Geofarma Mola - Dueesse Martina, pregara [aggiornato]

13° GIORNATA: IL 2014 DELLA DUEESSE SI CHIUDE A MOLA

L’ultima partita del girone d’andata è piena d’insidie per il Martina. Coach Russo non vuole cali di tensione: “a Mola con umiltà per fare una grande partita”

 

Martina Franca – Il Natale è alle spalle e per i ragazzi di coach Russo è già tempo di ritornare in campo. Il calendario, infatti, non ammette pause in questa stagione e vedrà la Valle D’itria Basket Martina impegnata sull’ostico campo della Geofarma Mola di Bari, formazione affrontata in due circostanze nel precampionato, per un match che chiuderà il girone d’andata permettendo così di tracciare un primo e breve bilancio sulla prima parte di campionato. La compagine martinese è reduce da due vittorie consecutive contro Isernia e Vasto, utili a ridare morale ed entusiasmo a tutto l’ambiente dopo un periodo non facile, e che hanno permesso di muovere nuovamente la classifica. Ad attendere la DueEsse ci sarà la Geofarma Mola, anch’essa in serie positiva dopo un inizio di stagione difficile.

“Mola è una squadra che sta recuperando terreno in classifica – afferma coach Russo – e che può vantare 4 senior di indubbio valore come Leo, Teofilo, Salamina e Chiriatti, con quest’ultimo che, nonostante la sua giovane età, possiede già un bagaglio tecnico e di esperienza notevole accumulato negli ultimi anni a Bisceglie. Leo e Teofilo sono poi due giocatori di spessore assoluto che anche in questa stagione si stanno confermando con delle prestazione offensive importanti. Una squadra ben allenata da coach Lotesoriere e che, dopo aver subito degli scivoloni ad inizio stagione, si sta ritrovando nelle ultime partite vinte contro avversari come Taranto, Monteroni e in ultimo Venafro”.

Un crocevia importante per la Valle D’itria Basket Martina, attesa da un ulteriore prova di maturità prima dell’inizio del girone di ritorno: “sarà una partita difficile e piena di insidie contro un avversario ostico e in forma che possiede tra le proprie armi principali quella di ‘sporcare’ le prestazione degli avversari, limitandone i punti di riferimento. Giocheremo, inoltre, in un ambiente caldo e galvanizzato dagli ultimi risultati positivi ottenuti, figli di una squadra costruita per i playoff e a conferma di in una situazione di classifica bugiarda”. L’ultima vittoria contro la Bcc Vasto è stata definita “un’impresa” dal tecnico blu-arancio per via dell’emergenza infortuni che aveva colpito gran parte del roster, emergenza che però non sembra del tutto essere passata: “dopo la partita con Vasto abbiamo avuto un’altra settimana difficile per via del recupero degli infortuni che ancora ci trasciniamo dall’ultima settimana. Nonostante ciò abbiamo stretto i denti e siamo riusciti ad allenarci bene, sapendo che a Mola dovremo essere estremamente bravi a mettere qualche granellino di sabbia nei loro ingranaggi per giocarci la partita a viso aperto; facendo necessariamente leva su quello che in questo momento è il nostro marchio di fabbrica: intensità e sacrificio difensivo, unito alla fluidità in attacco. Andremo dunque a Mola con l’umiltà di chi sa di dover fare una grande partita contro un avversario che merita assoluto rispetto”. 

Palla a due alle ore 18.00, presso il Palapinto di Mola di Bari, nelle vicinanze dello Stadio Comunale. Arbitreranno la gara i sigg. Daniele Calella di Bologna e Antonio Massafra di Firenze. 

Ufficio Stampa DueEsse Basket Martina

Dott.ssa Veronica Fumarola

Dott. Andrea Semeraro

Andrea Lafornara


La Geofarma ospita il Martina per l’ultima di andata. Teofilo “Regaliamoci il bis”

