“La grande paura”. Cassino supera Maddaloni al supplementare

Maddaloni, cosiddetta “fanalino di coda” della classifica del campionato Nazionale di Serie B, girone C, edizione 2016-17, non arriva a Cassino per giocare la sesta giornata del girone di ritorno con il ruolo della vittima predestinata ; mette alla frusta i padroni di casa , resistendo per tutti i quaranta minuti ancorata al match che la BPC Virtus Cassino prova a volgere a proprio favore e soprattutto con un finale pazzesco porta la compagine padrona di casa al supplementare, ma al termine di un finale thriller alla Hitchcock deve inchinarsi, a testa alta, ai padroni di casa.

“Si può fare di meglio, sempre, ma non si credo si possa fare di meglio di una vittoria, non ti danno due referti rosa se vinci di 20 punti” esordio al vetriolo di Vettese in merito alla domanda sulla contestazione alla panchina e alla dirigenza partita da parte della tribuna a due minuti dal termine del quarto periodo quando si era sul punteggio di 79 a 74 in favore dei padroni di casa, in piena rimonta Maddaloni “ certo si può giocare bene e perdere , si può giocare bene e vincere ……io,  oggettivamente , ai miei ragazzi non ho alcunché da rimproverare; hanno dato tutto quello che avevano dentro , nessuno si è tirato indietro e di questo li ringrazio. Sicuramente in questa partita, qualche colpa ce l’ho, mi assumo sicuramente le responsabilità di quello che è successo sul parquet, evidentemente, io ed i miei collaboratori, non siamo stati in grado di trasmettere modalità diverse per approcciare e giocare questa partita in altro modo. Detto e sottolineato questo, dovevamo portare i due punti a casa e lo abbiamo fatto. Ci teniamo stretto questo referto rosa, avendo inserito anche in settimana un giocatore importante come Lorenzo Panzini. Sicuramente non era facile. Siamo riusciti nel risultato minimo” continua il coach cassinate.

“Tornando poi alla contestazione del pubblico. Che il pubblico rumoreggi in tribuna mi sta bene, è un loro diritto e soprattutto abbiamo assistito a contestazioni verso allenatori molto più blasonati di me figuratevi se non si possa contestare me che faccio stronzate spesso e volentieri “chiaro  il messaggio del coach cassinate “Ma adesso, comunque andiamo avanti e prepariamoci a dovere alla prossima sfida in quel di Roma dove affronteremo un avversario molto complesso come la Vis Nova Roma. Io comunque volevo ricordare e soprattutto sottolineare che il nostro obiettivo ce lo abbiamo in testa ben chiaro. Andiamo avanti. Ricordo che non è semplice inserire un giocatore in un contesto consolidato come quello nostro. Oggi sembravano i miei, dieci giocatori nuovi che si ritrovavano insieme per la prima volta. Ad ogni modo andiamo avanti ripeto e con grande fiducia”. Conclude l’allenatore cassinate al termine dell’intervista post partita.

Tornando alla gara i rossoblù padroni di casa, conducono praticamente il match per tutta la gara e toccano addirittura il +14 a cinque minuti dalla fine.

Però non riescono, e non danno in verità mai la sensazione di “ammazzare” la gara. Così gli ospiti, Maddaloni, giocano con la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere e concretizzano negli istanti finali del match, quando il pallone sembra pesare in modo incredibile, una rimonta che ha del pazzesco. Gli uomini in maglia azzurra guidati da un ottimo Carrichiello, portano la BPC al supplementare proprio con un tiro, un long two dell’ala campana, all’overtime. Anche se sul ribaltamento di fronte è Marsili a tre decimi di secondo dal termine a sbagliare i due liberi decisivi per la vittoria nei tempi regolamentari.

Nel supplementare poi Del Testa e compagni, nonostante l’inerzia della gara inevitabilmente spostata dalla parte degli avversari, ritrovano il sangue freddo ed evitano una di quelle serate che possono concludersi con una clamorosa beffa.

