La Maddalena Vision sfiora l'impresa: La Spezia la spunta nel finale

A un passo dall’impresa: la Maddalena Vision, sul più bello, cede a La Spezia 66-63, ma la prova delle palermitane contro la dominatrice del Girone B è strepitosa per testa e applicazione.

Grande equilibrio a inizio match, parte bene la Maddalena Vision con una tripla di Riccardi e poi quattro punti di Costanza Verona. Dall’altra parte Reke inizia bene con due bombe, ma a spaccare la partita è sicuramente il talento offensivo di Granzotto: è l’esterna a trascinare le spezzine, mentre dall’altra parte risponde presente Bungaite, 26-22 dopo dieci minuti.

Nel secondo periodo, però, il gap si allunga: la Maddalena Vision lotta su ogni pallone, ma commette qualche errore di troppo e le percentuali cominciano a calare contro una difesa di casa che alza l’intensità. La pallacanestro offensiva di La Spezia, profonda e qualitativamente fortissima, rimane di buon livello grazie alle sue fuoriclasse: in particolare Reke, che firma il 5-0 che chiude il primo quarto sul 44-30.

La Spezia prova subito a metter in chiaro i valori a inizio terzo periodo: tripla di Reke, il resto lo fanno Granzotto e Reani per il 51-30, una montagna da scalare per la Maddalena Vision. Ma le palermitane s’armano di attrezzi e voglia, cominciando a rosicchiare punti: il primo assalto lo prova Marta Verona con cinque punti di fila, poi le lunghe si fanno sentire nel pitturato, infine sul finire di terzo periodo Costanza Verona rosicchia altri due punti dalla lunetta. La Maddalena Vision vince addirittura il terzo quarto, è ancora sotto 59-47 ma ha capito che stringendo le maglie in difesa (alternando più soluzioni, anche la zona) e giocando di squadra può superare ogni asperità.

Serve un’ulteriore iniezione di fiducia per continuare a scalare una vetta che nessuno è mai riuscito a raggiungere: arriva allora la tripla di Costanza Verona per il -9, seguita da quella di Aleo. È 59-53, La Spezia accusa il colpo e la Maddalena Vision chiude con puntualità in difesa: la squadra di Torriero non capitalizza in attacco, ma dopo tanti possessi finalmente arriva la mareggiata palermitana. Due punti spettacolari di Manzotti con tre avversarie addosso, tripla di Elena Riccardi, canestro più fallo di Costanza Verona: il tiro libero è realizzato e Palermo vola, lì dove nessuno era arrivato al palazzetto di Montepertico, davanti a La Spezia quando sono passati 37′ di gioco (59-61). In quel momento, però, arriva il ruggito della capolista imbattuta: Costa entra con la moto e pareggia, mentre quando si arriva all’ultimo giro di lancette mette la tripla decisiva la protagonista più inaspettata del match, l’ala Linguaglossa (1/9 sino al tiro decisivo). Il 64-61 non scoraggia la squadra di Torriero che accorcia le distanze con Manzotti dalla lunetta. La fortuna però non aiuta la Maddalena Vision nei secondi decisivi: il tiro dalla media di Aleo per il sorpasso, ben costruito, finisce sul ferro. Infine 2/2 di Costa dai liberi e un’errata esecuzione dell’ultimo tiro, una conclusione da due di Manzotti, sanciscono il finale di 66-63. Mai come stavolta però onore alle sconfitte: in Liguria, un centinaio di chilometri altrove, è nato un noto patriota italiano che un giorno disse «I popoli imparano più da una sconfitta, che non i re dal trionfo». Forse la sconfitta di oggi, per la Maddalena Vision, è solo una lezione di cui far tesoro, in attesa di spodestare i re nel più decisivo degli scenari, i Playoff per la promozione. Di certo, dopo oggi, la squadra palermitana ci crede sempre più.

Carispezia La Spezia-Maddalena Vision Palermo 66-63

Maddalena Vision Palermo –  C. Verona 14 (3/3, 4/7, 1/3), Ferretti 4 (2/4, 0/2), Manzotti 10 (3/4, 2/10, 1/5), Riccardi 10 (2/2, 1/6, 2/3), Bungaite 13 (5/10, 1/1); Aleo 5 (2/2, 0/1, 1/3), Ermito (0/1), M. Verona 7 (2/3, 1/1), Ferrara ne, Tennenini ne. All. Torriero.

(T2: 16/42, T3: 7/18, Rimbalzi: 38, Recuperi: 16, Perse: 17, Assist: 1, Valutazione: 66)

Carispezia La Spezia-  Costa 11 (3/4, 4/7), Granzotto 18 (3/3, 4/10), Linguaglossa 5 (1/5, 1/5), Reani 9 (1/1, 4/7, 0/1), Reke 20 (2/3, 3/11, 4/10); Alesiani 3 (1/4), Corradino (0/1, 0/1), Caldaro (0/1), Aldrighetti ne, Ardoino ne, Tosi ne, Valente ne. All. Corsolini.

(T2: 15/34, T3: 10/32, Rimbalzi: 41, Recuperi: 17, Perse: 19, Assist: 2, Valutazione: 64)

Arbitri – Sara Canali di Gandino (BG) e Cristina Mignogna di Milano.
NOTE
Parziali: 26-22, 18-8 (44-30), 15-17 (59-47), 7-16 (66-63).
Falli: Maddalena Vision 12 – La Spezia 14. Tiri liberi: Maddalena Vision 10/11 – La Spezia 6/8.
Top statistiche Maddalena Vision: Rimbalzi Riccardi/Bungaite 10, Recuperi Riccardi/Verona 2, Valutazione Bungaite 17, Falli subiti C. Verona 4, OER M. Verona 1,17.


Giuseppe Corrao

 

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author