Non c’è più lo zero nella casella vittorie in esterna, finalmente. Domenica la Geofarma lo ha cancellato a Venafro, quando andava in scena nella seconda parte di gara una rimonta entusiasmante da meno 19 (50-31) fino al +1 del minuto 45. La vittoria del cuore, lo abbiamo scritto e ribadito più volte, la vittoria della coscienza di se stessi, di esserci sul parquet e di poter lottare fino allo spirare della sirena ,certi che la propria abnegazione e il proprio sudore possano essere merce di scambio indispensabile per ottenere i due punti. Abbiamo rivissuto l’emozione della splendida e storica rimonta di Pozzuoli di sette mesi fa, quando da meno 18 andammo a conquistarci questa serie B coi denti e con un finale al cardioplamo. “E’ stata la partita della svolta esterna”, sono le prime parole di Francesco Teoflo, uno dei protagonisti assoluti della trasferta molisana, l’uomo che fa collezione di numeri in campo, il jolly, “le posizoni dalla 1 alla 5 ormai le ho collezionate tutte, adesso mi resta da sperimentare solo il numero per la posizione in panca”, sorride, dopo i 45 minuti sempre sul parquet perchè c’era da stringere i denti e perchè soprattutto testa e mani del numero 10 della Geofarma erano in perfetta simbiosi verso il canestro avversario. 

“Abbiam avuto un buon avvio domenica”- continua Teofilo – “poi come di consuetudine è arrivato quel corto circuito in mezzo alla gara che rovina tutto ciò di buono fatto fino a quel momento e che ci fa riemergere da questa sorta di paralisi quando ormai gli avversari sono in fuga nel punteggio e ci restano fino al quarantesimo. Però domenica la storia è cambiata, domenica ci siamo guardati in faccia ed è scattato qualcosa, io ho pensato che se la partita dovevano vincerla loro, avrebbero dovuto sudarla fino all’ultima goccia, noi avremmo dato tutto ciò che era rimasto in corpo, e i miei compagni hanno pensato lo stesso perchè nell’ultimo quarto abbiamo cominciato a ruggire in difesa e a non sbagliare più nulla davanti” 

28 Dicembre ultima gara di andata e ultima gara dell’anno, un anno fantastico, coronato con i titoli di vincitrice incontrastata della serie C e di Campione Regionale Under 19 per la prima volta nella storia di questa società, un anno da chiudere in bellezza al Pala Pinto contro il Martina Franca di coach Russo, dodici punti in classifica, due in più dei nostri, e una serie aperta di tre vittorie consecutive. Chiavi in mano all’argentino Matias Di Marco, l’uomo dell’ultimo passaggio (6 assist vincenti per gara), licenza di gonfiare il canestro per Bruno Santiago, classe 93, 15 punti per incontro e Luca Schiano, classe 1992, 16 punti, miglior rimbalzista (7) e un buon 50% dal campo, con l’apporto ulteriore e sempre determinante dei “lunghi” Salvadori e Mastroianni autentiche spine tra le difese avversarie. “Proviamo a chiudere alla perfezione l’anno, finora non siamo mai riusciti a vincere due gare di fila e domenica ce la metteremo tutta per bissare Venafro, il Martina lo conosciamo, avendolo già incrociato più volte in estate durante la preparazione e al toreno Pinto a fine Settembre, è una squadra giovane e molto pericolosa, gruppo affiatato, dovremo stare in guardia. Spero rientri Simone(Salamina), perchè lui è importantissimo per gli equilibri del quintetto,   non potrà essere al 100% perchè sono già tre settimane che è fuori, ma la sua presenza pur limitata nel tempo, sarebbe comunque fondamentale sul piano psicologico”

Una squadra che senza il suo capitano in due gare su tre ha dimostrato di saper soffrire e far fronte all’emergenza, che ha attutito al meglio il tonfo di Catanzaro e che sta crescendo, come cresce Teofilo finalmente protagonista assoluto come non lo si vedeva da mesi. “Si, sto molto meglio fisicamente ed è la cosa più importante, per la prima volta dopo tanto non ho avuto problemi durante la gara e posso dire di non aver accusato eccessiva stanchezza pur avendo giocato 40 minuti più il supplementare, la speranza è di crescere ancora, sentirsi “liberi” in campo, senza alcun problema che ti freni o che limiti il rendimento, condizone essenziale affinchè si possa giocare partite gagliarde come quella che abbiamo portato a casa a Venafro con una grandissima voglia di giocare a basket.”

Quest’anno il dono di Natale proviamo a farcelo con tre giorni di ritardo. Regaliamoci il bis.

Donatello Biancofiore

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author