La cronaca del match

La prima frazione di gioco è giocata praticamente sempre sul filo di un sostanziale equilibrio con Vettese che è costretto sin da subito a chiamare time out per resettare la fase difensiva dei suoi.

La frazione si chiude sul 20-20 con gli ospiti che mettono un paio di volte la testa avanti

La BPC Virtus Cassino prova a dare la prima spallata al match nella seconda frazione, quando Bagnoli sale in cattedra e porta i suoi fino al +8 al 3’.

De Vincenzo e Carrichiello riportano gli ospiti di Maddaloni fino al -2 con un gioco da tre punti non completato da Locci. La gara va a strappi. Valesin e Giampaoli riportano il risultato prima della sirena dell’intervallo lungo sul 51-44.

Panzini regala alla Virtus il primo gap in doppia cifra di vantaggio appena le squadre ritornano sul parquet. Il neo acquisto fissa anche il massimo vantaggio sul +13 grazie a due conclusioni da oltre l’arco dei 6.75 quando abbiamo raggiunto il quarto minuto di gioco. 64 a 51, sembra tombale per i campani, che però non si perdono d’animo e tornano subito a contatto con Guagliardi e Sansone 64-60. Ma è un’altra tripla del nuovo acquisto cassinate che brucia le velleità di rimonta campana e sulla sirena e fissa il 67-60.

Cinque punti consecutivi per Biagio Sergio ed è il +12 per il Cassino che sembra in grado di scappare via dopo solo un minuto. Poi al quinto dell’ultima frazione è ancora una volta Valerio Marsili a fissare sui 14 punti di margine a 4′ e mezzo dal termine, 79-65 dalla fine.

Ma l’incredibile doveva arrivare. Con una serie di tiri liberi Maddaloni si rimette in carreggiata limando piano piano il gap ed entra negli ultimi 120″ con soltanto quattro punti da recuperare. Nella volata finale ci sono tanti errori. Sono Locci e Carrichiello a trovare due canestri per firmare la parità, prima che sia Marsili sbagliare i liberi decisivi nelle ultimissime battute, mandando tutti all’overtime.

Nel supplementare i padroni di casa si affidano a Bagnoli ma Maddaloni sorpassano con Luongo, nel finale però è l’ex di turno Sergio, glaciale a cronometro fermo, a regalare la vittoria ai suoi, dato che l’ultimo tentativo di Carrichiello si spegne sul ferro.

 

BPC Virtus Cassino – MecSan Maddaloni 86-84 dts

Parziali: 20-20, 31-24, 16-16, 12-19, 7-5

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 21 (9/14, 0/0), Lorenzo Panzini 12 (0/3, 4/10), Maurizio Del testa 11 (1/3, 3/6), Biagio Sergio 11 (3/3, 1/3), Gianluca Valesin 10 (4/6, 0/1), Valerio Marsili 9 (3/10, 0/0), Duilio Ernesto Birindelli 4 (2/6, 0/2), Andrea Giampaoli 4 (0/0, 1/4), Renato Quartuccio 4 (2/3, 0/1), Stefano Poti 0 (0/0, 0/1)

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 41 11 + 30 (Valerio Marsili 10) – Assist: 21 (Andrea Giampaoli 5)

All. Vettese

MecSan Maddaloni: Sansone 17 (3/6, 2/7), Guagliardi 16 (2/5, 4/6), Locci 15 (6/12, 0/0), De Vincenzo 14 (4/8, 1/4), Carrichiello 12 (3/6, 1/6), Luongo 8 (3/5, 0/0), Esposito 2 (1/1, 0/1), Papa 0 (0/0, 0/0), Spallieri 0 (0/0, 0/0), Sabatino 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 24 – Rimbalzi: 41 9 + 32 (Locci 14) – Assist: 12 (Sansone, Alessndro Guagliardi, Carrichiello 3)

Commenta
(Visited 97 times, 1 visits today)

About The Author