La Maddalena Vision cede nel finale a Ferrara

Vicina all’impresa più di quanto dica il punteggio: la Maddalena Vision cede 47-63 a Ferrara dopo aver lottato praticamente alla pari per tre quarti.

Parte benissimo la squadra di Musumeci con un parziale di 7-0 propiziato dai canestri di Ferretti, Bungaite e Manzotti. Ferrara rimette la partita in equilibrio con due triple di Rosset: è l’argentina, con la sempre insidiosa Rulli, la spina nel fianco per Palermo. Che però esegue i giochi e tira molto bene da fuori, con Ferretti e Riccardi che trascinano la squadra di casa sul 20-14 dopo un bel primo quarto.

Dopo uno scatenato primo periodo, leggera flessione in attacco per la Maddalena Vision che però tiene ben e grazie a una difesa eccellente che tiene le ospiti a distanza. La PFF Group, che dopo il timeout di Stibiel imposta un pressing tutto campo molto aggressivo, stringe le maglie in difesa e poco a poco recupera coi punti delle solite Rulli e Rosset. Le palermitane soffrono in attacco e accusano i problemi di falli (Bungaite a lungo seduta con tre falli), intanto Miccio mette il sorpasso da tre e Ferrara chiude la prima metà avanti 26-27.

Terzo periodo all’insegna dell’equilbrio: parte bene la Maddalena Vision con i punti delle lunghe, poi con cinque punti da invenzioni di Aleo. Ferrara risponde colpo su colpo, ma cede il vantaggio alle padrone di casa sul 38-34 da due splendidi canestri di Manzotti ed Ermito. In una partita che sale d’intensità ogni minuto di più, Palermo rimane sempre avanti 39-36 quando manca un quarto da giocare, Ferrara tiene ma paga il quarto fallo di Rulli.

Strepitoso l’inizio del quarto periodo delle padrone di casa: Aleo entra con la moto, poi Riccardi sigla il 43-36 con 8′ da giocare. Ferrara però ricuce lo strappo in un solo possesso: canestro più fallo di Rosset e tecnico fischiato a Elena Riccardi, successiva tripla ferrarese e 43-45. Si tratta della svolta della partita, perchè la PFF Group mette a segno un parziale di 2-17 che chiude il match perchè la Maddalena Vision smette completamente di ragionare in attacco, forse pensando troppo a ciò che viene chiamato e non da un arbitraggio discutibile per metro e gestione della partita. Finisce 47-63, Ferrara resta imbattuta, un plauso comunque alle ragazze di coach Musumeci per quanto mostrato per almeno tre periodi di gioco, più parte dell’ultimo parziale, peccato soltanto per il blackout finale e per l’endemica inefficacia dai liberi (6/14 il totale).

Maddalena Vision Palermo-PFF Group Ferrara 47-63

Maddalena Vision Palermo –  Aleo 7 (2/4, 1/3), Ferretti 10 (3/4, 2/4, 1/2), Manzotti 5 (0/2, 1/3, 1/4), Riccardi 9 (1/2, 4/7, 0/7), Bungaite 8 (0/2, 4/8); C. Verona 2 (2/2, 0/2, 0/6), M. Verona 2 (1/3, 0/1), Ermito 4 (0/2, 2/4), Ferrara, Tennenini, Giannalia ne, Cerasola ne. All. Musumeci, Vice: Avellone.

PFF Group Ferrara –  Rulli 22 (6/9, 8/13, 0/2), Innocenti (0/1), Rosset 18 (4/, 4/9, 2/4), Miccio 10 (2/3, 2/7), Bona 3 (3/4, 0/2); Nori 2 (1/2), Rossi 6 (0/2, 2/6), Savelli 2 (2/2, 0/2), Missanelli (0/2, 0/2), Nako Moni ne. All. Stibiel, Vice: Chimenti.


Arbitri –  Marco Barbiero e Alessandro Baffumo di Milano.
NOTE
Parziali: 20-14, 6-13 (26-27), 13-9 (39-36), 8-27 (47-63).
Falli: Maddalena Vision 16 – Ferrara 24. Tiri liberi: Maddalena Vision 6/14 – Ferrara 15/22.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author