La Ilco Viterbo comincia a preparare la trasferta di Senigallia

Dopo la bella e convincente prova interna contro Cagliari, la Stella si
rituffa negli allenamenti per preparare la difficile trasferta di
Senigallia. Tutta la settimana scorsa il coach aveva predicato
concentrazione e domenica la squadra lo ha ripagato con una prestazione
di qualità, seppure la partenza dei viterbesi sia stata un po’ lenta e
sia servita la prima frazione per registrare e soprattutto serrare le
maglie della difesa. Poi la superba prova di Chiatti, unita alla
esperienza di Marcante che sta entrando molto bene nei ritmi della
squadra ed un Rossetti che, scaldata la mano, ha deliziato il pubblico
con i suoi soliti tiri da oltre l’arco, hanno fatto il resto, anche se
tutta la squadra si è comportata molto bene. Due punti importanti per la
classifica dei biancostellati, sia in chiave classifica che in quella
psicologica, perché la squadra comincia ad avere consapevolezza di
essere un gruppo che può fare certamente bene in questa categoria e che
potrà togliersi qualche bella soddisfazione nell’arco del campionato.
Ma ora c’è da pensare subito a Senigallia, una squadra tra le migliori
del ranking del girone C, che ha messo a segno il grande colpo
all’esordio andando a violare il Palasojourner della corazzata Rieti,
uscendo sconfitta in casa contro Palestrina, battendo poi in trasferta
Rimini e conquistando altri due punti domenica scorsa ai danni della
Luiss. Un’avversaria molto difficile per gli uomini di Cipriani che
comunque andranno a giocarsi a viso aperto la gara, mettendo in campo
quanto di buono fatto vedere fin qui e soprattutto un gruppo che pare
crescere giorno dopo giorno nell’amalgama e nell’esecuzione degli schemi
di gioco.
Da questa settimana tutti in campo per gli allenamenti, visto che
l’infermeria si è finalmente svuotata e che ogni effettivo potrà quindi
contribuire alla migliore preparazione della trasferta sull’Adriatico.
Intanto sono molto soddisfatti i dirigenti della ILCO per la seconda
prestazione vincente davanti al proprio pubblico, anche se l’orario
fissato per la gara, concordato per permettere a Cagliari di poter
tornare in Sardegna nella serata, ha fortemente penalizzato l’afflusso
del pubblico, certo non numeroso come quando la Stella gioca alle 18.
“Avremmo preferito giocare al consueto orario – dice il dirigente Luca
Mecarini – ma è giusto anticipare quando incontriamo avversarie sarde
che ci restituiscono la cortesia al ritorno. Per due domeniche non
avremo il nostro pubblico, perché dopo Senigallia andremo di nuovo in
trasferta sul parquet della Stella Azzurra Roma. Speriamo di poterci
giocare al massimo entrambe le gare. La società ha molta fiducia in
questi ragazzi con i quali si è instaurato subito un ottimo rapporto.
Abbiamo due partite fuori complicate, ma dobbiamo far bene perché
torneremo al PalaMalè dove incontreremo Cassino, una squadra che si è
ulteriormente rafforzata dopo aver vinto lo scorso campionato e con loro
vogliamo disputare una grande gara. Ma ora pensiamo a domenica ed
intanto godiamoci questi due ottimi punti conquistati contro Cagliari”.

Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author