La Givova Scafati espugna Biella e resta in vetta

Angelico Biella e sfortuna superate in un solo colpo. Nell’undicesima giornata del girone ovest, la Givova Scafati espugna il Biella Forum, imponendosi 63-73, nonostante l’assenza di Mayo, out per un fastidioso stato febbrile. Con una prova convincente di tutto il collettivo, che ha dato dimostrazione di solidità e compattezza, la truppa gialloblù è riuscita ad aggiudicarsi il match, i due punti in palio e a conservare la leadership solitaria del raggruppamento.
Con Spizzichini in campo al posto di Mayo, la Givova Scafati subisce l’impatto mortifero di Hall ed Infante, che trovano con continuità la via del canestro e consentono all’Angelico Biella di tenere la testa del match. Tale situazione perdura fino a 3’39’’, quando l’ottimo Portannese piazza la tripla del primo sorpasso gialloblù (12-14), che mette la sfida sui binari di un costante equilibrio, spezzato solo dalla tripla allo scadere della prima frazione di De Vico, che ferma il punteggio sul 22-20.
Ma il momentaneo vantaggio dei padroni di casa dura veramente poco, perché dalla panchina subentra Crow (buona la sua prestazione), che a 7’06’’ piazza la tripla che suggella il nuovo sorpasso scafatese (26-27), poi incrementato nei minuti successivi, fino ad arrivare all’intervallo sul momentaneo massimo vantaggio (32-39).
Il folletto Ferguson è una spina nel fianco della difesa ospite, si erge a mattatore e riesce a ridurre lo svantaggio dei suoi uomini (38-41 a 3’08’’), anche se Simmons e soci riescono comunque a tenere il muso avanti, raggiungendo il massimo vantaggio (44-58 a 1’29’’), poi ridotto negli ultimi possessi prima del suono della terza sirena (49-58), nel tentativo di rientrare in partita.
Il distacco tra le due contendenti si riduce a sole sette lunghezze (51-58 a 9’48’’), per poi, nel giro di poche azioni, ritornare sopra la doppia cifra (51-61 a 9’07’’) e non andare più al di sotto, fino al termine della sfida, caratterizzata dalla lucida ed attenda regia di Spizzichini (che non fa rimpiangere affatto l’assenza di Mayo) e dalla organizzazione offensiva sorretta dalla capacità realizzativa di Portannese. Lo strenuo tentativo di Infante e De Vico di cambiare le sorti del match fallisce al cospetto della solidità e compattezza del team gialloblù, bravo ad imporsi meritatamente 63-73.
Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Non era facile imporsi su una squadra così energica, senza il nostro faro (Mayo), a cui abbiamo dovuto rinunciare solo poche ore prima della palla a due, non potendo neppure avere il tempo di cambiare il nostro piano partita. Ho ragazzi dal cuore infinito e dagli attributi enormi, ai quali avevo chiesto di tenere Biella sotto i 62/63 tiri e il fatto di averli tenuti a 58 la dice lunga sull’applicazione sfoderata dalla squadra, sulla gestione del ritmo partita, che ha impedito a Biella di correre a campo aperto e di togliere loro i punti di forza (gioco in transizione, tiro da tre punti su penetrazione e scarico). Poi la nostra difesa e le letture in attacco hanno fatto il resto. Siamo contenti, perché in piena emergenza abbiamo conquistato due punti importanti per la nostra classifica, che hanno fatto acquistare maggior fiducia al nostro gruppo di italiani, che sta facendo benissimo. Abbiamo alternato un po’ le difese (uomo, zona e match-up) e siamo stati concreti a realizzare le opportunità su palla recuperata e rimbalzo difensivo».
ANGELICO BIELLA 63
GIVOVA SCAFATI 73

ANGELICO BIELLA: Hall 6, Ferguson 19, Banti 4, La Torre 2, Infante 11, Grande, Venuto 3, Pollone, De Vico 18, Rattalino n. e.. ALLENATORE: Carrea Michele. ASSISTENTE ALLENATORE: Viola Francesco.

GIVOVA SCAFATI: Portannese 16, Crow 13, Spizzichini 17, Rezzano 2, Melillo n. e., Baldassarre 9, Simmons 12, Matrone n. e., Loschi 4. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASSISTENTE ALLENATORE: Di Martino Umberto

ARBITRI: Borgo Christian di Dueville (Vi), Bramante Angelo Valerio di San Martino Buon Albergo (Vr) e Dori Giacomo di Mirano (Ve).

NOTE: Parziali: 22-20; 10-19; 17-19; 14-15. Tiri totali: Biella 22/58 (37%); Scafati 24/49 (48%). Tiri da due: Biella 13/31 (41%); Scafati 17/27 (62%). Tiri da tre: Biella 9/27 (33%); Scafati 7/22 (31%). Tiri liberi: Biella 10/13 (73%); Scafati 19/25 (72%). Falli: Biella 21; Scafati 15. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Biella 38 (25 dif.; 13 off.); Scafati 29 (25 dif.; 4 off.). Palle recuperate: Biella 4; Scafati 13. Palle perse: Biella 17; Scafati 14. Assist: Biella 12; Scafati 7. Stoppate: Biella 0; Scafati 0. Spettatori: 1.500 circa.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author