Ostuni, 72-57, ma la Geofarma c’è in questa semifinale play off e lo dimostra rimanendo dentro la sfida fino a pochi minuti dalla sirena, non inganni il risultato finale, è stata una sfida molto tesa con i padroni di casa a comandare ma con il roster molese sempre a vista, anzi a dimostrare di poterla giocare in un finale caldo punto a punto prima di perdere per falli Musci e poi Prete, autentiche sentenze sull’esito della gara, con una panca di soli under complice l’infortunio di Clemente. Ci presentiamo a gara due tra tre giorni con la convinzione di poter allungare questa serie, siamo nella sfida e proveremo a regalare nuove emozioni.

LA PARTITA

Entrambe le squadre reduci da 2-0 convincenti, Ostuni in facilità con Monopoli, Mola bellissima nella doppia sfida al Ceglie, si comincia con Didonna, Debellis, Ferilli, Prete, Musci. Padroni di casa con Teofilo, Calisi, Masciulli, Vranjkovic, Mihajlic. Partenza lanciata della Cestistica, subito tripla di Calisi, poi Masciulli e Teofilo (9-0). La risposta di Mola ritarda ad arrivare, ci pensa Musci che rintocca una palla vagante e mette a referto i primi due punti ospiti. Tripla di Teofilo, risponde Prete dall’arco e gli fa eco Ferilli, Geofarma che mostra subito i muscoli e si riporta dentro la sfida (11-10). Ferilli e’ in ritmo e segna il sorpasso andando a vincere l’uno contro uno con Teofilo. Botta e risposta Mihalic-Prete, poi Masciulli fa a sportellate e poggia a canestro (18-15 al 7′). Quattro punti in serie di Vranjkovic, ancora Prete caldo dall’ arco dei tre con – un po di fortuna – ed è il canestro che chiude il primo parziale sul 24-18. Tripla di Pavone subito in avvio di secondo quarto, grande assist di Teofilo per Vorzillo (26-21), la mette anche Tanzarella dalla lunga distanza mentre Mola vive un attimo di difficoltà e fatica a trovare il canestro nella fase centrale del parziale, così Teofilo la castiga ancora dai 6,75. E’ Formica a spezzare il digiuno, poi De Bellis la piazza da molto lontano e Mola si rifà sotto, a prenderla per mano proprio lui, mister 40 primavere che accorcia ancora dalla lunetta, si va al riposo lungo con Mola senza Ferilli in panca per un problema al ginocchio e il risultato di 40-32. Contropiede Didonna al rientro sul parquet dopo una fase di errori da ambo le parti, Vranjkovic piedi a terra dall’arco (43-34). Musci infila il secondo canestro di un match faticosissimo con Masciulli e Vranijkovic, Ostuni però trova una nuova accelerata dalle mani di Mihalic. E’ sotto le plance che Mola paga dazio, a rimbalzo e nella situazione falli, Pavone trova la parabola giusta per il 51-41 ed è la conferma che la Geofarma non vuole uscire dalla sfida. Didonna strappa una palla a MAsciulli e lancia contropiede per il nuovo canestro di Pavone, si chiude il terzo quarto 53-46, è ancora tutto in gioco. Stoico Ferilli di nuovo in campo a sigillare la tripla del -4 nel massimo sforzo per Mola, Ostuni sente la pressione e si aggrappa al mestiere di Teofilo (17), la partita si decide in queste battute quando arriva il quinto fallo di Musci con 7 minuti da giocare e i padroni di casa trovano una tripla pesantissima con Calisi che vale il +8 (57-49). Mola ha cuore e prova a lottare ancora ma viene ricacciata indietro dalla seconda bomba di serata di Mihalic e da un canestro di Masciulli piedi a terra in area per il +13 a 5 dalla fine. Ultimi tentativi di rientro dall’arco dei 6,75 ma la mira non è più quella dei primi quarti, esce Prete per cumulo di falli e il tassello su gara 1 lo mette ancora Calisi (3/3 da tre punti), mentre la Geofarma chiude con i giovanissimi Tanzi e Ardito, assieme a Formica e Susca tutti sul parquetnegli ultimi 3 minuti.  Gara 1 archiviata, adesso appuntamento a Mercoledì 12 ore 20.30 al Pala Pinto, gremiamolo perchè questa squadra può ancora sognare e per farlo ha bisogno del supporto di una città che diventi sesto uomo.

Donatello Biancofiore

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author