La Geofarma non si ferma, battuto anche il Martina Franca 81-61

 

La Geofarma non si ferma. Terza vittoria di fila per 81-61, primato confermato e nuova prova di forza a casa del Martina Franca, obbligato sin dalle prime battute del match a rincorrere per ricucire un gap che col passare dei minuti diveniva sempre più largo. Imperiosa la prova del roster di coach Patella che ancora privo di Musci detta legge con il solito incontenibile Laquintana (29) e con Campbell (18) – le due bocche di fuoco di questo eccellente avvio – ma è la forza del collettivo ad impressionare, gli ingranaggi ben oleati di un gruppo che pare aver trovato sin da subito l’alchimia giusta per un campionato da protagonista.

LA PARTITA

Coach Patella non rischia Emanuele Musci e riparte dal quintetto visto in avvio con Castellaneta, in contesa con i due americani Washington e Campbell ci vanno Laquintana, Ferilli e Clemente,

coach Terruli risponde con il suo quintetto migliore, Lasorte, Corman, Gray, Argento e Colnago.

Avvio subito deciso dei passanti che infilano due triple con Laquintana e Ferilli e vanno subito in fuga, Martina fatica ad arginare le trame offensive dei bianco-blu e si ritrova in debito, alla chiusura del primo quarto nonostante 4 punti di Obinna il disavanzo dei blu arancio è già in doppia cifra (13- 23) e sarà un gap destinato a salire. Il secondo quarto ricomincia col marchio di fabbrica della squadra di coach Patella, la sentenza da 3: la infila subito Ferilli, che si ripeterà a metà tempo sempre dall’arco dei 6.75, la risposta della squadra della Valle d’Itria è nella caparbietà di Lasorte, ma Mola vola in chiusura coi punti di Washington e Clemente e mantiene il vantaggio intatto al momento di andare negli spogliatoi (30-39).

Il terzo parziale è griffato da D’Von Campbell (11 punti in 10 minuti per lo statunitense), Laquintana castiga da tre e arrotonda il vantaggio, Washington domina sotto le plance, Mola continua a

viaggiare spedita con le rotazioni di Didonna e Pavone, Martina ha poco ricambio e nonostante i punti dei due stelle e strisce Gray e Corman non riesce mai a rialzarsi sul pelo dei 10 punti di distacco, si giunge così in chiusura di terzo quarto con le punture di Campbell, un canestro prezioso dell’ ottimo Clemente e la palla in rete sulla sirena del cecchino con l’8 sulle spalle che scolpisce il 61-45 esterno e porta i due roster agli ultimi dieci minuti con il risultato ormai in ghiaccio.

Tripla di Campbell tanto per cambiare, Gray e Colnago rispondono da tre, Washington dà nuovo vigore al gap (51-68 al 33’) poi negli ultimi minuti è passerella Mola coi padroni di casa senza bonus e costretti a rinunciare ad Obinna, Lasorte e Gray per cumulo falli. Geofarma spietata dalla lunetta con Laquintana ancora protagonista (29) – terza gara di fila sopra i 20 punti – c’è anche il tempo per i primi due punti della stagione per Marco Formica, prima della sirena che dà il via ai meritati festeggiamenti per una nuova prova molto positiva. E domenica sarà scontro al vertice al Pala Pinto con l’Olimpica Cerignola, una delle tre imbattute di questo avvio assieme ad Ostuni.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author